Come curare la vite americana

Il terreno ideale della vite americana

Generalmente la vite americana si adatta a molti tipi di terreno, ma predilige un clima temperato e un drenaggio abituale che lo rende spesso fresco, soprattutto in estate. La quantità di acqua e i tempi di annaffiamento vanno considerati a seconda del luogo in cui si vive e il posto dove si intende piantare la vite. Se la posizione è in una zona soleggiata e in un luogo caldo, la pianta va annaffiata spesso; se al contrario si trova in una zona di mezza ombra e in un luogo più fresco, si può annaffiare di meno. Come per qualsiasi pianta, importante è non abbondare con la quantità dell'acqua ed evitare i ristagni idrici che la ucciderebbero. Durante l'inverno e nei periodi di piogge, è consigliabile appunto non annaffiare affatto la pianta, così da non rischiare che il terreno si inumidisca troppo.
Esempio di vite americana

Parthenocissus quinquefolia "Engelmannii" (Ampelopsis) [Vaso Ø19cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,99€


Prendersi cura della vite americana

Vite americana rampicante su vaso La vita americana è una pianta che cresce meglio se piantata già da adulta e va interrata in un vaso molto largo e profondo, che si adegui alle sue radici. Essendo una pianta rampicante, il vaso va poi messo vicino a un muro o a un qualcosa di alto su cui poter crescere liberamente. Ogni primavera sarebbe ideale sostituire il terreno su cui la pianta è stata messa. Se il vaso risulta essere troppo piccolo, dovete fare il rinvaso, ovvero cambiarlo con uno più grande, sostituendo quindi anche il terreno. Ovviamente la pianta può essere piantata direttamente sul terreno, ma sempre in prossimità di un muro. L'importante è che sul luogo in cui andrete a scavare mettiate uno strato di letame e uno di terreno, per poi sistemare la pianta il meglio possibile, compattare la terra intorno e innaffiarla.

  • Fogliame di Vite americana I rampicanti chiamati comunemente Vite americana comprendono diverse specie del genere denominato Parthenocissus, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae. Queste piante sono originarie dell'America ...
  • Vite americana pianta Tra tutti i rampicanti della famiglia delle Vitaceae del genere Parthenocissus, la vite americana è quella che più di tutte è sensibile alle annaffiature eccessive. A tal riguardo, bisogna distinguere...
  • rampicanti Le piante rampicanti hanno la caratteristica di crescere espandendosi molto, sia in larghezza che in altezza. Il loro apparato fogliare e i rami, durante il ciclo vegetativo, si arrampicano letteralme...

Gelsomino - Trachelospermum jasminoides (per balcone e patio) - Vaso 1,5 litro (Pianta rampicante - Gelsomino - Pianta adulta) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


La concimazione della vite americana

Le bellissime foglie della vite americana Essendo una pianta rampicante che deve crescere in altezza, deve essere curata e nutrita. La concimazione diventa quindi parte essenziale della sua crescita. Come già detto, bisogna piantare la vite nel doppio strato di letame e terreno, così da dare più nutrimento per fargli crescere più fogliame. Questa operazione va fatta a ogni inverno (inizio e fine della stagione), mettendo il concime o il letame ai piedi della pianta, senza tralasciare ovviamente la fase dell'annaffiamento. Le viti piantate nel vaso, avendo a disposizione meno terriccio, potrebbero avere bisogno di più accorgimenti, così che nei mesi primaverili ed estivi, ogni sessanta giorni circa, andrebbe diluito nell'acqua con cui andrete ad annaffiare l'azoto liquido, per far crescere più foglie e abbellire maggiormente questa splendida pianta.


Come curare la vite americana: Malattie e rimedi della vite americana

Esempio di ragnetti rossi sulla foglia di una pianta Se la vite americana è situata in un posto molto caldo, essa può essere facilmente soggetta all'oidio, una muffa bianca che si attacca sulle foglie o i rami della pianta, facendoli diventare deformi per poi essiccarli. Per curarla da questa malattia si devono potare tutte le parti malate e poi disinfettare la pianta con fungicida specifici. Può anche essere soggetta ad attacchi degli afidi, piccoli insetti che si nutrono della sua linfa, portando anche infezioni e virus. Anch'essi si curano con prodotti specifici, dopo aver rimosso le parti malate. Altro insetto pericoloso è la cocciniglia, che si può eliminare disinfettando la pianta con saponi specifici o insetticidi, se i danni sono gravi. Parassita molto comune è anche il ragnetto rosso, che si nutre di moltissime specie di piante. Si riconosce il suo attacco dalla progressiva perdita di colore che porta poi alla morte della foglia e successivamente a quella di tutta la pianta. Anch'esso si cura con prodotti specifici, o impiegando degli insetti entomofagi che si nutrono di esso.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO