Clematis vitalba

Caratteristiche principali della clematis vitalba

La clematis vitalba è una pianta di tipo arbustivo appartenente al genere delle ranuncolacea. Viene comunemente chiamata clematide e cresce spontaneamente su tutto il territorio nazionale fino a un'altitudine massima di 1300 metri. Si comporta alla stregua di un rampicante con fusti molto ramificati. Gli esemplari più grandi possono allungarsi diversi metri lungo gli alberi fino a raggiungere una lunghezza massima di oltre 20 metri. Il profumo che emanano i suoi fiori si percepisce appena e assomiglia leggermente a quello del comune biancospino. La clematis vitalba fiorisce fra l'ultima settimana di maggio e i primi giorni del mese d'agosto a seconda della latitudine. E' una pianta infestante per le zone boscose inoltre è molto velenosa poiché contiene elevate percentuali di alcaloidi ma anche saponine.
Pianta di clematis vitalba

Bignonia - Campsis Mme Galen (trumpet vine) - Vaso 1,5 litro (Pianta rampicante - Pianta adulta - Resistenza al freddo: Ottima) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline - clematidi e rampicanti più economiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€


La morfologia

Fiori di clematis vitalba Esistono molte varietà di clematidi ma tutte hanno in comune l'aspetto delle foglie. Si presentano sulle ramificazioni in posizioni opposte imparipennate e ciascuna di esse è formata da cinque oppure da tre segmenti. I segmenti a sua volta hanno una forma ovale leggermente lanceolata. Hanno peduncoli che ingrossano verso la base e il margine può essere dentellato o regolare a seconda della varietà. I fiori sono leggermente profumati e ermafroditi. Compaiono sulla pianta in primavera raggruppati in infiorescenze abbastanza voluminose ma non particolarmente belle da guardare. Ogni fiore è dotato di quattro sepali di colore bianco leggermente sfumato di verde. Dopo la fioritura si presentano i frutti, ovvero degli acheni dotati di un'estremtià piumosa che serve loro per essere disseminati dalle folate di vento.

  • clematide2 E’ una pianta coltivata esclusivamente per la bellezza dei suoi fiori e per il suo portamento rampicante. Di questa specie esistono anche varietà erbacee, ma quelle più conosciute e di natura rampican...
  • Clematide giardino Questa pianta, dai fiori di straordinaria bellezza, ha bisogno di una regolare somministrazione d'acqua; se la coltivazione avviene in giardino, le irrigazioni vanno naturalmente intensificate durante...
  • Lavello da giardino Per tutti gli amanti del verde, il giardino è ancor prima che decorativo un luogo da vivere appieno, nel quale trascorrere il proprio tempo libero e del quale prendersi cura. Ma prendersi cura del gia...
  • Esempio di vaso di legno fatto a mano I vasi in legno rappresentano una validissima alternativa a quelli interamente realizzati con la plastica o il cemento. Naturalmente ha delle caratteristiche diverse, ed è proprio questo che andremo a...

Gelsomino - Trachelospermum jasminoides (per balcone e patio) - Vaso 1,5 litro (Pianta rampicante - Gelsomino - Pianta adulta) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Proprietà curative

Semi di clematis La clematis vitalba ha molte proprietà curative sfruttate sia nella farmacopea ufficiale che in omeopatia. E' un ottimo diuretico naturale nonché un analgesico particolarmente efficace. Tuttavia il suo utilizzo domestico è stato abbandonato molti anni fa in quanto la pianta contiene elevate percentuali di sostanze tossiche. Dalla clematis vitalba si ricavano pregiati estratti adoperati in omeopatia per risolvere problematiche relative alle pustole o alle infiammazioni. Alcune sostanze contenute nelle foglie possono essere impiegate per curare i forti stati di depressione e le amnesie. La clematis viene adoperata anche nei fiori di Bach per tutte le persone poco interessate alla vita e per chi progetta in grande nel futuro senza pensare al presente. Questo rimedio viene realizzato mediante la metodologia della solarizzazione.


Clematis vitalba: Curiosità

Foglie di clematis In tempi piuttosto remoti, i mendicanti erano soliti provocarsi delle ulcere sulla pelle ricorrendo all'utilizzo delle foglie vi clematis vitalba. Per tale ragione spesso questa pianta viene citata in alcune fonti letterarie anche con il nome di era dei cenciosi. I fusti legnosi sono percorsi nella loro interezza da vasi piccoli che rendono porosa la corteccia. Sfruttando questa loro caratteristica, i fusti fino a qualche decennio fa venivano tagliati ed essiccati dopodiché adoperati come sigari a basso costo.Le foglie di clematis vitalba spesso venivano messe a macerare in olio d'oliva. Tale olio era poi utilizzato per curare la scabbia. Questo rimedio viene citato e descritto anche da Plini, Dioscoride e Galeno.I germogli della pianta possono essere consumati come i più comuni asparagi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO