Canna indica

Caratteristiche principali della canna indica

La canna indica è una pianta perenne rizomatosa che è giunta in Europa qualche secolo fa direttamente dalll'America Latina. Produce foglie allungate ovali e appuntite. Hanno una consistenza piuttosto rigida e presentano una colorazione verde intenso tendente al blu. Alcune presentano un margine di una tonalità contrastante. I fusti iniziano a spuntare agli inizi di giugno e proseguono a fare la loro comparsa fino ai primi freddi invernali. Possono raggiungere un'altezza massima di 150 centimetri e terminano con pannocchie compatte composte da un insieme di fiori variopinti. Le canne indiche producono fiori gialli o rossi ma alcune nuove varietà ibride presentano infiorescenze rosate e color salmone. Queste piante vengono adoperate per decorare i giardini o per creare variopinte recinzioni.
Coltivazione di canna indica

Semi Batlle - Bulbo Iris germánica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,93€


Esposizione ideale

Varietà di canna indica fiorita La canna indica deve essere messa a dimora in una zona ben esposta ai raggi diretti del sole. Se il luogo in cui abitate è soggetto a estati molto torride, è meglio posizionare le piante in posti semi ombreggiati per evitare che le foglie e i fiori si possano deteriorare più rapidamente del solito. I rizomi possono resistere a brevi gelate e non troppo intense. Tuttavia è consigliabile toglierli dal terreno e ripararli entro le quattro mura domestiche se l'inverno si presenta molto freddo. Dopo averli fatti essiccare bene in un luogo ombreggiato e ben ventilato, puliteli dalla terra con uno spazzolino morbido e poi riponeteli all'interno di sacchetti di tessuto traspirante assieme a della segatura. Se desiderate proteggerli dalle tarme, utilizzate i comuni repellenti che adoperate comunemente per gli abiti di lana.

  • Canna indica La bella pianta perenne proviene unicamente dal continente americano, centrale e meridionale, e fa parte del vario e multicolore raggruppamento familiare delle Cannaceae. Questa esotica erbacea si dis...
  • Lavello da giardino Per tutti gli amanti del verde, il giardino è ancor prima che decorativo un luogo da vivere appieno, nel quale trascorrere il proprio tempo libero e del quale prendersi cura. Ma prendersi cura del gia...
  • Esempio di vaso di legno fatto a mano I vasi in legno rappresentano una validissima alternativa a quelli interamente realizzati con la plastica o il cemento. Naturalmente ha delle caratteristiche diverse, ed è proprio questo che andremo a...
  • Mobili da giardino Il web si ritaglia ogni giorno spazio crescente nella quotidianità, divenendo strumento utile ed affidabile per compiere moltissime azioni differenti. Anche l’acquisto tramite il web si sta sempre più...

BULBI AUTUNNALI NARCISI LARGEFLOWERING MIX CONFEZIONE DA 25 BULBI BULBS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Annaffiature e terreno

Canna indica fiorita Le piante di canna indica che vivono all'esterno non hanno bisogno di essere annaffiate. Le piogge sono più che sufficienti per soddisfare il loro fabbisogno idrico. Tuttavia se le precipitazioni estive sono molto scarse si può provvedere a irrigarle solo dopo aver controllato che il terreno sia ben asciutto.Da ottobre in poi le innaffiature devono essere sospese per consentire alla pianta di entrare in riposo vegetativo. Per aiutarle durante il periodo della fioritura è necessario aggiungere all'acqua un fertilizzante liquido almeno una volta al mese. Il terreno migliore è quello soffice e fertile, ricco di sostanze nutritive ma si sviluppano senza grandi difficoltà anche in suoli meno ospitali. L'importante è che ci sia un buon drenaggio per evitare problematiche serie all'apparato radicale.


Canna indica: Moltiplicazione e parassiti

Canne indiche fiorite La moltiplicazione della canna indica si può effettuare utilizzando il sistema sella semina o della divisione dei rizomi. La semina si effettua nel periodo primaverile dopo aver dissodato bene il terreno ed estirpato le erbe infestanti presenti. Se volete incrementare le probabilità di successo, è consigliabile miscelare al suolo del concime organico a lenta cessione.La moltiplicazione mediante divisione dei rizomi deve essere fatta nel periodo autunnale, quando le piante terminano di produrre nuovi fusti e nuovi fiori. Sradicate dal terreno la pianta che volete riprodurre e delicatamente dividete in due o tre parti il rizoma. Interrate le nuove piante e fertilizzatele con abbondante organico. le canne indiche non sono particolarmente sensibili a malattie o ad attacchi parassitari alle nostre latitudini.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO