Azzeruolo

Irrigazione dell'azzeruolo

L'azzeruolo non ha bisogno di annaffiature particolari, al limite può essere trattato come il melo, utilizzando però una quantità d'acqua ridotta. Infatti l'azzeruolo ha come caratteristica principale il fatto di essere rustico e di vivere bene senza tanti problemi in qualunque condizione. Tuttavia, un intervento importante da apportare a questo tipo di pianta è la cimatura, da svolgersi in estate o in autunno. Si applica di solito sui rami con gemme per favorire la formazione di altre gemme da frutto. La raccolta viene svolta in diversi momenti dato che i frutti maturano non uniformemente. Oppure si può effettuare una sola volta come si usa fare per le mele; infatti i frutti raccolti vengono conservati in cassette con fondo di paglia. Queste ultime sono poi tenute all'interno di un locale a bassa temperatura.
Azzeruolo

Azzeruolo Amazzonia Brasile-Amaca singola, colore: multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 61,95€


Coltivazione dell'azzeruolo

Azzeruolo fiore L'azzeruolo viene messo a dimora verso la fine di luglio usando preferibilmente le varietà da vivaio, anche se è possibile continuare ad interrare fino a novembre. In effetti si deve solo evitare il periodo più freddo con gelo improvviso per effettuare il trapianto. Di solito, l'azzeruolo durante il suo ciclo vegetativo sopporta temperature anche sotto lo zero e preferisce un terreno fertile senza ristagni d'acqua. Per riprodurre questa pianta si può effettuare l'innesto per esempio a triangolo al fine di ereditare i pregi nella pianta originaria. Questa tecnica deve essere eseguita in marzo, mentre la riproduzione con seme è un modo poco frequente visto che l'inizio di produzione richiede anche 15 anni di attesa. Comunque sia è bene effettuare subito la lavorazione del terreno e tagliare l'erba se esistente. Di solito l'azzaruolo viene coltivato in pianura o in collina, ma non oltre i 1300 metri.

  • Manifestazione bolla pesco I sintomi della bolla del pesco sono visibili sulla pianta già nelle prime fasi del germogliamento, all'inizio della ripresa vegetativa in primavera. Le piccole foglioline che si aprono dalle gemme ma...
  • Fragole mature Le fragole rampicanti sono una varietà di piante che possono essere coltivate sia in piena terra che in un vaso. Si prestano perciò anche alla coltivazione in terrazzo oppure su un balcone, dove sprig...
  • Frutti vite La vite potrebbe essere danneggiata tanto dalla siccità della stagione estiva, quanto dalle piogge troppo intense in autunno o in inverno: per questa ragione, le annaffiature devono essere regolate su...
  • Ramo ciliegio Il ciliegio non ha bisogno di innaffiature abbondanti, ma durante il primo anno, dopo la messa a dimora, è bene tenere umido il terreno, se l'estate porterà caldo e arsura, mentre i ciliegi adulti non...

Amazonas Barbados Azzeruolo-Amaca singola, colore: multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69,95€


Concimazione dell'azzeruolo

Frutti azzeruolo La concimazione dell'azzeruolo assomiglia anche in questo caso alla concimazione del melo. Sarà quindi sufficiente scavare delle buche e interrare ai lati del concime organico. E' bene però intervenire con un apporto di potassio e fosforo oltre ad effettuare alcune potature in relazione alla forma e alla tipologia della pianta. In effetti, si consiglia di accorciare i rami vecchi. L'azzaruolo si presenta con foglie piccole e verdi, mentre i fiori sono ermafroditi cioè sulla stessa pianta ci sono fiori maschi e fiori femmina che sbocciano in primavera. I frutti non sono altro che delle piccole mele che possono assumere colori diversi, dal giallo al rosso; nel loro interno sono presenti alcuni semi. Il sapore di queste mele è decisamente acidulo, ma comunque molto gradevole, tanto che con esse vengono preparate ottime confetture di frutta.


Azzeruolo: Esposizione, malattie, parassiti

Albero frutto L'azzeruolo teme una malattia batterica che colpisce i suoi frutti e quindi va trattata adeguatamente. Per quel che riguarda i parassiti, la pianta subisce l'attacco di afidi che si dispongono sui fiori e sui germogli. Esistono poi altri insetti pericolosi per la pianta come la Sesia del melo o la Bombice dispari. Mentre tra le malattie più frequenti si possono elencare la ruggine, l'oidio e la ticchiolatura. Nonostante tutte queste avversità la pianta è molto resistente e può essere coltivata anche senza l'utilizzo di fitofarmaci. L'azzaruolo comunque sia può entrare a far parte dell'orto di casa per vari motivi, dato che viene apprezzato non solo come albero da frutto, ma anche come elemento ornamentale. Infatti è cespuglioso e raggiunge gli 8 metri di altezza, oltre ad essere molto resistente al freddo invernale e alla siccità estiva.


  • azzeruolo L’azzeruolo appartiene alla famiglia delle Rosacee, al genere Crataegus ed alla specie azarolus. Altre specie da ricord
    visita : azzeruolo

COMMENTI SULL' ARTICOLO