Bonsai gardenia

vedi anche: Gardenia

Bonsai gardenia caratteristiche

I bonsai di gardenia sono in realtà da esterno, perché la gardenia è una pianta tropicale e preferisce stare al sole. Tuttavia, alle nostre latitudini un bonsai del genere potrebbe danneggiarsi se viene tenuto fuori, perché la gardenia teme molto il freddo. Così è un’ottima pianta anche da appartamento, purché sia tenuta lontano da fonti di forte calore come stufe e termosifoni. In estate, poi, il bonsai può essere tranquillamente spostato di nuovo all’esterno. La gardenia predilige posizioni arieggiate ma al riparo dalle intemperie, luminose ma non eccessivamente calde, dunque non è proprio una specie semplice da trattare, bisogna donarle equilibrio per consentirne lo sviluppo. La gardenia va sempre annaffiata perché deve stare sempre in condizioni di umidità, anche se bisogna sempre evitare i ristagni idrici.
Un esempio di bonsai di gardenia

GRÜNTEK Giardino Forbici CACATUA Interruttore der cricchetto, Cesoie Spessore Sezione 24 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,75€
(Risparmi 6,23€)


Bonsai gardenia coltivazione

Un bellissimo fiore di gardenia bianca Nel periodo vegetativo, la gardenia, anche sotto forma di bonsai, necessita di più acqua, che però va somministrata lentamente e non troppo di frequente, altrimenti il rischio è quello di perdere i boccioli per l'assorbimento di una dosa eccessiva di acqua. Il terreno, inoltre, deve essere ben drenato, altrimenti si rischiano i pericolosi marciumi radicali. Per favorire il drenaggio, conviene usare sempre uno strato di akadama alla base del vaso del nostro bonsai: questa specie di ghiaia di origine vulcanica viene estratta solo in Giappone, per questo costa molto, ma il risultato è garantito se viene usata per questo tipo di piante. Il bonsai di gardenia ha poi bisogno di essere concimato: bisogna usare un prodotto ricco di fosforo e potassio da somministrare dall’inizio della primavera fino all’inizio dell’inverno.

    Set giardino a Incudine gufo con lama in acciaio giapponese SK5 acciaio albero Forbici per il taglio di legno secco e Difficili da schneidendem in 3 Passi. Con Garanzia di soddisfazione 21 giorni.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,78€
    (Risparmi 7,17€)


    Bonsai gardenia cure

    Giovani bonsai di gardenia non ancora fioriti La concimazione di un bonsai di gardenia non è così semplice, bisogna adottare alcune precauzioni e scegliere il tipo giusto di fertilizzante. Prima di ogni somministrazione bisogna inumidire il terreno con un po’ d’acqua, affinché le radici non vengano danneggiate dal prodotto. Una volta al mese bisogna utilizzare un concime liquido da miscelare all’acqua delle normali irrigazioni. Poi ogni tanto è bene usare del concime granulare a lenta cessione che consente un assorbimento più graduale da parte della pianta, che così riceverà tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno. Infine bisogna provvedere alla potatura: bisogna effettuare due tipi di potatura, il primo è quello di formazione, che serve a conferire una forma armoniosa alla chioma del nostro bonsai; la seconda è quella di mantenimento, che va eseguita per eliminare eventuali parti danneggiate o secche.


    Bonsai gardenia rinvaso

    Un esempio di bonsai di gardenia prima della potatura Almeno ogni due anni bisogna provvedere al rinvaso del bonsai di gardenia, sostituendo il vaso precedente con un recipiente un po’ più grande. Questa operazione va eseguita in primavera: innanzitutto bisogna sostituire anche lo strato basale di akadama, che si sarà sfaldato e sarà dunque inutile al drenaggio. Bisogna dunque porre un nuovo strato, che andrà poi ricoperto con del terriccio mischiato a torba e sabbia in parti uguali. Se sono cresciute troppo, bisogna spuntare le radici, ma senza mai esagerare; durante il periodo vegetativo, inoltre, si possono apporre dei pesi, come dei sassi, alla base del bonsai, per indirizzare l’andamento del tronco, qualora gli si voglia dare una forma particolare. I nemici della gardenia sono gli afidi, i ragnetti rossi e i pidocchi che attaccano l’apparato radicale: per prevenire questi problemi bisogna usare un antiparassitario specifico. La cocciniglia, invece, è la responsabile delle macchie sulle foglie: per eliminarla basta lavare ripetutamente il fogliame con acqua o con prodotti specifici per questo tipo di problemi.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO