Bonsai ligustro

Origini e caratteristiche principali del bonsai Ligustro

Il bonsai Ligustro, noto anche come bonsai di Ligustum, è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Oleaceae. Di origini asiatiche, il bonsai Ligustro si presenta con una chioma corposa e con foglie di un verde estremamente lucido, le quali hanno dimensioni ridotte e una forma tendente all'ovale. I fiori del piccolo arbusto sono di colore bianco, ma non si manifestano in modo costante. Il bonsai Ligustro è utilizzato prevalentemente per fini ornamentali, poiché la sua particolare struttura lo rende ideale per l'ottenimento di un'estetica raffinata e ordinata. Trattandosi di un arbusto abituato a vivere in contesti che presentano temperature miti, il bonsai Ligustro si adatta perfettamente agli ambienti domestici durante l'inverno e può essere spostato all'esterno nei mesi più caldi.
Bonsai ligustro

FreshGadgetz Set di Porta vasi in ceramica Bianca porcellana Home Décor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,93€


Esposizione e innaffiatura del bonsai Ligustro

Foglie del bonsai Ligustro Il bonsai Ligustro predilige gli ambienti luminosi e soleggiati. Se coltivato all'interno, è preferibile tenere l'arbusto lontano dagli spifferi e da fonti di calore. In primavera e in estate è consigliato spostare il bonsai all'esterno, riservandogli una posizione riparata. Il bonsai Ligustro va innaffiato con regolarità. L'operazione va eseguita lentamente e in più fasi, in modo tale da consentire al terriccio di trattenere tutta la quantità di acqua di cui necessita. L'innaffiatura va effettuata esclusivamente nel caso in cui il terriccio sia secco, onde evitare dei ristagni idrici che potrebbero causare l'indebolimento delle radici. La frequenza dell'innaffiatura dipende dalla stagione e dal luogo in cui è tenuto l'arbusto. Se d'inverno è sufficiente un'innaffiatura al mese, d'estate è consigliato effettuarne una al giorno.

    albero bonsai piccolo come sfondo porta, formato: 200x90cm, telaio della porta, adesivi porta, porta decorazione, autoadesivi del portello

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,95€


    Potatura del bonsai Ligustro

    Particolare potatura di bonsai Ligustro Essendo il bonsai Ligustro una pianta ornamentale, la potatura è un'operazione che si rivela assolutamente necessaria. Si distinguono due diversi tipi di potatura, quella di formazione e quella di mantenimento. La potatura di formazione serve a imprimere al bonsai la forma che si desidera, naturalmente assecondando e rispettando la natura dell'arbusto. La potatura di mantenimento va eseguita periodicamente, sia per correggere gli eventuali difetti estetici che possono sorgere con la crescita e sia per rimuovere o curare gli eventuali rami secchi, malati o spezzati. Per eseguire correttamente la potatura sono necessari dei piccoli strumenti aventi delle lame affilate, mentre per la cura dei rami si consiglia di ricorrere a delle creme cicatrizzanti, onde evitare che l'arbusto possa essere colpito da attacchi parassitari.


    Bonsai ligustro: Concimazione e rinvaso del bonsai Ligustro

    Vaso adatto al bonsai Ligustro La concimazione del bonsai Ligustro va eseguita con cadenza mensile durante la stagione vegetativa, utilizzando preferibilmente un fertilizzante di tipo liquido. Il trattamento è da evitare nei mesi di luglio e di agosto. Il concime va versato delicatamente, bagnando abbondantemente il terriccio prima di eseguire l'operazione. Il rinvaso del bonsai Ligustro va effettuato annualmente, possibilmente nel periodo primaverile, sostituendo sia il substrato che il vaso. Per quanto riguarda il terriccio, si consiglia di optare per un composto formato al 50% da terriccio universale, al 25% da sabbia e al 25% da torba. La scelta del vaso è importante sia per dare all'arbusto un tocco estetico aggiuntivo e sia per consentire al bonsai di potersi sviluppare in modo corretto, garantendo al terriccio una completa ossigenazione.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO