Coltivare lo zafferano

Caratteristiche dello zafferano

Lo zafferano è una spezia prodotta dai fiori del crocus sativus. I fiori sono delicati, composti da sei petali di un intenso color violetto. Ogni fiore ha tre lunghi stimmi o filamenti, di color rosso intenso, raccolti ed essiccati diventano zafferano. La resa per pianta è bassissima, mediamente per produrre un grammo di zafferano occorrono almeno 120 fiori. Per coltivare lo zafferano si ricorre al lavoro manuale, questo giustifica il prezzo di vendita così elevato. Mediamente un chilogrammo di zafferano, per il quale occorrono 120.000-150.000 fiori, viene venduto all'ingrosso ad un prezzo fra i 10.000-13.000€. Al dettaglio la spezia viene commercializzata in bustine monodosi ad un prezzo al grammo che può arrivare anche a 15-20€. La forte oscillazione dei prezzi dipende dai paesi di produzione. Molto pregiato è lo zafferano di qualità italiana, meno lo zafferano proveniente dall'Iran e dai Paesi limitrofi che rappresentano oltre il 90% della produzione mondiale. Un prezzo più basso si giustifica con un minore costo della manodopera che troviamo nei Paesi asiatici, e per i minori controlli su tutto il processo di produzione della preziosa spezia che ne determina la purezza.
Fiori di piantine di zafferano

Zafferano Bulbi, Paesi Bassi Crocus sativus fiore pianta rara bonsai Fiore piante da fiore bulbi freschi (non è seme) -2 Bulbi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Come coltivare lo zafferano nell'orto

Coltivazione di zafferano Per coltivare lo zafferano per prima cosa bisogna individuare il terreno e la sua posizione. E' preferibile una zona collinare, soleggiata, ventilata e poco umida. Il crocus sativus si riproduce per bulbi di un diametro di 3-5 cm. I bulbi sono facilmente acquistabili presso i negozi specializzati, anche online, fiere e mercati, il prezzo oscilla fra 0,40€ e 0,80€ ad unità. In primavera si prepara il terreno con zappature e concime, si può comperare quello stallatico pellettato. In un orto di circa 100 mq si possono piantare mediamente 1500 bulbi che generano da 3000 a 4500 fiori. I bulbi si piantano a fine estate ad una profondità di 8-10 cm e ad una distanza di circa 12-15 cm l'uno dall'altro. Ogni due o tre anni, ad inizio estate quando le piantine sono in quiescenza, i bulbi devono essere recuperati dalla terra, ripuliti e separati i piccoli bulbi che nel frattempo hanno generato, messi ad asciugare e ripiantati a fine estate. Se si vuol fare una coltivazione sui balconi o terrazzi, occorrono almeno 5 vasi, meglio cassette, di dimensione almeno di 1 mq. per poter avere una produzione di zafferano, a uso domestico, un minimo soddisfacente.

  • zucchine1 La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, caratterizzata da un cespuglio formato a partire dal fusto strisciante oppure rampicante, comunque fle...
  • porro Il porro (Allium porrum) è una pianta erbacea monocotiledone appartenente alla famiglia delle Liliaceae caratterizzata da falsi fusti simili a bulbi nella loro parte inferiori, formati in realtà da pi...
  • coltivazione lattuga La lattuga (Lactuca sativa) volgarmente denominata insalata è una pianta a ciclo biennale che viene coltivata come annuale per il consumo di solito a crudo delle foglie che possono variare molto per f...
  • ortobotanico-palermo L’orto botanico è uno spazio esterno destinato alla coltivazione ed allo studio di diverse specie di piante. Questo spazio si presenta proprio come un grande giardino, in cui le varie specie vengono c...

semi 100PC zafferano, semi di fiori di zafferano, semi di zafferano, Giardino fiori delle piante, semi Bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Raccolta ed essiccazione dello zafferano

Stimmi di zafferano La fioritura delle piantine del crocus sativus avviene in primavera. Mediamente ogni piantina genera tre fiori. Questi devono essere raccolti alla mattina presto quando sono ancora chiusi. Subito dopo la raccolta, con la punta delle dita si staccano i tre stimmi dal fiore facendo molta attenzione a non disperdere la preziosa spezia che contengono. Seguirà l'essiccazione dei lunghi filamenti rossi, se ci sono delle belle giornate di sole va bene anche l'esposizione solare. In alternativa si può utilizzare per pochi minuti il forno ad una temperatura non superiore a 40°, facendo attenzione a non superare i 10 minuti. Dopo l'essiccazione gli stimmi prendono il nome di zafferano e sono pronti all'uso. Se nel nostro orto abbiamo piantato 1500 bulbi, abbiamo raccolto fra i 4000 -5000 fiori. Per ottenere 1 grammo di zafferano occorrono 120-150 fiori, per cui possiamo produrre circa 35 grammi. Ad un prezzo di mercato di 15€ al grammo la coltivazione del nostro orto da un valore di oltre 500€.


Coltivare lo zafferano: Uso e proprietà dello zafferano

Conservazione dello zafferano Lo zafferano deve essere conservato in contenitori ermetici di vetro o di metallo in un ambiente fresco e asciutto. Se vogliamo fare dei regali si può metterlo in piccole bustine per alimenti. Si possono creare delle graziose bustine utilizzando le veline copri vassoio che si usano in pasticceria. Lo zafferano è non solo una preziosa spezia il cui uso in cucina noi tutti conosciamo, ma è usato anche in erboristeria e in medicina per le numerose proprietà curative. E' confermato che lo zafferano è un ottimo antidepressivo, ha inoltre proprietà di calmante della sindrome premestruale, dei disturbi respiratori, combatte i radicali liberi causa dell'invecchiamento, aiuta la digestione.... Bisogna però fare attenzione alle dosi, non oltre 0,5 grammi al giorno, perché è anche una spezia con caratteristiche di tossicità. Presa a dosi elevate oltre ai 4 grammi al giorno è fortemente tossico. Noti sono anche le sue proprietà di procurare l'aborto spontaneo. Si può fare un'ottima tisana sciogliendo in acqua calda un pizzico di zafferano con un cucchiaino di miele, lasciare riposare per almeno 10 minuti prima di berla, è un ottimo antidepressivo naturale, il buon umore è assicurato.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO