La calla

Irrigare calla

La calla è una pianta meravigliosa che cresce spontaneamente lungo i bordi delle strade se trova il terreno adatto. Si trova spesso lungo i ruscelli e i corsi d'acqua, è originaria dell'Africa e viene chiamata anche giglio del Nilo. Le calle si coltivano mediante i bulbi, che vanno interrati in giardino o in un vaso a primavera. Il terreno all'aperto va preparato dissodandolo bene e mescolandoci un po' di torba; i bulbi vanno distanziati per lasciar crescere e sviluppare i fiori in libertà e seminati ad una profondità di circa 20 cm. La calla, o Zantedeschia, è una pianta sempreverde che fiorisce in primavera e i bulbi vanno messi in terra quando la temperatura raggiunge almeno 15°. Quando la pianta avrà raggiunto un'altezza di 15 cm bisogna iniziare a concimarla e a dare più acqua, intensificando durante la fioritura. La calla viene coltivata per essere usata come fiore reciso, oppure per creare delle macchie fiorite in giardino. Quando non vi sono fiori l'acqua va limitata al massimo, badando giusto che il terreno non diventi completamente secco, mentre da febbraio ad ottobre bisogna abbondare un po' di più nebulizzando le foglie per mantenere l'ambiente costantemente umido.
Calla gialla

prime vista 100 pz/borsa Vero fiore di amarilli non Bulbi Bonsai Fiore, Hippeastrum per la casa e giardino Barbados Lily Flower pot: 10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Coltivare calle

Calle fiorite La parte bianca della calla che tutti credono essere un fiore, in realtà non lo è, ma si tratta di foglie arrotolate che avvolgono l'infiorescenza interna. L'asta gialla al centro della parte finale del fusto bianca ha nella parte bassa i fiori femminili e nella parte alta quelli maschili. La coltivazione comincia con il bulbo e, una volta che la pianta è nata, va annaffiata regolarmente e concimata con moderazione per mantenere a lungo il fiore che andrà tolto una volta che si seccherà. La calla può superare il metro di altezza e produce anche dei frutti costituiti da bacche non commestibili. La coltivazione viene fatta soprattutto per vendere i fiori recisi, che vanno messi in un vaso con un po' d'acqua e concime specifico per fiori. Le piante possono essere di due tipi, a fioritura primaverile o a fioritura autunnale; nel primo caso i fiori si svilupperanno a maggio e nel secondo a ottobre. In entrambi i casi, una volta che terminata la fioritura le piante richiedono un periodo di riposo che duri almeno tre mesi dalla caduta dell'ultimo fiore. Sono piante che amano gli ambienti umidi, pertanto è buona norma spruzzarle regolarmente di evitando il fiore che potrebbe macchiarsi.

  • calla1 La vediamo spesso nei matrimoni e in altre cerimonie: ha un fiore bianco ed enormi foglie verdi. Stiamo parlando della calla, pianta bulbosa ornamentale originaria dell’Africa meridionale e dei Paesi ...
  • calla5 La calla è un fiore annoverato a pieno titolo tra quelli che esprimono in sé diversi linguaggi e significati. Fiore celebrato dal cinema, dalla mitologia e dalla fotografia, la calla racchiude signifi...
  • Calla palustris La calla palutris è una delle piante acquatiche di maggior fascino, soprattutto per coloro che, anche per il proprio specchio d'acqua, non vogliono rinunciare alla presenza di fiori vistosi. La calla ...
  • Un esemplare di calla Il fiore della calla ha un significato specifico: nel linguaggio della botanica indica bellezza, semplicità e purezza dei sentimenti e dell’anima. Non è un caso, quindi, che in molti paesi, tra i qual...

100 Tuberi di Anemone coronaria 'De Caen' a fiore semplice.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Concimare calle

Calle spontanee La pianta va concimata esclusivamente quando fiorisce con un fertilizzante liquido diluito nell'acqua. Durante gli altri mesi, oltre a sospendere quasi del tutto le annaffiature, bisogna evitare il concime. Per le specie che fioriscono in primavera, la concimazione inizia a febbraio e termina a giugno, mentre per quelle autunnali deve essere fatta da aprile a ottobre. Il concime deve avere una percentuale più elevata di potassio, poco fosforo, ancora meno azoto e naturalmente tutti i minerali essenziali come zinco, ferro, manganese, boro, molibdeno e magnesio. Esistono in commercio anche concimi specifici per le calle, che vanno somministrati in misura leggermente inferiore rispetto a quanto è scritto sulla confezione. Troppo concime fa male, specialmente se sono corrette l'esposizione, il terreno e le irrigazioni. Le foglie secche vanno tolte, in modo da preservare l'insorgere di funghi e parassiti e il fertilizzante va dato solamente quando vi sono i fiori una volta alla settimana nel terriccio o sulle foglie. Le calle coltivate in vaso vanno rinvasate ogni due anni in contenitori più grandi con terriccio nuovo, lasciandole qualche mese senza alcun tipo di fertilizzante.


La calla: Evitare il ristagno d'acqua

zantedeschia La calla teme il ristagno d'acqua che provoca il marciume delle radici, una patologia molto frequente e fatale per ogni pianta fiorita. Per proteggere ulteriormente le radici, le calle coltivate in giardino o nei vasi sul balcone vanno cosparse di pacciamatura intorno al fusto, perché il gelo è uno dei peggiori nemici di questa pianta. Alcune specie più delicate, devono essere tolte dalla terra una volta terminata la fioritura e rinvasate tra dicembre e gennaio. Oltre al marciume delle radici, le calle sono soggette a tutti i tipi di infestazione più comuni delle piante che stanno all'esterno. Un parassita frequente è la cocciniglia, che si nota subito ad occhio nudo e va estirpata immediatamente prima che faccia morire la pianta. Bisogna prestare attenzione al ragno rosso, che si nota con dei sottili filamenti al di sotto delle foglie che hanno sulla parte superiore delle escoriazioni tondeggianti e marroncine. L'unico rimedio è l'insetticida che si acquista in qualunque negozio. Quando le foglie si accartocciano non sempre è a causa di funghi o parassiti, ma potrebbe essere dovuto a poca acqua e quando si bruciano la pianta esposta al sole diretto è stata nebulizzata troppo.


Guarda il Video
  • calla gialla Salve, ho avuto una calla gialla (zantedeschia elliottiana) e quando l'ho ricevuta era in perfetta forma. con due fiori
    visita : calla gialla

COMMENTI SULL' ARTICOLO