Magnolia stellata

Magnolia stellata: caratteristiche

Nel 1998 la magnolia stellata è stata riconosciuta uffcialmente come specie. Giapponese di nascita, si presenta sotto forma di arbusto/albero di medie dimensioni (l'altezza varia dal metro ai due metri e mezzo), resistente e portatore di una fragranza intensa. I suoi fiori sono delicati fiocchi di petali bianchi o rosa (con sfumature che tendono al bianco): ogni corolla, grande dai 7 ai 10 cm circa - è composta da molteplici petali allungati, tipici dei paesaggi nipponici. La cura per la coltivazione di questa pianta non è di particolare difficoltà: Gli unici accorgimenti vanno alle radici, che devono essere protette dalla luce solare per evitare che l'acqua dell'annaffiatura evapori troppo velocemente, e al terreno che deve essere drenante per evitare ristagni.
Magnolia stellata

Vivai Le Georgiche Magnolia Stellata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,8€


Magnolia stellata: bonsai cure generali

Magnolia stellata bonsai. La magnolia è un arbusto piuttosto resistente anche nella versione bonsai; il ceppo giapponese della pianta inoltre presenta foglie più piccole rispetto all'americano e ben si presta a essere modellato dal giardiniere. Un altro motivo per scegliere questa specie è che l'arte del bonsai rimpicciolisce tutto tranne i fiori: per questo è preferibile scegliere di lavorare sulla stellata e non sulla grandiflora. Per quanto riguarda le cure generali, l'albero sopporta bene il caldo e il freddo - essendo una pianta da esterno - e l'unico riguardo è ripararlo dal vento o dal sole eccessivo, che potrebbero rovinarne i boccioli. L'annaffiatura sarà necessaria durante tutto l'anno ed è sconsigliata di sera. Le inflorescenze appaiono sui rami nudi, nel periodo che precede il nuovo stato vegetativo (primavera/estate).

  • Potatura magnolia La magnolia è una pianta di grande fascino, in grado di divenire la coltivazione che predomina il giardino offrendo ombra con la sua ampia chioma e un intenso profumo grazie ai suoi fiori, che con il ...
  • Albero di magnolia durante la fioritura La magnolia è un albero della famiglia delle 'magnoliaceae' e in natura esistono almeno 80 varietà diverse di questa pianta. Possiamo trovare sia specie ad albero ma anche specie ad arbusto a lenta cr...
  • Albero di magnolia grandiflora La magnolia grandiflora è una degli alberi latifoglie da giardino che si caratterizza per le sue capacità ornamentali. E' originaria degli stati sud - orientali degli Stati Uniti dove vive, allo stato...
  • magnolia a foglie caduche Esistono due grandi tipi di magnolie: quelle a foglie caduche e quelle a fogliame persistente. Le prime fioriscono a primavera, poco prima dell’apparire delle nuove foglie; le seconde formano delle gr...

Anself Albero per Gatto con 2 Cuccia 230 - 260 cm Peluche Beige

Prezzo: in offerta su Amazon a: 105,8€


Magnolia stellata: potatura e rinvaso del bonsai.

Magnolia bonsai con tiranti. Per cominciare a lavorare sul vostro bonsai di magnolia, dovrete procurarvi in un negozio specializzato un kit da potatura: esso normalmente comprende vari tipi di forbici e tronchesi per radici, foglie e rami. La potatura di formazione, che andrà a lavorare soprattutto sulle radici legnose e modellerà il vostro albero, va effettuata alla fine del periodo di fioritura. Quella di mantenimento invece - che agisce su rami malati, foglie secche e ordine dell'aspetto in generale - può essere effettuata in qualsiasi momento, badando bene a usare una crema cicatrizzante per le ferite. Due consigli: intervenire sui rami giovani, che faticano a spezzarsi e avvalersi di un terriccio acidulo arricchito da humus e torba, perfettamente compatibile con la specie.


Magnolia stellata: la versione "rosea"

Magnolia stellata rosea. Conosciuta per il candore e il profumo dei suoi fiori, non dobbiamo dimenticare che esiste la versione "pretty in pink" della magnolia stellata. Essa è anche una delle prime della sua famiglia a fiorire (le inflorescenze cominciano a essere notate tra aprile e maggio). La bellezza di questa varietà consiste nel contrasto tra le foglie molto scure e la colorazione dei petali, sfumati come se qualcuno li avesse dipinti con un pennello: dal rosa denso delle punte all'esterno della corolla, la nuance diventa nuovamente candida all'interno del bocciolo. Per la sua crescita lenta e non troppo dirompente, è consigliata a chi ha giardini non troppo ampi. Posizionarla in una zona soleggiata, ma non troppo esposta alle intemperie. La potatura non è necessaria alla pianta, ma nel caso voleste eseguirla è preferibile tagliare dopo il periodo di fioritura.




COMMENTI SULL' ARTICOLO