Bonsai hibiscus

vedi anche: ibiscus

Bonsai di hibiscus

L'Ibisco è un genere di pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae che mostra caratteristiche diversificate, esistono specie arboree, arbustive o erbacee sia annuali sia perenni. Il bonsai di hibiscus è una pianta a foglia caduca che ha origine nelle aree tropicali e nella fascia temperata. I fiori di hibiscus sbocciano nell'ascella delle foglie oppure sulla parte terminale dei rami e mostrano una forma ad imbuto. I fiori potrebbero essere semplici, doppi oppure plurimi. Esistono moltissime varietà di hibiscus che mostrano una colorazione dei fiori diversificata e variabile tra il bianco, il giallo, il rosa e il rosso. L'hibiscus è una pianta molto versatile che potrebbe essere coltivata sia in appartamento sia all'aperto in base alle condizioni climatiche, dal momento che soffre particolarmente il freddo.
Bonsai hibiscus

Acero rosso, Prebonsai, 13 anni, 48cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 172,6€


Caratteristiche del bonsai di hibiscus

Fiore di ibisco Il bonsai hibiscus per svilupparsi adeguatamente dovrebbe essere coltivato in una zona dove la temperatura non scenda al di sotto dei 13 gradi. In caso la pianta venga posta all'aperto in primavera ed in estate sarebbe opportuno ricordare che dovrebbe essere abituata gradualmente alle condizioni ambientali esterne. Per procedere con cautela si dovrebbe porre la pianta in una zona ombreggiata per alcuni giorni, successivamente passare ad una esposizione al sole solamente nelle ore mattutine prima di poterla esporre al sole per l'intera giornata. Nei primi giorni di esposizione solare alcune foglie potrebbero ingiallire e morire, ma è una condizione normale e non si dovrebbe temere per la pianta. La temperatura interna, in caso di coltivazione in appartamento, non dovrebbe superare i 25 gradi.

  • ficusginseng1. Il Ficus ginseng è una delle tante specie di piante appartenenti al genere Ficus. Il nome botanico di questa specie è Ficus retusa o microcarpa, ma è stato sostituito con il termine “ginseng” per via ...
  • Forbici giardinaggio Nonostante la tecnologia venga spesso in soccorso degli amanti del giardinaggio, per i più fini lavori di precisione la manualità svolge ancora un ruolo preponderante: nessuno strumento elettrico è in...
  • orchidea mini Le piante sono un eccezionale prodotto della potenza della Natura, ma ciò che di esse ha più mordente sull’animo umano sono assolutamente i fiori: essi sono concepiti dalla natura stessa come semplici...
  • ficus_retusa Tra le piante del genere Ficus, quella di cui stiamo per parlare è considerata una delle più apprezzate ed interessanti dal punto di vista ornamentale. Ci stiamo riferendo al ficus retusa, arbuato da...

Hydrofarm 12-570-105 Forbici per Bonsai, 60 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,89€


Coltivazione del bonsai hibiscus

Fiore di hibiscus Il bonsai di hibiscus è una pianta particolarmente resistente, infatti si dovrebbe tenere solamente in considerazione la protezione dal freddo e dalla siccità. Infatti anche se il bonsai di hibiscus è una pianta a foglie caduche andrebbe innaffiata con regolarità durante tutto l'arco dell'anno, anche durante il periodo di riposo vegetativo. Durante il periodo vegetativo, come per molte piante, le irrigazioni dovrebbero essere maggiormente frequenti, garantendo in questo modo una adeguata umidificazione ed idratazione della pianta che la protegga dal calore del sole. Il drenaggio dovrebbe essere ottimale in modo da evitare pericolosi ristagni d'acqua e adeguatamente arieggiato per consentire l'ossigenazione delle radici. Le annaffiature andrebbero anche regolate in base alla dimensione del vaso in cui è posta la pianta.


Bonsai hibiscus: Cura del bonsai di hibiscus

Fiore di hibiscus Al bonsai di hibiscus dovrebbe essere somministrata la fertilizzazione in primavera e in autunno, operazione da non effettuare mai nel periodo estivo, in periodi troppo caldi e dopo un rinvaso. Il periodo vegetativo dovrebbe essere quello in cui si dovrebbe intensificare la concimazione per garantire il corretto apporto di sostanze nutritive alla pianta. La concimazione andrebbe effettuata facendo sciogliere nell'acqua di irrigazione del concime liquido una volta al mese, o si potrebbe utilizzare del fertilizzante granulare a lento rilascio. La potatura di formazione serve per regolare la forma della pianta e andrebbe effettuata nel periodo primaverile. Durante il periodo vegetativo si dovrebbe effettuare solamente la cimatura e la defogliazione per eliminare le parti secche o danneggiate, lasciando almeno 2 o 3 foglie su ogni ramo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO