Malva tisana

La malva: l'antinfiammatorio naturale per curare le infezioni

Dalle molteplici proprietà benefiche, tanto da venir chiamata nel XVI secolo omnimorba, ossia rimedio per tutti i mali, la malva è un rimedio antico e prodigioso capace di prevenire e curare tutte le infezioni che colpiscono i tessuti molli del nostro corpo. Dalla laringite alla cistite, dalla stitichezza al bruciore di stomaco, la malva è l'antinfiammatorio naturale dall'azione emolliente e addolcente, ideale per lenire qualsiasi irritazione che colpisce l'organismo. In botanica si contano numerose varietà di malva, ma la più usata nei preparati fitoterapici è la malva sylvestris: dal classico color viola tendente al lilla, la malva sylvestris è tipica delle zone mediterranee e delle aree a clima caldo e temperato; di facile reperibilità, cresce indisturbata nelle radure e nei giardini lasciati incolti. In erboristeria la malva trova il suo utilizzo privilegiato nella preparazione di infusi, tisane e decotti che ne permettono l'assunzione dei principi attivi per via orale.
Pianta di Malva Sylvestris

Maraviglia Infuso di foglie di Malva, 15 buste filtro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,7€


Ritrovare il benessere fisico e mentale con la malva

Fiori di malva essiccati Raccolta ed essiccata la malva conserva, al suo interno, una grande concentrazione di pectine e mucillagini in grado di creare una sorta di pellicola vischiosa la quale, rivestendo le pareti interne dei tessuti ne cura le infiammazioni. Ottima per trattare tosse o laringite, la malva è in grado di sciogliere il catarro, ammorbidire il tratto faringo-laringeo e curare le irritazioni delle prime vie aeree. Di particolare efficacia anche in caso di stitichezza o emorroidi, questa erba officinale fa sì che le mucillagini arrivate integre nell'intestino assorbano acqua e aumentino il volume delle feci così da favorire una maggiore motilità intestinale e garantire un'espulsione rapida e indolore. Grazie alla sua azione emolliente poi la malva è in grado di lenire prurito e bruciore dato dalle infezioni delle vie urinarie, come ad esempio la cistite. E se assunta dopo il pasto favorisce una corretta digestione prevenendo fastidiosi bruciori e gonfiori, assunta regolarmente allevia anche tensione e stress, grazie alla sua azione distensiva in grado di indurre un piacevole senso di rilassamento e benessere in tutto il corpo.

  • tisana Le tisane sono composte da una miscela vegetale diluita in acqua. La miscela, a sua volta, è composta dalle stesse parti delle diverse piante utilizzate. Queste parti, foglie o fiori, vengono spezze...
  • decotto I decotti sono delle varianti erboristiche delle tisane. Sono, infatti, delle miscele di piante sciolte in un liquido portato in ebollizione ad alte temperature. Con il decotto, la miscela vegetale, ...
  • tisanadrenante_zps29832946 I ritmi forsennati della vita moderna ci costringono ad assumere abitudini frettolose ed altamente dannose per la nostra salute, come posizioni scorrette ed errata alimentazione. Quest’ultima, caratte...
  • mal-di-testa_zps3821c27b Soffrite di acne, gonfiori addominali, pallore e stanchezza? Se la risposta è sì il vostro organismo potrebbe aver accumulato nel tempo sostanze tossiche che vanno adeguatamente eliminate. Quando erra...

Specchiasol Linea Infusi e Tisane Bio Infuso Malva Confezione 20 Buste

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,54€


Tisana: che cos'è e come si estraggono i principi attivi delle erbe

Tisana preparata con erbeMa come fare per beneficiare al meglio dei principi curativi di questa pianta? Il metodo più semplice e alla portata di tutti è quello di preparare una gustosa tisana alla malva. Propriamente la tisana è il miscuglio di quelle parti delle piante che contengono principi attivi funzionali, generalmente le foglie( ma possono essere anche radici o fiori), le quali vengono tagliate accuratamente per essere poi confezionate in pratiche bustine o lasciate in infusione con acqua bollente e poi filtrate. In genere la tisana si distingue dall'infuso perché contiene al suo interno non un ingrediente, bensì tre o più erbe tra loro mescolate: una prima erba scelta per curare il disturbo specifico, una seconda ad azione sinergizzante in grado di favorire i principi attivi dell'erba principale nel loro compito e una terza, aggiunta per migliorare il sapore della tisana.


Malva tisana: Tisana alla malva: ricetta per prepararla in casa

Tisana fatta in casaSe si vuole procedere a creare la propria tisana alla malva personalizzata basterà allora seguire i seguenti passaggi: in primo luogo occorre procurarsi fiori e foglie di malva (reperibili anche in erboristeria) opportunamente essiccati, mondati e tritati finemente, aggiungere in proporzione un altro ingrediente che agevoli l'azione dei principi attivi della malva (ad esempio rabarbaro o semi di lino per la regolarità intestinale, timo o finocchio per la tosse), infine unire una terza erba (liquirizia o menta), secondo le proprie preferenze. Porre quindi le erbe (10-20 g per 1 l di acqua) in una tazza o in un pentolino e dopo averle accuratamente mischiate, versare direttamente sul composto acqua bollente, coprire con un coperchio e lasciare in infusione per circa 10-15 minuti. In ultimo prendere un colino a maglie fini e filtrare il tutto in modo che i principi attivi della pianta vengano rilasciati nell'acqua e la nostra tisana alla malva sia di immediato beneficio. La tisana alla malva può essere gustata calda o fredda in qualsiasi momento della giornata, ed è indicata non solo per gli adulti, ma anche per bambini, anziani e donne incinte.



COMMENTI SULL' ARTICOLO