Piantare i tulipani

vedi anche: Tulipani

Caratteristiche del tulipano

Il nome Tulipano deriva dal greco "dulband" "turbante" a causa della sua forma simile all'omonimo copricapo orientale; la sua pianta ha un'altezza variabile tra i 20 e i 30 centimetri e possiede foglie di colore verde intenso. È di origine bulbosa e possiede un lungo stelo nel quale è collocato un unico fiore di forma bombata composto da sei petali; esso solitamente sboccia in primavera da marzo a maggio. I suoi colori possono variare dal giallo al fucsia, dal bianco al rosa chiaro o intenso; in commercio si possono trovare centinaia di specie ibride con stupende striature bicolori. I frutti dei tulipani hanno una forma sferica dal guscio robusto; all'interno di esso vengono custoditi i semi della pianta, un motivo che li contraddistingue da qualunque altro fiore o ibrido esistente.
Stupendi tulipani bicolori

Ilot lampadina con manico lungo, strumento e verdure piantina Trapiantatrice

Prezzo: in offerta su Amazon a: 93,39€


Come piantare i tulipani

Piantagione di tulipani La grande diffusione di questi fiori si deve alla semplicità con cui vengono coltivati; piantare i tulipani, infatti, non richiede una particolare capacità. Il periodo ideale per coltivarli è da ottobre a dicembre; essi vanno esposti al freddo e per tale motivo vengono piantati all'aperto. I tulipani prediligono un terreno argilloso e leggero miscelato con la torba; va arricchito con un concime maturo per apportare la quantità giusta di sali minerali e con sabbia per favorire il drenaggio. I bulbi vengono messi ad una profondità variabile tra i 10 e i 20 centimetri a seconda della lunghezza dello stelo. La pianta non richiede eccessive innaffiature, ma va bagnata solamente quando il terriccio risulta asciutto e quando sono presenti fiori, foglie e germogli; aggiungere il fertilizzante alla fine dell'inverno e subito dopo la fioritura.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

Neve, colore bianco Orchidea Phalaenopsis & Calla Lily Wedding Bouquet da damigella d'onore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,43€


Esposizione e cura dei tulipani

Bulbo di tulipano L'esposizione ideale per piantare i tulipani è un luogo ben soleggiato privo di vento; temono le zone d'ombra ricche di umidità che favoriscono la marcescenza dei bulbi. Le piante vanno innaffiate con regolarità, evitando i ristagni di acqua e devono essere concimate circa ogni quindici giorni con un fertilizzante liquido adatto. Dopo la sfioritura, lo stelo non va subito rimosso, ma solamente quando sarà completamente secco; infatti,la pianta userà tutte le sostanze presenti in esso per mantenere vivo il bulbo e continuare il suo ciclo vitale. Il tulipano non richiede alcun intervento di potatura, ma la rimozione dei fiori appassiti e le parti danneggiate della pianta. Quando i bulbi rallentano la produzione dei fiori e il fogliame è completamente appassito, è consigliabile sradicarli e dividerli per ripiantarli nuovamente l'anno successivo.


Piantare i tulipani: Malattie dei tulipani

Esemplare di tulipano variegato Le patologie a cui può andare incontro sono varie: la più temuta è la muffa (Botritis tulipae), che provoca la morte delle cellule e talvolta la marcescenza della pianta. Sono anche frequenti nei tulipani la fusariosi, il marciume radicale e del colletto, la ruggine fogliare, la muffa grigia, le muffe verdi e l'antracnosi; come cura preventiva è consigliabile trattare la pianta e il bulbo con prodotti antifungini. Altrettanto pericolosi sono le infestazioni di insetti quali il coleottero Melolontha melolontha, comunemente chiamato maggiolino (che si nutre di foglie e le cui larve divorano i bulbi), i millepiedi, gli acari, i nematodi ed infine le chiocciole e le limacce che possono essere eliminate tramite l'utilizzo di apposite trappole ed esche. I tulipani sono anche facile preda di virus; i sintomi sono macchie sui petali, variegature di colori e bordi sfrangiati. Purtroppo non esistono ancora cure adatte per combattere tali problemi e talvolta essi vengono appositamente utilizzati per creare stupende sfumature e particolari colorazioni dei fiori.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO