Elicriso liquirizia

L'elicriso liquirizia: una pianta mediterranea

L'elicriso, detto anche elicriso liquirizia, è una pianta arbustiva che cresce spontanea in Italia; infatti il suo nome latino, Helicrisum italicum, ne tradisce le origini. Questa pianta predilige terreni poveri, sabbiosi e aridi, e un clima mediterraneo: estati asciutte e calde ed inverni miti e non troppo umidi e freddi. I suo rami sottili si colorano di note gialle in primavera, questo è infatti il colore dei fiori, e le sue foglie, di colore misto tra argento e verde, sono allungate, corpose e dotate di una piccola peluria: sono accorgimenti che fanno in modo che la pianta sia resistente sia al vento che al sole. Tutto questo, insieme al fatto che si adatta molto bene ai terreni ad alta salinità, ci permette di vedere questo arbusto vicino al mare, lungo le coste sabbiose di tutto il mediterraneo.
L'elicrisio liquirizia

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Come coltivare l'elicriso

L'elicrisio predilige luoghi secchi e caldi Per le sue qualità di resistenza al sole, al vento ed alla siccità, è piuttosto facile coltivare l'elicriso, sia a terra che in vaso. La propagazione può avvenire per semina o anche per talea, in quest'ultimo caso è consigliabile effettuare l'operazione nel periodo autunnale, prima del riposo invernale. Nella scelta del luogo di semina o di trapianto è bene ricordare di scegliere un posto che sia soleggiato, asciutto, dove il terreno sia ben drenato, e non eccessivamente calcareo; infatti gli accumuli di acqua possono essere fatali per questa pianta. Non occorre effettuare potatura, solamente una semplice rimozione periodica dei rami secchi, tagliando solo nel caso si voglia mantenere una determinata forma. Le foglie e i fiori possono essere raccolti ed essiccati durante tutto il periodo caldo, da metà primavera fino metà autunno.

  • pianta di salvia La salvia, denominata anche salvia comune o domestica, appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Salvia ed alla specie officinalis. È una pianta perenne alta e larga da 30 a 70 cm, con un port...
  • Varietà di basilico La pianta del basilico appartiene alla famiglia delle Lamiacee ed è un arbusto annuale di piccole dimensioni. E’ originario dell’Asia ma viene coltivato anche nel nostro paese da molti anni. È caratte...
  • Foglie della pianta della maggiorana La pianta della maggiorana è originaria dell’Africa ma da molti anni viene coltivata anche nel nostro paese. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e ne esistono numerose varietà che presentano prof...
  • Salvia in fiore La salvia è una pianta rustica, che vive bene se esposta in pieno sole. Coltivare la salvia è piuttosto semplice e può crescere anche in vaso, a condizione che ci sia una buona circolazione dell'aria....

Il Kit Piante da Cocktail di Plant Theatre - 6 varietà da coltivare - Un fantastico regalo per gli amanti del giardinaggio che non disdegnano di farsi un bicchierino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


L'elicriso in cucina: arrosti, insalate e risotti.

Olio di elicriso da usare in cucina Dopo aver toccato con le mani le foglie allungate dell'elicriso sentiremo un profumo misto di liquirizia e curry. Queste note aromatiche rendono molto versatile il suo impiego in cucina, nonostante venga poco utilizzato. E' un'erba aromatica adatta per arrosti, ed in particolare per il pollo. Le foglie, una volta essiccate e tritate, con il loro odore leggermente esotico possono essere usato nella preparazione di risotti o per aggiungere una nota di sapore nelle frittate. E' importante che siano essiccate perché, se fresche, si potrebbe percepire un retrogusto amaro. Possono essere usate in insalate e come aggiunta nell'impasto delle frittelle. Nel periodo di fioritura, che va da aprile a settembre, si ricava il miele di elicrisio. Quest'ultimo, prodotto lungo il litorale toscano, dove viene chiamato miele di spiaggia, è particolarmente odoroso, ma molto raro.


Elicriso liquirizia: Curiosità, tisane e proprietà dell'elicrisio

Fiori di <em>elicrisio</em> liquirizia Le proprietà dell'elicriso sono molteplici. In cosmetica è utilizzato per produrre profumi, bagnoschiuma e creme per le sue proprietà emollienti. Infusi e tisane fatte con i fiori di elicrisio hanno potere: rilassante, drenante, antinfiammatorio; ed in primavera decotti possono alleviare i sintomi di allergia da graminacee. Inoltre, protegge i tessuti e il fegato e stimola la circolazione sanguigna, perciò impacchi sono consigliati in casi di geloni o mani e piedi freddi. Il nome elicriso deriva dal greco e significa oro del sole, questo nome deriva dal colore giallo acceso dei fiori, fiori che mantengono il loro colore e profumo molto a lungo, anche dopo essere stati recisi e messi a seccare. Per questo motivo in molte regioni d'Italia viene genericamente chiamato con il nome di semprevivo o perpetuino.


  • elicrisio L'elicriso, il cui nome scientifico è “Helichrysum italicum L.”, fa parte della famiglia delle Asteracee (Composite). S
    visita : elicrisio
  • elicriso pianta L’elicriso, chiamato anche semprevivo o perpetuino d’Italia, appartiene alla famiglia delle Composite, al genere Helichr
    visita : elicriso pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO