Nocciolo contorto

Caratteristiche generali del nocciolo contorto

Il nocciolo contorto è una pianta caducifoglia. Ha una crescita medio-rapida ed arriva ad un'altezza massima di 2,5 metri. Come dice il suo nome, i suoi rami assumono una forma contorta. Le foglie sono di colore verde bottiglia, cordate ad apice arrotondato, dentate, leggermente grinzose, larghe fino a 10 centimetri. La caratteristica particolare di questa pianta è la sua fioritura: avviene in pieno inverno nei mesi da gennaio a marzo. E' una pianta "monoica": i suoi fiori unisessuali, distinti in maschili e femminili, sono presenti sulla stessa pianta. I fiori maschili si formano in estate sui rami dell’anno. I fiori femminili sono più piccoli e si trovano sui rami di un anno. In inverno i fiori maschili terminano di svilupparsi e liberano il polline che verrà trasportato dal vento su quelli femminili.
Esemplare di Corylus Avellana

1 PIANTA DI CORYLUS AVELLANA CONTORTA IN VASO 15CM nocciolo contorto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Coltivazione

Fioritura del nocciolo contorto Si può coltivare nel giardino, in piena terra, per formare siepi o in grandi vasi come esemplare singolo. E' una pianta rustica che si adatta a tutti i tipi di terreno, anche se predilige quelli a reazione acida. Li vuole, però, fertili, ben drenati; se è allevata in vaso mettete sul fondo della ghiaia o dell'argilla espansa. Ama le posizioni soleggiate, ma è disposta anche a tollerare qualche ora in mezz'ombra. Non tollera, invece, i venti forti, ma sopporta temperature fino a -10 °C e anche il caldo intenso.Poiché è un arbusto, tende a rinnovarsi con l'emissione di "polloni", i rami che emette dal colletto: eliminateli per favorire lo sviluppo armonioso della pianta e favorirne la fruttificazione. D'estate effettuate dei tagli per diradare la chioma, eliminando i rami troppo vigorosi.

    Vivai Le Georgiche CORYLUS AVELLANA CONTORTA (NOCCIOLO CONTORTO)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,8€


    Moltiplicazione

    Un giovane esemplare Si effettua a fine inverno con i polloni, ricordatevi di toglierli con una porzione di radice. Scavate delle buche ben profonde, a fine estate o ad inizio primavera. Il nocciolo contorto si può riprodurre anche per propaggine o per talea. Per propaggine, alla ripresa vegetativa: i rami attraversati dalla linfa sono più "elastici" e si prestano meglio ad essere piegati. Scegliete giovani rami di un anno, piegateli e fissateli sottoterra in modo che non si muovano fino all'autunno. Giunti all'autunno separate la nuova piantina dalla pianta madre e piantatela a dimora. La talea più usata è la semi legnosa di fine estate: prelevate un rametto di 1-2 anni e di una lunghezza di 10-12 cm, con 3 o 4 foglie; eseguite un taglio a becco di clarino subito sotto una gemma e piantatelo in un terriccio leggero.


    Nocciolo contorto: Principali parassiti e patologie

    Eriofide del nocciolo Le più importanti malattie che colpiscono il nocciolo contorto sono: l'oidio o mal bianco (quasi esclusivamente sulle foglie), la Gleosporiosi (attacca le gemme), il mal dello stacco (attacca la corteccia) e il marciume radicale (attacca le radici), questo per quanto riguarda le patologie da funghi.L'eriofide del nocciolo (attacca le gemme), l'agrilo (attacca la corteccia), il balanino (succhia i semi) e la cimice del nocciolo (succhia i semi) sono, invece, i principali insetti. Altri insetti, meno pericolosi, possono comunque attaccare le nostre piante, essi sono: la cerambicide del nocciolo, la falena, l’infantria o bruco americano, la cocciniglia, i rodilegno. Solitamente questi parassiti secondari provocano infestazioni limitate che molto spesso non richiedono interventi specifici con mezzi chimici.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO