Frutti esotici

vedi anche: Frutti Tropicali

Guava, frutto esotico da riscoprire

La guava, conosciuta anche come guaiava, oppure guayaba (nell'originale spagnolo), è un frutto esotico semisconosciuto, originario del Centroamerica, dall'ottimo valore commerciale. La sua origine è antichissima, sembra fosse conosciuta addirittura dalle civiltà precolombiane. La forma di questo frutto tropicale è spesso irregolare: alcune qualità appaiono sferiche, altre si presentano con forma ellittica, altre ancora hanno una forma paragonabile a quella di una comunissima pera. La buccia può presentarsi liscia o ruvida e il colore caratteristico varia dal giallo al verde. La polpa contiene numerosi semi e può presentarsi rossa, rosa, oppure bianca o gialla. La guava può arrivare a pesare fino a quasi un chilogrammo. Se ne ricavano confetture deliziose, ma è buonissima anche al naturale.
Guava

Mangime Estruso per granivori, fringillidi ed esotici 500 gr.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,24€


Carambola, frutto esotico e bellissimo

Frutti di carambolaLa carambola, conosciuta anche come star-fruit per la sua caratteristica sezione a forma di stella, è un frutto esotico trascurato nella nostra alimentazione, originario del continente asiatico sud-orientale e caratterizzato da un discreto valore nutrizionale. L'Averrhoa carambola vanta origine antichissima e ha una forma caratteristica che la rende molto particolare e facilmente riconoscibile. La forma particolare e il colore brillante, che raggiunge a maturazione avvenuta, dal giallo luminoso all'arancione, la rendono particolarmente invitante come decorazione nelle preparazioni di pasticceria e come frutto da candire. Viene utilizzata molto spesso anche nella preparazione di liquori ricercati. La polpa viene usata anche in fitoterapia, nella preparazione di alcuni medicinali contro alcuni dei più comuni disturbi cardio-circolatori. Buonissima nelle insalate.

    CasaLuker 65% Santander - Cioccolato Fondente di Copertura 2,5kg

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,01€


    Guava: frutto esotico da coltivare

    Foglia di guava La guava appartiene alla famiglia botanica delle Mirtaceae. La coltivazione è frequentemente praticata, a livello commerciale come piantagione o a conduzione familiare, nei paesi tropicali e subtropicali e nell'America centro-meridionale. Soltanto raramente la coltivazione è praticata anche in zone geografiche temperate, come quella mediterranea, sebbene la permanenza di queste piante non creerebbe particolari difficoltà. L'alberello in evoluzione o completamente formato richiede potature leggere, non invadenti. Le invasioni parassitarie sono in generale facilmente controllabili. Sempreverde, è resistente a temperature proibitive (ma non negative) e vuole terreni abbastanza asciutti. Le inflorescenze sono auto-incompatibili e caratterizzate da ermafroditismo, e la propagazione avviene principalmente con la semina.


    Frutti esotici: Coltivare un frutto esotico: carambola

    Fiore di carambola La carambola appartiene alla famiglia botanica delle Oxalidaceae. La coltivazione è frequentemente praticata, a livello commerciale come piantagione o a livello familiare, nei paesi del continente asiatico sud-orientale, ma anche in Africa, nel continente sudamericano e in Polinesia. Soltanto raramente la coltivazione è praticata in zone geografiche temperate, come quella mediterranea: si tratta infatti di una pianta delicata, anche se riesce a permanere in zone con temperature miti, se riparata adeguatamente. L'alberello completamente formato può diventare molto alto e ha la tendenza a presentarsi cespuglioso. Le inflorescenze sono rosso-violacee, e i frutti possono maturare ciclicamente, fino a tre volte in un'annata, per cui può capitare che si trovino contemporaneamente sull'albero sia le infiorescenze che i frutti già maturati.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO