Palma albero

Palma albero

La palma albero, altrimenti noto con il nome di Arecacea fa parte della vasta famiglia di piante monocotiledoni appartenenti alle Arecales. Questa famiglia comprende oltre 200 generi che, a loro volta, possono contare su oltre 2.500 specie diverse, diffuse soprattutto a latitudini tropicali e subtropicali. La famiglia a cui appartengono le palme è tra le più vecchie del Regno, dal momento che vi sono resti fossili risalenti al periodo del Cretaceo e quindi a più di 50 milioni di anni fa. Come detto, queste piante sono diffuse in aree con climi caldi ed esotici, cioè in ambienti a clima tropicale. Difficilmente si possono rinvenire palme in ambienti temperati o freddi, sebbene talune specie si siano oggi abituate anche a questi habitat. Il legno delle palme deriva da un'alterazione di una tipologia tessuto primario chiamata parenchima.
Una palma su una spiaggia

Closer to Nature (I-adempimento) P092W 3 ft 6 pollici seta artificiale Impianti e Albero Gamma Windmill Palma nana - Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,32€


Diffusione della palma

Palme in ambienti tropicali La maggior parte delle specie di palma sono originarie delle regioni dell’Africa, del Medio Oriente e dell’Australia. Altre specie sono originarie anche del Sud- America, in particolar modo delle regioni costiere atlantiche, o dell’area mediterranea, ma si tratta di poche eccezioni. La palma nana, ad esempio, fa parte della vegetazione mediterranea ed è diffusa in alcune aree del Portogallo, nella Francia mediterranea, in Spagna e nelle regioni meridionali d’Italia come Calabria, Puglia, Campania e Sicilia. In misura ridotta è diffusa anche a Malta e nell’area costiera della penisola anatolica. Come detto vi sono specie che, differentemente rispetto ad altre, si sono diffuse anche laddove ci sono climi freddi: il genere Trachycarpus, ad esempi,o è originario dell’Asia orientale ma è oggi diffuso persino in Islanda, a riprova della grande resistenza al freddo raggiunta da alcune tipologie.

  • Pianta di Palma da Cocco La palma da cocco appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmecee, al genere Cocos ed alla specie nucifera. È un albero di grosse dimensioni, avente un fusto colonnare e slanciato alto anche oltre ...
  • Palma da dattero La palma da dattero appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmacee, al genere Phoenix ed alla specie dactylifera. È un albero con un fusto, o stipite, molto slanciato, alto fino a 30 m e vistosame...
  • Pachypodium Tra le piante grasse diffuse in tutto il mondo per il loro potenziale decorativo, il pachypodium è forse quella di maggiore impatto, per via delle sue ampie dimensioni. La sua provenienza è rivelata g...
  • Una palma nana in natura La palma nana è una pianta sempreverde, caratterizzata da un apparato radicale robusto e da un fusto eretto alla cui cima si forma il caratteristico ciuffo di foglie. Il fusto forma, con il tempo, nuo...

Closer to Nature Artificiale 1:22 metri Areca palma, seta artificiale, con vaso di fiori ed artificiale collezione albero di Natale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 68,74€


Morfologia e tipologie

Le palme sono grandi piante perenni dal fusto spesso non ramificato. Questo fusto è sormontato da un’ampia corona di grandi foglie con guaine molto sviluppate. I fiori sono unisessuati ma ogni esemplare di palma ne ha di genere femminile e di genere maschile; questi sono riuniti in un'infiorescenza, comunemente detta spadice, che ha una tipica forma a spiga o, talvolta, a pannocchia; lo spadice è circondata a sua volta dalla spata, avente funzione principalmente protettiva. Il frutto varia da genere a genere ma, solitamente, è una bacca o una drupa. Esistono diverse tipologie di palme: palme da cocco, tipica dei litorali di paesi a clima molto caldo; le palme da dattero, diffuse soprattutto in Medio Oriente e in particolare nell'area tra i fiumi Tigri ed Eufrate; infine, esiste anche la palma da olio.


Malattie e parassiti

Palma da dattero La palma albero soffre alcune malattie particolarmente gravi ed è soggetta a infezioni dovute a parassiti molto aggressivi. Tra i più temibili vi è il Rhynchophorus ferrugineus, anche noto con il nome di punteruolo rosso delle palme. Questo parassita infestante è originario del Sud Est asiatico e produce gravissimi danni alle coltivazioni di palma da cocco. Con la diffusione di esemplari di palme infettate, questo parassito ha raggiunto nei primi anni 80’ la penisola arabica e il Medio Oriente: negli anni 90’ è stato segnalato in Giordania e in Iran. Da lì la diffusione nel bacino mediterraneo è stata rapida. Nel 2004 si è avuta la prima segnalazione del parassita nel nostro Paese, nell’area di Pistoia. Negli anni seguenti, sempre in Italia, è stato causa di una forte moria di palme secolari nei parchi pubblici campani. La malattia è così grave e la diffusione così ampia da far ritenere che, qualora non si trovassero soluzioni adeguati, la palma potrebbe addirittura estinguersi sul suolo italiano entro il 2016.




COMMENTI SULL' ARTICOLO