Melograno pianta

Il melograno e le sue origini

La pianta di melograno è originaria dell'Asia occidentale, ed appartiene alla famiglia delle Punicacee. Il suo nome botanico è infatti Punica Granatum.Sembra però che si sia diffusa già in epoche preistoriche in tutto il bacino del Mediterraneo, e poi in una zona ancora più ampia per opera dei Fenici e dei Greci. Il nome punica deriva dal fatto che a Roma fu importata dall'area dove sorgeva la città di Cartagine, che si trovava nel territorio dell'attuale Tunisia, la cui popolazione era detta in latino punica .Il nome melograno deriva invece dalla fusione di altri due termini latini: malum, che vuol dire mela, e granatum, che vuol dire con semi. Infatti la caratteristica più singolare e nota dei frutti della pianta di melograno è che al suo interno hanno molti semi rossi, fittamente uniti gli uni agli altri, molto buoni da mangiare.
disegno botanico del melograno punica granatum

MELOGRANO 1 PIANTA PRODUCE FRUTTI GROSSI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,9€


La pianta di melograno e le sue varietà

frutto di melograno con i semi in vista In natura esistono molte varietà diverse di melograno: sono classificate in genere, in base al sapore dei loro frutti, come acidi, agro dolci o dolci. Ci sono delle specie che producono frutti molto duri, e i cui semi non sono commestibili, che hanno per lo più un interesse puramente ornamentale. Ci sono invece specie i cui frutti sono particolarmente diffusi anche in Italia, ad esempio il Dente di Cavallo, la Neirana, il Recalmuto, che si prestano per il consumo fresco. Nel nostro Paese l'area in cui il melograno è maggiormente diffuso è la Sicilia e soprattutto la zona di Mazara del Vallo. Ciò non toglie che una pianta di melograno possa attecchire e diventare rigogliosa anche nelle regioni del nord. In particolar modo, le varietà di tipo ornamentale sono molto diffuse nei giardini nostrani: ecco come curare una pianta di melograno.Fonte: thereluctantrawfoodist.com

  • Melograno con frutti Il melograno appartiene alla famiglia delle Punicacee, al genere Punica ed alla specie granatum. È un arbusto particolarmente cespuglioso, alto fino a 5 m, con un tronco tortuoso, screpolato e ramific...
  • Frutti melograno Il Melograno è una specie che necessita di ambienti temperati per poter sopravvivere e produrre frutti: infatti soffre se la temperatura scende sotto lo zero. Si trova in tutta la penisola italiana ed...
  • Alberi melograno giardino Il melograno è un particolare arbusto di origine orientale, largamente coltivato anche nei territori occidentali. In particolare, si possono osservare vaste e caratteristiche piantagioni di melograno ...
  • Frutto melograno Il melograno può essere coltivato in ogni zona climatica, anche se le aree del centro sud potranno beneficiare di fioriture e raccolti più abbondanti. Originaria delle zone temperate, la pianta del me...

Melograno Punica Granatum Pianta Astoni in vaso di Melograno Punica Granatum - Astone in vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


La coltivazione della pianta di melograno

pianta di melograno in fiore La pianta di melograno è molto robusta e resistente, per questo si trova facilmente a suo agio nei nostri giardini. In genere assume la forma di un piccolo albero, che non supera l'altezza di 7 metri. Se la si vuole piantare in vaso se ne possono però mantenere le dimensioni a quelle di un cespuglio, che è la forma a cui tende, potandola con accuratezza. In alternativa, esiste una varietà nana, da poter piantare anche in un vaso di dimensioni medie. Il melograno non ha particolari esigenze per quel che concerne il terreno, che deve solo essere drenante per evitare ristagni d'acqua, e arricchito con concime organico. Non ha bisogno di molta acqua, ma di potature costanti nel periodo invernale, quando è in fase vegetativa. I fiori, che hanno un vivace colore rosso, sbocciano in primavera, e si trasformano in frutti in estate.Fonte: bybio.files.wordpress.com


Melograno pianta: La cura della pianta di melograno

pianta di melograno carica di frutti Il melograno è una pianta che ama le temperature miti e dovrebbe sempre trovarsi in un luogo soleggiato. Se la si coltiva non solo a puro scopo ornamentale, ma anche per goderne dei frutti, molto importante è l'operazione della potatura. Infatti eliminando i rami secchi, che nella precedente stagione non hanno prodotto nulla, e i polloni che nascono alla base del tronco, l'alberello avrà maggiore linfa vitale da dedicare alla produzione di frutti. Si deve però fare attenzione a non esagerare con i tagli, perché viceversa la pianta userebbe tutte le sue risorse per produrre nuove foglie. Se si vuole provare a far riprodurre la propria pianta di melograno, il modo migliore è per talea. Nel momento in cui si abbia più di una pianta di melograno, si potrebbe pensare di modellarle insieme per creare una bordura o una graziosa siepe.Fonte: jewishexponent.com


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO