Parthenocissus tricuspidata

Parthenocissus tricuspidata

La Parthenocissus tricuspidata è una pianta rampicante a foglie caduche, che appartiene alla famiglia delle Vitaceae. La specie ha origine in Cina e nella regione himalayana. In natura la pianta è in grado di ancorarsi agli alberi per potersi sviluppare adeguatamente. Le foglie hanno una forma palmata, con tre punte e mostrano una superficie liscia con una colorazione verde durante l'estate e rossa durante l'autunno. I rami quando sono giovani hanno una forma spigolosa e presentano una crescita rapida, arrivando in pochi anni a lunghezze anche di 20 metri. I fiori, che sbocciano nei mesi tra giugno e luglio, hanno una colorazione verde. I frutti hanno una colorazione blu tendente al nero. I viticci sono muniti di speciali ventose per cui sono in grado di arrampicarsi ovunque senza necessità di sostegni.
Parthenocissus tricuspidata

Passiflora caerulea 60 cm, resistente fino a 5°C

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€


Coltivazione della Parthenocissus tricuspidata

Foglie di Parthenocissus tricuspidata La piantumazione della Parthenocissus tricuspidata dovrebbe essere effettuata nei mesi tra novembre e marzo, cercando di utilizzare piante già mature coltivate precedentemente in vaso, dal momento che le piantine più giovani soffrono il trapianto nel terreno. Il terreno ideale per la coltivazione della Parthenocissus tricuspidata dovrebbe essere umido e ricco di sostanze nutritive organiche. La pianta è in grado di svilupparsi adeguatamente sia in posizione ombreggiata, sia in posizione soleggiata anche se predilige la prima, riuscendo ad esprimere al meglio la colorazione delle foglie. La pianta non dovrebbe essere posizionata in un luogo con correnti d'aria e dovrebbe essere riparata dalle possibili gelate tardive primaverili che potrebbero danneggiare irreparabilmente i germogli, pur non rovinando il resto della pianta.

  • Panoramica Agrumi Gli agrumi sono alberi appartenenti alla famiglia delle Rutaceae e ai generi Citrus (come arancio, limone o pompelmo), Fortunella (cioè il Kumqat) e Poncirus. I tre generi comprendono 18 specie stabil...
  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Pianta di melo con frutti La storia del melo è molto antica; sembra che il suo centro d’origine sia localizzato in unaregione montagnosa del Sud-Est della Cina dove, tramite la propagazione delle specie Malus Sieversii, si s...

Passiflora foetida, acqua limone Passiflora, 20 semi, frutta saporito, vitigno vigoroso, zona 9 a 11, grande pianta d'appartamento

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,97€


Cura della Parthenocissus tricuspidata

Parthenocissus tricuspidata su parete La Parthenocissus tricuspidata non necessita di annaffiature abbondanti, da tenere in considerazione infatti che teme i ristagni idrici che potrebbero provocare marciumi radicali, quindi il terreno dovrebbe essere umido, ma dovrebbe avere un ottimo drenaggio. Durante il periodo estivo le annaffiature dovrebbero essere maggiormente frequenti, per i restanti periodi dell'anno si dovrebbe provvedere ad irrigare quando il terreno risulti secco da alcuni giorni e in assenza di piogge. La fertilizzazione per ottenere un adeguato sviluppo della pianta dovrebbe essere prevista dalla messa messa a dimora, spargendo dello stallatico maturo nella buca. Successivamente, verso l'inizio e la fine dell'inverno si dovrebbe provvedere ad interrare dello stallatico o del concime granulare ai piedi del fusto.


Propagazione e potatura della Parthenocissus tricuspidata

Muro con rampicante di Parthenocissus tricuspidata La propagazione della Parthenociussus tricuspidata potrebbe avvenire sia per talea sia per semina. La talea dovrebbe essere effettuata tra agosto e settembre prelevando dei rametti semimaturi o tra ottobre e novembre prelevandoli maturi. Le talee dovrebbero poi essere messe in vasi contenenti della sabbia. Quando le radici si saranno sviluppate si dovrà rinvasare in un contenitore contenente del terriccio. La riproduzione per semina dovrebbe avvenire tra ottobre e novembre, piantando i semi in vasi che contengano del terriccio. La pianta resiste bene alla potatura, tanto che potrebbero essere eseguiti degli interventi durante l'anno. Alla fine dell'inverno si dovrebbero eliminare i rami spezzati, malati o danneggiati dal gelo. Un altro intervento andrebbe effettuato all'inizio dell'inverno per conservare la forma della pianta e facilitarle la ripresa vegetativa.




COMMENTI SULL' ARTICOLO