Motori per cancelli

Automatizzare il cancello

La presenza di un cancello ad apertura manuale e il desiderio di renderlo automatico possono facilmente coincidere senza la necessità di sostituire l’intera struttura: a questo proposito sono disponibili sul mercato moltissimi tipi di motori che si differenziano per utilizzo e funzionalità che possono adattarsi ai diversi tipi di cancello e renderlo automatico. I vantaggi sono innumerevoli: non solo una maggiore praticità di utilizzo, ma anche maggiore sicurezza poiché l’apertura del cancello stesso può avvenire solamente tramite l’apposito telecomando. Ciò non significa che occorre necessariamente eliminare ogni possibilità di apertura manuale: essa può venire comunque mantenuta in modo tale da rendere la struttura fruibile anche in caso di guasto o temporanea assenza di corrente, che alimenta il motore. Il cancello automatico può funzionare con fotocellule e telecomando, per garantire l’ingresso controllato all’abitazione e favorire l’apertura senza che vi sia la necessità di scendere dal proprio veicolo.
Motore per cancello

Motore per cancello a battente NICE ME3024

Prezzo: in offerta su Amazon a: 225€


Caratteristiche da ricercare

Motore per cancelloI motori disponibili sul mercato sono molteplici e dalle caratteristiche estremamente variegate: per potersi orientare ed effettuare l’acquisto di un motore sicuro e adatto al proprio cancello occorre ricercare alcune particolari caratteristiche che ne determinano la qualità. Ad accrescere il valore del motore per cancello sono innanzitutto il fissaggio antivibrazioni e la struttura che consente i movimenti su cuscinetti a sfera: in questo modo il cancello non verrà sottoposto ad eccessive stimolazioni e il movimento sarà fluido. Ridurre le vibrazioni che si ripercuotono sul cancello significa ridurre, a lungo termine, la possibilità di provocare danni alla struttura stessa, che deve essere solidamente accompagnata nei movimenti. Immancabile, inoltre, un dispositivo di rilevamento degli ostacoli, in grado di arrestare se necessario il movimento del cancello, evitando non solo che esso subisca danni ma anche rendendo impossibili eventuali incidenti domestici che potrebbero insorgere a causa di una posizione troppo ravvicinata al cancello nelle sue fasi di movimento. Un’apposita centrali permetterà il corretto funzionamento della struttura grazie alla ricezione dei segnali dei telecomandi, con possibilità di accumulo energetico che permetterà il corretto funzionamento del cancello anche in caso di cali di corrente di breve entità e durata. La possibilità di funzionamento manuale, invece, dovrebbe andare di pari passo con l’inibizione del sistema di apertura elettrica, per la più totale sicurezza di utilizzo.

  • Recinzione Delimitare gli spazi può essere un modo per rendere più personale il proprio giardino; altre volte invece si tratta di una vera necessità, legata a questioni di privacy e sicurezza. Qualunque sia la r...
  • Cancello in ferro Ogni spazio recintato necessita di ingressi, che possono essere lasciati liberi o delimitati con cancelli che vanno a completare il risultato finale. Acquistati contemporaneamente o separatamente al r...
  • Cancello in ferro I cancelli in ferro sono strutture che possono trovare spazio in qualsiasi tipo di giardino o di proprietà grazie alla varietà di modelli presenti sul mercato: le caratteristiche principali da tenere ...
  • Recinzione in ferro Definire gli spazi e i confini del proprio terreno è un’esigenza da sempre diffusa: si può desiderare di avere a propria disposizione una barriera che precluda la vista e protegga da eventuali intrusi...

Motore per cancello a battente NICE ME3000

Prezzo: in offerta su Amazon a: 225€


Tipologie di cancelli

Motore per cancelliPer poter automatizzare un cancello già presente nel giardino occorre valutarne attentamente le caratteristiche, in modo tale da individuare il sistema più adatto da applicare. A fare la differenza sarà la tipologia di apertura già presente, ma anche il peso, le dimensioni del cancello e il materiale realizzativo. I meccanismi per cancelli scorrevoli, ad ante battenti, basculanti o sezionali sono infatti diversi e devono essere valutati caso per caso, per poter effettuare una installazione che non richieda particolari interventi e modifiche alla struttura già presente e allo spazio circostante. In particolare, occorre orientarsi verso meccanismi che, in caso di cancelli di grandi dimensioni e strutture dal peso considerevole, possano garantire il corretto spostamento delle ante del cancello e che ne offrano il giusto supporto, in modo tale che la struttura con il passare degli anni non risenta di un funzionamento instabile e che scarica su di esso troppe vibrazioni.


Motori per cancelli: Acquisto e installazione

Motore per cancelliSe le proprie conoscenze in questo ambito sono limitate, si consiglia di recarsi presso più punti vendita per poter controllare e verificare le differenze tra le varie tipologie di supporto e di motore per cancello, richiedendo se possibile un sopralluogo, solitamente incluso nel preventivo, per poter avere una guida nella scelta e la certezza di installare una struttura adeguata e in grado di proteggere e far funzionare correttamente il cancello, senza ripercussioni a lungo termine. Inoltre è possibile concordare la posa in opera da parte di operai specializzati incaricati dal punto vendita, per avere la certezza di un’installazione realizzata a regola d’arte e totalmente sicura e funzionale. E’ comunque possibile eseguire i lavori in modo autonomo, soprattutto se si ha già qualche esperienza pregressa di tal genere, assicurandosi che ogni operazione venga compiuta con la massima meticolosità e precisione per non compromettere il funzionamento finale del motore e non danneggiare il cancello. In questo caso è possibile acquistare il motore anche direttamente tramite il web ed ordinarne la consegna, con un netto risparmio di tempo e di denaro. Occorre però affidarsi a ditte specializzate e di fiducia, che possano garantire la qualità di una struttura pensata per essere utilizzata più volte al giorno per lunghi periodi: una spesa più consistente iniziale può tradursi nel risparmio a lungo termine, se il motore è in grado di garantire il proprio funzionamento in modo ineccepibile negli anni seguenti all’acquisto, complice un’accurata e corretta pulizia e una periodica manutenzione a seconda delle necessità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO