Tisane

Le tisane sono composte da una miscela vegetale diluita in acqua. La miscela, a sua volta, è composta dalle stesse parti delle diverse piante utilizzate. Queste parti, foglie o fiori, vengono spezzettate e macinate al fine di ottenere un composto omogeneo e adatto a essere diluito in acqua. In erboristeria le tisane vengono ottenute da diverse specie vegetali usate per alleviare alcuni disturbi di uso comune, come insonnia, problemi digestivi e malanni di stagione, quali raffreddore e influenza. Alcune tisane, in base al tipo di erbe usate, possono avere effetti depurativi e disintossicanti, ma sempre nei limiti consentiti dai principi attivi contenuti nella miscela alla base delle tisane stesse.Per essere efficaci, le tisane devono contenere al massimo cinque specie vegetali, perché un numero superiore potrebbe annullarne gli effetti o creare problemi di tossicità. Le piante selezionate devono avere una specifica funzione. All’interno della tisana troveremo, ... continua

Articoli su : Tisane


1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Fiori di Bach

    Fiori di Bach I fiori di bach sono molto utili in casi di disturbi legati alla sfera emotiva, delle emozioni, allo stress della vita quotidiana e molto altro ancora
  • Tisane dimagranti

    teverde Le tisane dimagranti sono delle miscele erboristiche composte da due o più specie di piante con effe
  • Bevande drenanti

    semi di finocchio Per bevande drenanti si intendono tutti quei tipi di bevande che aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso, stimolando la diuresi. Spesso si trovano sotto forma di infusi. Ci sono varie erbe in grado
  • Cellulite tisane

    cellulite La mente degli esseri umani è da sempre rivolta verso lo studio della natura come entità capace di c
  • Erisimo tintura madre

    Fiorellini gialli dell'erisimo In erboristeria si conoscono molte piante ricche di proprietà benefiche, atte a curare vari problemi di salute. Alcune di esse hanno un'azione mirata su disturbi specifici: ad esempio, l'erisimo è un'
  • Finocchio tisana

    Tisana al finocchio Il finocchio, come altre piante medicinali, contiene un principio attivo, l'olio essenziale caratterizzato da anetolo. Il finocchio è usato nei disturbi dispeptici, lievi disturbi gastrointestinali, e
  • Fiori di Bach ansia

    Tisana fiori di Bach I fiori di Bach sono dei rimedi erboristici riconosciuti dalla farmacopea internazionale che sono og
  • Fiori di Bach test

    Fiori di Bach test I fiori di Bach sono un insieme di rimedi erboristici per la cura di disturbi legati alla sfera fisi
  • Fiori di malva

    Fiore di malva Per riuscire a coltivare adeguatamente i fiori di malva sarebbe opportuno conoscere le tecniche migliori di coltivazione, i terreni ideali da utilizzare per uno sviluppo ottimale, la migliore esposizi
  • Malva proprietà

    malva La malva (Malva sylvestris) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Malvacee che ha origini nel Nordafrica. Il portamento della malva è cespuglioso, presenta un fusto legnoso, le foglie
  • Malva proprietà curative

    malva, benefici cavità orale Dalle numerose proprietà curative, la malva è molto usata in fitoterapia, sia per uso interno che esterno. Per il primo ha effetti antiinfiammatori e lenitivi, per uso esterno ha proprietà vaso-protet
  • Malva tisana

    Pianta di Malva Sylvestris La malva è un'erba officinale usata fin dall'antichità per curare disturbi dell'organismo molto vari tra loro (tosse, stitichezza, cistite). Conosciuta soprattutto per la sua azione emolliente e antin
1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , infatti, la pianta principale, cioè quella avente la funzione curativa propriamente detta, le piante adiuvanti, che potenziano o migliorano l’efficacia della pianta principale, e le piante correttive, che migliorano il sapore della miscela diluita. Le tisane si acquistano nei supermercati sotto forma di bustine singole. Gli stessi prodotti si trovano anche nelle erboristerie. Presso questi punti vendita è possibile trovare le vere tisane erboristiche, cioè quelle create apposta dai laboratori omonimi con precisi scopi fitoterapici. Le tisane del supermercato hanno un costo generalmente inferiore a quelle vendute in erboristeria e ciò perché si tratta di miscele di piante comuni usate solo per creare delle bevande dissetanti e non per scopi curativi. Acquistata la miscela di erbe, la si lascia immersa per qualche minuto in acqua bollente, in modo da ottenere un infuso. Le tisane possono anche avere la forma di un decotto. In tal caso la miscela va fatta bollire in acqua e poi va bevuta dopo averla fatta raffreddare. Infine esiste anche il “macerato”, una particolare tisana che consiste nel conservare la miscela di piante in acqua fredda, in un contenitore di vetro ben chiuso.

Le specie vegetali adatte a preparare delle tisane sono tantissime. Ricordiamo la melissa, il pesco, il trifoglio, l’arancio, il basilico, utili per preparare tisane digestive. La camomilla, la valeriana, la genziana e i petali di papavero sono, invece, utili a preparare tisane rilassanti e sedative. Con anice, liquirizia, sambuco, petali di rosa, fiori di viola mammola e aloe si possono, inoltre, preparare delle tisane lassative. Le tisane non vanno viste come sostituti dei farmaci tradizionali e la loro assunzione a scopo fitoterapico va sempre concordata con un medico. Ulteriori informazioni sulle proprietà delle tisane e sui tipi di piante da usare per prepararle, nella sezione del nostro sito.