Nespole giapponesi

Nespole: le proprietà che non conoscevi.

Le nespole sono costituite soprattutto da acqua e contengono minime quantità di carboidrati, grassi proteine e fibre vegetali. Non sono fonte calorica, basti pensare che 100 grammi di questo frutto forniscono all'organismo solo 28 calorie. Questo frutto ha proprietà diuretiche ed astringenti ed è ritenuto utile per la regolarizzazione delle funzioni intestinali, in particolar modo in caso di diarrea, enterite e dissenteria, può essere benefica l'assunzione delle nespole non ancora mature. Al contrario, ai frutti maturi vengono attribuite proprietà lassative. Presentano inoltre un buon contenuto di vitamina C ed un ottimo potere saziante. Tale caratteristica, insieme al loro scarso apporto calorico, le rende indicate come alimento da assumere in caso di dieta dimagrante. I noccioli delle nespole non devono essere consumati perché contengono delle sostanze tossiche per il nostro organismo.
Nespole giapponesi mature.

1 PIANTA DI KIWI ARGUTA VERDE ISSAI AUTOFERTILE FRUTTI IN OTTOBRE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Utilizzi delle nespole: marmellata

Marmellata di nespole giapponesi Questo frutto dal sapore particolare può essere consumato in molti modi diversi, a partire dalla semplice consumazione a completa maturazione, fino alla produzione di un famoso liquore, il Nespolino, distillato utilizzando i noccioli. La trasformazione più comune, però, è sicuramente quella legata alla produzione della marmellata, per cui questo frutto è particolarmente indicato. Se volete realizzare un'ottima marmellata di nespole, mantenendone tutta la leggerezza calorica e la dolcezza, ecco una ricetta che potrebbe fare al caso vostro: tutto ciò che vi serve sono 500 g di nespole, una mela, 400 g di zucchero integrale di canna (più salutare dello zucchero bianco) e il succo di un limone. Il primo passo consiste nel bagnare la frutta, precedentemente ridotta in pezzi, con il succo di limone, quindi porla sul fuoco, in una casseruola antiaderente, insieme allo zucchero. Durante la fase di cottura sarà necessario mescolare con un cucchiaio di legno, finché non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Una volta pronta potrà essere trasferita ancora bollente in barattoli di vetro a chiusura ermetica ed essere conservata per almeno sei mesi in luogo fresco e asciutto. Fonte: nadelundgabel.files.wordpress.com

    Vivai Le Georgiche AVERRHOA CARAMBOLA (STAR FRUIT) [Vaso Ø16cm | H. 110-140 Cm.]

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 70€


    Utilizzi delle nespole: distillazione del Nespolino

    Distillato di noccioli: Nespolino Se invece non siete dei tipi "da dieta" ma preferite una degustazione di liquori e distillati, le nespole pensano anche a voi! La parte che solitamente non viene mangiata, ovvero i noccioli, noti per le sostanze tossiche al loro interno, può tuttavia essere utilizzata per la preparazione di un liquore dal sapore simile al Nocino. Molti siti e blog di cucina riportano diverse ricette per la preparazione. In questa guida vi fornirò quella che, a mio parere, è la più equilibrata. Occorrono: 200 g di noccioli di nespole, 500 g di zucchero, 500 ml di alcol alimentare a 90°, 600 ml di acqua. Ecco i passi più principali: lavare ed asciugare i noccioli e lasciarli ad essiccare per un paio di giorni; trascorso questo tempo tritarli grossolanamente e, se si desidera un sapore più delicato, rimuovere parte della buccia marrone. A questo punto porre i noccioli in un contenitore a chiusura ermetica con acqua, alcol e zucchero e lasciarlo in distillazione, al buio, per 40 giorni, ricordandosi di agitare il contenuto almeno due volte al giorno. Trascorso il tempo necessario filtrare il liquore finché non avrà un bel colore ambrato, imbottigliare e lasciare riposare per altri 40 giorni! Fonte: oddbacchus.com


    Nespole giapponesi: Curiosità e cenni storici.

    Nespolo in fiore Per concludere, qualche curiosità e qualche cenno storico. La varietà di nespole giapponese, secondo i più antichi documenti storici che sono stati ritrovati, documentano le prime coltivazioni intorno al 1100 d.C. alcuni botanici suggeriscono che le prime piantagioni provengano dalla Ciane solo in un secondo momento siano state introdotte in Giappone. La distribuzione in Europa, invece, risale agli anni successivi al 1712 mentre negli Stati Uniti solo a metà del 1800. Nei secoli passati ogni casa di campagna aveva un nespolo nel proprio cortile perché si riteneva che potesse allontanare le streghe e la sfortuna. L'albero delle nespole veniva utilizzato dai contadini al fine di scandire il passaggio delle stagioni, in quanto è il primo albero a fiorire (una ricca fioritura indicava un abbondante raccolto) e l'ultimo a maturare. Infine, una domanda ai maschietti: avete mai pensato di regalare alla vostra amata un rametto di nespole? Potrebbe sembrare un regalo insolito, in realtà secondo la tradizione questi frutti rappresentano la donna virtuosa, quindi approfittatene per dare un tocco di originalità al vostro romanticismo!Fonte: i854.photobucket.com



    COMMENTI SULL' ARTICOLO