La vite americana

L'irrigazione della vite americana

Tra tutti i rampicanti della famiglia delle Vitaceae del genere Parthenocissus, la vite americana è quella che più di tutte è sensibile alle annaffiature eccessive. A tal riguardo, bisogna distinguere tra le piante coltivate all'esterno in terra o in vaso, e quelle coltivate in zone riparate. Per le viti americane poste in luoghi aperti, è necessario bagnare la terra e procedere con l'irrigazione solo quando quest'ultima è asciutta. E' opportuno anche procedere con l'innaffiatura solo quando non si prevedono piogge, senza rendere fradicio il terreno, sia se posizionata in vaso che se in terra. Si devono inoltre evitare ristagni idrici e terreni troppo umidi, tenendo presente che la vite americana soffre più nel ricevere un'eccessiva innaffiatura, che per una carenza di acqua. Per operare in tale direzione si deve naturalmente fare leva sul proprio buon senso, nel pieno rispetto della pianta e delle sue necessità, appurando di volta in volta lo stato del terreno su cui poggiano le radici della pianta. Gli stessi accorgimenti devono essere seguiti se la vite americana è piantata in un luogo riparato, in cui è d'obbligo procedere con innaffiature ogni 2-3 giorni, specie in estate.
Vite americana pianta

Cifo S5 radicale concime a base di chelato di ferro confezione da 100 grammi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€
(Risparmi 6€)


Prendersi cura della vite americana

vite americana coltivazione Conosciuta anche col nome di Ampelopsis Vitchii, la vite americana può raggiungere anche i quindici metri di altezza, specie se si poggia su gazebi, muri o alberi. Il suo arrampicarsi può essere spontaneo, pertanto spesso non ha nemmeno bisogno di essere adeguatamente fissata alle pareti per poter crescere. La semina ideale avviene in primavera (direttamente nel luogo in cui crescerà da adulta) o in autunno (in semenzato, per poi essere trapiantata in primavera). Il suo periodo di fioritura è l'estate, in particolare nei mesi di giugno, luglio e agosto, durante i quali produce piccoli fiori e le foglie diventano più maestose. La vite americana cresce in modo rapido, ma per farlo ha bisogno di un clima temperato, di posizioni soleggiate per metà giornata, di un terreno organico umido ma non eccessivamente bagnato. Può crescere in modo eccezionale sia in vaso che in terra, sia all'aperto che al chiuso, a patto che si valuti sempre con attenzione l'umidità del terreno e il clima dell'ambiente. La potatura ideale avviene durante l'inverno, e può essere sia drastica che lieve, poichè in entrambi i casi rafforzerà e ringiovanirà la pianta che, dal canto suo, non ne soffrirà in alcun caso.

  • Fogliame di Vite americana I rampicanti chiamati comunemente Vite americana comprendono diverse specie del genere denominato Parthenocissus, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae. Queste piante sono originarie dell'America ...
  • Esempio di vite americana Generalmente la vite americana si adatta a molti tipi di terreno, ma predilige un clima temperato e un drenaggio abituale che lo rende spesso fresco, soprattutto in estate. La quantità di acqua e i te...
  • rampicanti Le piante rampicanti hanno la caratteristica di crescere espandendosi molto, sia in larghezza che in altezza. Il loro apparato fogliare e i rami, durante il ciclo vegetativo, si arrampicano letteralme...

Trachelospermum gelsomino stellato 75 cm +/-

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,5€


Vite americana concimazione

concimazione vite americana La vite americana cresce in modo molto rapido, specie nei periodi estivi. Per tale motivo necessita di molte sostanze nutritizie e di un terreno organico ben concimato. Una corretta concimazione del terreno permetterà alla pianta di crescere in maniera rigogliosa e continuativa, in relazione al luogo e all'ambiente in cui è posta. Uno degli elementi più importanti che garantiscono la crescita rigogliosa della pianta, è certamente il posizionamento nel terreno, fin dalla primo impianto, di stallatico. Lo stallatico deve essere posizionato prima di ricoprire le radici della vite americana con la terra, sia per quanto riguarda l'impiantazione in giardino che per quella in vaso. Lo stallatico avrà molta importanza nel periodo di crescita giovanile della pianta, mentre per gli anni successivi sarà opportuno concimare il terreno regolarmente durante l'inverno, con l'utilizzo di granulari bilanciati o letami. Nel terreno della vite americana, inoltre, specie se coltivata in vaso, non dovrebbe mai mancare l'azoto. L'azoto permette non solo una crescita omogenea dei rami, ma soprattutto la creazione di una buona rigogliosità fogliare (indispensabile per un impiego ornamentale della pianta).


La vite americana: Malattie e rimedi possibili

malattie vite americana Una delle infestazioni più diffuse di cui la vite americana può essere affetta, è quella degli Oidio. Gli Oidio sono dei piccoli funghi che si sviluppano sulle foglie specie quando la pianta si trova in un ambiente molto umido e con un terreno poco drenato. Lo Odio è una muffa biancastra che va a coprire tutte le foglie, riducendo sensibilmente la rigogliosità e finendo per intaccare anche i rami, al punto da renderli fradici. Per risolvere questo tipo di malattia, è opportuno cambiare il terreno, renderlo drenato, creare un ambiente più temperato e potare i rami più infestati della pianta. Altra infestazione può essere quella derivata dagli afidi, che si sviluppano a piccoli gruppi e si nutrono della linfa delle foglie e dei rami, inducendo progressivamente la morte della vite americana. L'unico metodo per combatterli è quello che fa ricorso all'utilizzo di appositi insetticida, acquistabili nei più comuni negozi specializzati. Infine, l'ultima malattia a cui possono essere soggette le viti americane, sono quelle derivate dalle cocciniglie, ovvero da piccoli parassiti che si nutrono anch'essi della linfa. Si possono contrastare con l'utilizzo di prodotti a base di olio di pino.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO