Impianto irrigazione fuori terra

Curare casa e giardino

Il piacere di possedere affianco alla propria casa un giardino è un qualcosa di difficilmente esprimibile a parole; per coloro che davvero vivono il giardino, possederlo è un vero toccasana per la salute fisica e mentale. Al giorno d’oggi, in cui le case grandi (intendiamo ovviamente nell’estensione superficiale calpestabile) non sono più il primo obiettivo quando ci si accinge a trasferirsi in un’altra casa per via dei costi di acquisto (o di costruzione) e soprattutto per le tasse che sono applicate proporzionalmente ai metri quadrati dell’abitazione stessa, si preferisce comprarsi una cosa più piccola ma adeguatamente rifinita ed integrarla con un giardino esterno. Esso offre enormi vantaggi e possibilità, soprattutto per via del fatto che permette di diversificare il tempo libero con attività a contatto con la natura e comunque all’aria aperta. Ebbene, questi sono alcuni tra i pregi, visti in maniera generale, ma ovviamente ci sono anche i difetti, i contro: possedere casa con giardino porta a doversi prendere cura della casa (come sempre) ed in più prendersi cura del giardino. Oltre ad un pizzico di manualità ed esperienza in certi lavoretti, occorre soprattutto un po’ di tempo e di volontà in più, in quanto si tratta pur sempre di lavori extra, che però contribuiscono in maniera determinante a garantire che il giardino sia sempre al massimo delle sue potenzialità, in bellezza e praticabilità, oltre che ad evitare pericoli nell’utilizzo.
impianto fuori terra

Programmatore 'Amico Ii +' Perfetto Per Irrigare Due Zone Differenti In Maniera Completamente Indipendente. Display Da 3' Retro Illuminato, Funzione 'Battery Saver'. Centralina Elettronica Separabile Dall'Elettrovalvola, Funzione Prossima Irrigazione. Tem

Prezzo: in offerta su Amazon a: 58,87€


Perchè avere un giardino

impianto Alla fine tutti abbiamo capito perché in tutto il mondo c’è stata quell’inversione di tendenza che ha ci ha portato da case ed appartamenti di anche duecento metri quadrati (! davvero impressionante) a desiderare case di al massimo cento metri quadrati, che però garantiscano la presenza di un giardino all’esterno; si tratta infatti, come anche già detto nel paragrafo introduttivo, di questione economiche di acquisto e gestione. ma ci sfugge effettivamente il perché passare a desiderare un giardino; e qui, chi vive questa situazione attivamente, può convincerci semplicemente guardano i suoi occhi ed il sorriso che avrà quando ne parla. il giardino è pressoché unanimamente considerato il migliore antistress; tornare a casa dopo una pesante giornata di lavoro ed al massimo riuscire a guardare qualcosa in tv (che però asta diventando troppo polemica e ripetitiva) oppure dover comunque rimettersi in marcia tra traffico, ritardi dei mezzi e scioperi vari per raggiungere un parco o un bel luogo per passeggiare non fa che aggiungere altro stress e stanchezza. Quando però torniamo a casa e troviamo il nostro giardino lì, vuoto, silenzioso, profumato e tranquillo, pronto ad accoglierci con una sedia ed una qualsiasi bevanda, tutto per noi e senza che ci si sposti nemmeno di un metro da casa … beh, citando una nota reclame pubblicitaria, questo davvero non ha prezzo.

  • componente impianto irrigazione Dentro ognuno di noi c’è sicuramente forte il desiderio di possedere qualcosa, qualsiasi cosa che ci faccia sognare e ci permetta di vivere meglio parte della nostra giornata e della nostra vita. Molt...
  • impianto interrato Il giardino di casa è un luogo tra i più importanti della residenza di una famiglia; esso è stato certamente fortemente voluto da coloro che la casa l’hanno scelta (o fatta costruire) proprio per via ...
  • regolatore di pressione La tecnologia sta ormai occupandosi di qualsiasi cosa ci circondi; per tante persone questo è un male e forse non sono da condannare senza appello, però è innegabile che essa ci ha portato e ci sta po...
  • irrigazione campo a goccia Una delle cose fondamentali per la crescita sana e rigogliosa delle nostre piantine da orto è la giusta irrigazione. Ogni specie coltivata richiede di un apporto d’acqua ben preciso e legato alle cara...

