Costruire un recinto

Come costruire un recinto con il 'fai da te'

Per delimitare i confini del proprio terreno e per aumentare il livello di sicurezza dell'intera area, la soluzione è semplice: costruire un recinto. L'operazione è effettuabile anche attraverso il 'fai da te', senza che sia necessario essere degli esperti nel settore della muratura. Per costruire un recinto non sono necessari dei permessi comunali, ma è comunque consigliato verificare le norme vigenti recandosi presso gli uffici del Comune sul quale il terreno insiste, in modo tale da informarsi con certezza circa le distanze minime da rispettare verso le altre proprietà e verso gli spazi pubblici, nonché sull'altezza massima che può avere l'opera da realizzare. Una volta reperite tutte le informazioni necessarie, è possibile iniziare a procurarsi le materie prime per procedere all'inizio dei lavori.
Recinto costruito in legno

Rete per recinzioni a maglia Esagonale + Paletti | Rotolo di 10m | Altezza Rete 1m | Dimensione Maglia 13x13mm | Incl 8 Paletti alti 140cm | Rete metallica rivestita di plastica verde per animali e piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,56€


La scelta dei materiali da impiegare

Recinzione realizzata in metallo La prima cosa da fare quando si intende realizzare un recinto è quella di scegliere il tipo di materiale da impiegare per la costruzione. La scelta ricade generalmente sul legno o sulle reti metalliche. Per quanto riguarda il legno, il vantaggio è rappresentato indubbiamente dall'affascinante aspetto estetico del materiale, che però è soggetto ad attacchi di insetti e di parassiti, oltre a mostrarsi poco resistente alle intemperie. Esistono in commercio dei pannelli prefabbricati in legno, i quali consentono di evitare la lavorazione delle singole assi. Le reti in metallo rappresentano una soluzione vantaggiosa ma poco appariscente dal punto di vista visivo, rivelandosi comunque resistenti nel tempo e assicurando un buon grado di protezione dalle intrusioni. Inoltre, le reti metalliche si dimostrano abbastanza semplici da installare.

    Kerbl - Recinto per giardino elettrificabile, colore: Verde, lunghezza: 50 m, altezza: 112 cm, recinto infilabile sottile (6 x 6 cm) 14 pali con doppia estremità metallica, che rendono il recinto stabile e versatile, recinzione elettrica da pascolo per conigli, galline, volatili, cani, gatti, per piccoli animali; protezione contro martori, aironi, volpi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 141,39€


    Scelta dell'altezza e delimitazione dell'area da recintare

    Paletto realizzato in ferro Un elemento da determinare prima dell'inizio dei lavori è l'altezza del recinto: se l'obiettivo è quello di proteggere la privacy o garantire un minimo di sicurezza, si consiglia di scegliere un'altezza di 180 centimetri, mentre se lo scopo è semplicemente quello di delimitare la zona, possono bastare anche 120 o 130 centimetri. Dopo aver scelto l'altezza e il materiale più adatto alle proprie esigenze, bisogna fissare quattro paletti sui confini del terreno, uno per ogni angolo, e successivamente raccordarli con del fil di ferro o con dello spago. Portata a termine l'operazione, è necessario individuare alcuni punti su cui piazzare dei paletti intermedi, onde rendere la costruzione più stabile. Si consiglia di misurare l'intera lunghezza del recinto e dividerla per 2,5 metri, ricavando così il numero totale dei paletti da piazzare.


    Costruire un recinto: Fissaggio dei paletti e completamento della recinzione

    Pala da giardinaggio Servendosi di una pala, scavare delle buche su cui fissare i paletti intermedi, interrandoli per circa un terzo della loro lunghezza. Completata l'operazione, è necessario versare del cemento all'interno delle buche, riempiendo quasi totalmente lo spazio a disposizione. Successivamente bisogna inserire i pali all'interno di ogni buca, attendendo che il cemento compia la sua azione solidificante. A questo punto, se si è scelto il legno, inserire una trave ogni due paletti, fissando in un secondo momento le assi verticali prefabbricate. Naturalmente, la distanza tra un'asse e l'altra varia in base al proprio progetto. Si consiglia, comunque, di non superare i 20 centimetri di distanza. Terminata l'installazione, è possibile verniciare la staccionata con il colore preferito. Se, invece, si è optato per la rete metallica, quest'ultima va srotolata per l'intera lunghezza del recinto e agganciata ai pali, che in questo caso saranno dotati di appositi supporti per l'ancoraggio. È importante assicurarsi che la rete sia dritta e ben tesa, agganciandola definitivamente solo dopo aver controllato la buona riuscita dell'opera.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO