Magnolia grandiflora

La magnolia grandiflora, aspetto

La magnolia grandiflora è una degli alberi latifoglie da giardino che si caratterizza per le sue capacità ornamentali. E' originaria degli stati sud - orientali degli Stati Uniti dove vive, allo stato spontaneo lungo le sponde dei fiumi. E' una pianta maestosa che può raggiungere i trenta metri di altezza e la sua verdissima e folta chioma è composta da foglie coriacee che presentano una parte superiore lucente ed una inferiore alquanto rugginosa. Durante il periodo di fioritura, che comincia a giugno per prolungarsi fino alla prima metà di settembre, la sua verdissima chioma viene adornata da fiori spettacolari, bianchi e particolarmente grandi. Il tronco sul quale si erge è robusto e molto ramificato sin dalla base. La corteccia si presenta liscia negli esemplari giovani ma, col tempo, tenderà a fessurarsi.
Albero di magnolia grandiflora

MEICHEN Albero di memorizzazione per desktop prodotti cucina bagno legno duro tazza titolare faggio legno sei-artiglio MUG TREE cremagliera cucina deposito mensole sospese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,72€


Magnolia grandiflora, tecniche coluturali

Fiori di magnolia grandifloraIl periodo migliore per le piantare una magnolia grandiflora è quello compreso tra marzo e aprile. Anche in autunno è possibile svolgere questa operazione ma è importante anticipare il sopraggiungere delle temperature più rigide. Il terreno più adatto ad accoglierla è, in generale, molto ben drenato, particolarmente ricco di humus e tendenzialmente acido. E' importante che il terreno sia abbastanza profondo per poter accogliere le sue radici e che la messa a dimora si praticata in una zona particolarmente soleggiata. E' un albero molto longevo e la cui crescita è abbastanza lenta. Per i primi anni di vita è suggeribile agevolare la crescita della pianta con l'aiuto di un tutore e annaffiare le giovani piante abbastanza spesso, poiché prediligono le zone umide. Bisognerà essere molto attenti a che non si creino ristagni idrici.

  • Potatura magnolia La magnolia è una pianta di grande fascino, in grado di divenire la coltivazione che predomina il giardino offrendo ombra con la sua ampia chioma e un intenso profumo grazie ai suoi fiori, che con il ...
  • Albero di magnolia durante la fioritura La magnolia è un albero della famiglia delle 'magnoliaceae' e in natura esistono almeno 80 varietà diverse di questa pianta. Possiamo trovare sia specie ad albero ma anche specie ad arbusto a lenta cr...
  • Magnolia stellata Nel 1998 la magnolia stellata è stata riconosciuta uffcialmente come specie. Giapponese di nascita, si presenta sotto forma di arbusto/albero di medie dimensioni (l'altezza varia dal metro ai due metr...
  • magnolia a foglie caduche Esistono due grandi tipi di magnolie: quelle a foglie caduche e quelle a fogliame persistente. Le prime fioriscono a primavera, poco prima dell’apparire delle nuove foglie; le seconde formano delle gr...

Songmics Sedia a dondolo Poltrona Dondolo in Betulla Legno Carico Massimo 120 kg Beige LYY30M

Prezzo: in offerta su Amazon a: 75,99€
(Risparmi 8€)


Magnolia grandiflora, cosa sapere

Magnolia grandiflora, foglie La magnolia grandiflora è uno degli alberi latifoglie che amano i climi estivi particolarmente umidi e piovosi. Essendo molto resistente, però, generalmente sopravvive al caldo afoso , senza subire grossi danni. Un reale pericolo è rappresentato dalle gelate tardive che potrebbero traumatizzarla al punto tale da comprometterne la fioritura. Nel caso in cui alcuni tessuti della pianta dovessero essere danneggiati, vi sono buone probabilità che la pianta sia presa d'assalto dalla muffa grigia. Un'altra malattia davvero pericolosa per la magnolia grandiflora è la famigliola, una malattia fungina che provoca marciume radicale. Essendo una pianta che ama l'umidità, sarà importante fare attenzione a che non si creino ristagni idrici, che sono tra le cause principali di questa antipatica malattia.


Potatura magnolia grandiflora

Essemplare di magnolia grandiflora La magnolia è una pianta longeva la cui crescita è molto lenta. Questo fa si che gli interventi di potatura non debbano essere tropo frequenti, soprattutto nei primi due anni di vita. Solo quando la pianta sarà abbastanza cresciuta si potrà cominciare ad intervenire. Questo genere di operazione, generalmente si compie tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. Trattandosi di una pianta utilizzata soprattutto a scopo ornamentale generalmente si opera per conferirle la sua tipica forma piramidale. I tagli laterali da attuare sui rami servono a stimolare la crescita di nuovi germogli anche al centro della chioma. La magnolia sopporta anche le potature drastiche che si effettuano in primavera. Per evitare la formazione di muffe si consiglia di rivestire le ferite con delle paste cicatrizzanti.




COMMENTI SULL' ARTICOLO