Magia Vida Tubo flessibile per l'irrigazione del giardino Raccordi in ottone Tubo Da Irrigazione 100ft 30M Tubo Da Giardino Multifunzioni Tubo Acqua Irrigazione Estensibile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 20€)


Il pollice verde

impianto semovente Abbiamo appena parlato di come il giardino riesca ad avere un effetto incredibilmente rilassante sulla mente e sul nostro stress, grazie alla pace con cui ci accoglie. E’ chiaro che tutto ciò va a riflettersi sul nostro corpo, che ne gioverà anche alla luce del detto antico ma quanto mai verificato ed attuale “mens sana in corpore sano”. Però questo non è l’unico effetto positivo che il giardino ha sul nostro corpo; in realtà quello appena descritto è un effetto indiretto, partito dalla mente e che si riverbera poi sul corpo. Un effetto diretto è quello che permette al corpo di vivere delle ore alla luce del sole, a stretto contatto con piante e fiori che emanano puro ossigeno, facendo movimenti diversi e per certi versi allenanti e tonificanti; infatti, tutte le attività di manutenzione e cura che noi svolgiamo in giardino spinti dalla passione del nostro pollice verde, sono tutte attività salutari, che giovano al corpo sia delle persone più avanti con l’età che delle più giovani, in quanto il tenersi in forma vero e proprio è quello che vede compiere tanti movimenti sempre diversi per ritmo, movimento in senso e scopo, ed il giardino è una buona integrazione a tante attività sportive e ginniche.


Allestimento di un giardino

posizionamentoColoro che sono davvero appassionati al giardino non si accontenteranno mai di volerlo solo curare, anche se quella è la loro più grande passione; infatti, anche all’atto della “nascita” di un giardino, cioè della prima volta che vi mettiamo piede dopo averlo acquistato o costruito e decidiamo di arredarlo come più ci piace, è giusto ed estremamente gratificante poter decidere tutto il necessario per creare con le proprie mani e con le proprie idee un luogo tanto importante per sé stessi e per tutta la famiglia. In effetti l’allestimento di un giardino (preferiamo utilizzare il termine arredamento per gli interni) è una fase fondamentale della sua costruzione, sia perché il risultato finale deve soddisfare esteticamente il proprietario e sia perché ne deve scaturire un giardino funzionale ed aderente alle attività che chi lo vive vuole svolgere al suo interno. per questo motivo vi consigliamo di non delegare a nessun garden designer e simili figure professionali questa importante fase della vita del giardino, perché nessuno sa meglio di voi cosa desiderate e per riordinarvi le idee basta sedersi un po’ a tavolino e buttare giù due righe, scegliendo poi cosa si può e cosa non si può fare, cosa è troppo costoso e cosa non è poi così fondamentale. State pur certi comunque che l’allestimento non sarà finiti lì, e non sarà finito nemmeno quando il giardino sarà completo in ogni sua parte; se c’è una cosa straordinaria di questa situazione è che ogni negozio di fai da te e bricolage che girerete o visiterete anche per caso riuscirà a trasmettervi qualche idea, a colpirvi con qualche attrezzo o oggetto che poi non vorrete far mancare mai nel giardino ideale, il vostro.


Attrezzature fondamentali

Ovviamente, per poter operare una corretta cura e manutenzione del nostro giardino, si ha bisogno di alcune attrezzatura; ci sembra chiaro che non stiamo parlando, e non vogliamo farlo, di oggetti costosi e strettamente professionali, bensì ci riferiamo a quelle che sono le occorrenze base per approcciarsi a manutenere un giardino. In effetti l’elenco è breve: vanga, zappa, rastrello, annaffiatoio, carriola e poco altro. C’è da fare una precisazione, che ci fa capire quanto l’attività in giardino sia semplice ma dai risultati straordinari: questi attrezzi base sono utili per un giardino di casa, per una tenuta più grande, per un piccolo orto, per una coltivazione di buon livello ed anche per una grande azienda agricola. Operare in giardino e comunque con la terra è un’attività sana e storica, che utilizza questi attrezzi dai tempi antichissimi fino ai nostri, cedendo solo ad una evoluzione tecnologica che ha motorizzato ed automatizzato alcuni di questi attrezzi per far raggiungere all’industria agricola quei risultati produttivi che altrimenti non potrebbe mai raggiungere. Come avete potuto leggere per prendersi cura del vostro giardino, qualsiasi sia la sua dimensione e qualsiasi sia l’attività che volete svolgervi, non serve altro che qualche piccolo attrezzo; la cosa più rara e difficile da trovare è la volontà, che purtroppo non è nemmeno in vendita ma che se trovata dentro noi stessi riuscirà persino a ripagarci.


Annaffiare il giardino

Una delle operazioni più importanti da compiere in giardino è quella di annaffiare; al contrario di ciò che si pensa, l’operazione di innaffiamento non serve soltanto alle piante, ma anche alla terra ed a tutto il microecosistema che essa rappresenta. Fin da bambini ci hanno insegnato che l’unico modo che le piante hanno per poter “mangiare”, ovvero per poter ricevere gli elementi nutritivi necessari per la sopravvivenza, è attraverso l’assorbimento di queste sostanza nutritive dalla terra. La terra le possiede di base, ma se non rifornite vanno ad esaurirsi; il rifornimento non è altro che innaffiare, ovvero portare dell’acqua alla terra, acqua che andrà a ravvivare il sistema terra (fatto di insetti, piccoli animali, batteri, funghi e tanto tanto altro) permettendogli di produrre altre sostanza nutritive che poi le piante continueranno ad assorbire attraverso le radici. Siamo sicuri che dopo questa disquisizione in materia, sarete molto più concentrati e convinti quando andrete ad innaffiare le vostre piante o comunque il giardino. A tutto ciò serve l’innaffiatoio, il quale non è altro che un secchio con un particolare becco d’uscita che permette di versare una piccola quantità di acqua alla volta (senza quindi inondare il terreno, operazione controproducente per la salute delle piante) in forma di pioggerellina, leggera e delicata.


Impianto irrigazione fuori terra: Impianto di irrigazione fuori terra

Abbiamo già detto in precedenza come la tecnologia sia intervenuta anche nell’ambito delle tecniche di agricoltura e giardinaggio per migliorare la loro resa produttiva e funzionale. Ovviamente ciò è successo anche per l’operazione dell’annaffiaggio, che in casi di campi di enorme estensione o altre situazioni particolari, risultava spesso troppo lunga e faticosa. In effetti, per ritornare ad un discorso più adeguato e diretto a chi possiede un semplice giardino, c’è anche un altro problema: chi annaffia la terra se non siamo a casa? Non si può sempre delegare al cugino, al fratello, al vicino, sia per non dare fastidio ad altre persone e sia perché ci sono casi in cui effettivamente non si può (Ferragosto ad esempio). Ebbene, ecco come sono nati gli impianti di irrigazione automatici: è bastato un timer, un comando per azionare e richiudere l’approvvigionamento d’acqua ed il gioco è fatto. In particolar modo, gli impianti di irrigazione fuori terra sono quegli impianti di una certa dimensione che non si avvalgono dei bellissimi ma a volta poco efficaci spruzzatori interrati (stile campo di calcio), bensì operano attraverso dei sostegni per pompe rialzati, in modo da riuscire a coprire zone più vaste, con una migliore distribuzione d’acqua e spesso anche con la possibilità (utile per che non vuole fare un impianto fisso per non dover compiere per esempio i lavori daccapo) di spostare il getto in varie zone. il prezzo per un impianto del genere è irrisorio rispetto ai benefici che può dare, essendo solo il prezzo del sostegno e del timer da aggiungere ad un normale impianto di irrigazione con pompa ed attivazione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO