Coltivazione delle fragole

Cosa sono le fragole

Originarie della zona alpina, le fragole fanno parte delle piante rosacee. Sono comunemente chiamati frutti, ma in realtà, l’unica parte da considerarsi frutto sono i puntini neri che s’incontrano in superficie. Il frutto rosso che noi mangiamo, considerato falso frutto, è il ricettacolo ingrossato della infiorescenza della pianta. Originariamente era solo la fragola di bosco, con il tempo, e con vari incroci, si è ottenuta la fragola che normalmente consumiamo nelle nostre tavole, e che è coltivata anche in pianura. Sono considerate dei frutti ibridi che nascono dall’unione della varietà europea e la varietà americana, e possono essere di due tipi: rifiorenti, che hanno un frutto più piccolo e possono portare ad una produzione più ampia da giugno e ottobre. Le non rifiorenti, producono invece, un frutto più grosso, selezionato, che però nasce una sola volta, poi la produzione termina.
Fragole appena servite sulla tavola.

KING DO WAY Set di 6 Pezzi di Supporti per Fragole, Sostegno Esterno/Interno di Plastica per Piante, 6 Pezzi di Vassoio per Coltivazione di Fragola/Frutta/Piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,89€
(Risparmi 19,89€)


Le varietà di fragole

coltivazione delle fragole in serra.Le fragole possono sembrare tutte uguali, ma hanno molte varietà. La differenza principale è tra fragole unifere, che fruttificano una sola volta l’anno e fragole rifiorenti che fruttificano più volte in vari mesi, tra giugno e novembre. Tra le prime, le principali varietà che possono essere coltivate anche nel nostro giardino di casa sono: l’"alba" una pianta rustica che vive bene nelle zone centro-settentrionali, che crea una pianta mediamente rigorosa, con un frutto rosso chiaro con ottimi sapori e aromi. La "gemma" è una pianta vigorosa che produce abbastanza fragole, con un colore rosso intenso e un sapore dolce. La "maya" ha un colore rosso brillante, con una forma conica allungata, e una produzione abbastanza elevata. Tra le rifiorenti le migliori qualità sono l’"anabella" che ha una buona riproduttività, il frutto è medio grosso con un colore rosso intenso. La "diamante" ha un frutto molto pesante, circa 28 grammi, di colore rosso intenso e buon aroma, con una produzione moderata.

  • disegno botanico della fragola fragaria Le fragole sono dei frutti che appartengono al genere Fragaria. Esistono circa seicento diverse varietà di fragole, senza contare quelle selvatiche che crescono spontaneamente nei boschi. La fragola è...
  • Piantine di fragole La fragola è una pianta perenne di tipo erbaceo e fa parte della numerosa famiglia delle rosaceae. Viene comunemente coltivata per i suoi frutti falsi carnosi e zuccherini. In realtà i frutti veri e p...
  • Piatto di fragole Le fragole fanno parte della famiglia delle Rosaceae e sono una pianta perenne. Raggiungono fino a 20 centimetri di altezza, prediligono un terreno soffice e fresco e un clima temperato e ventilato. L...

oneConcept Eden Grow S Growbox Grow Tent Homegrow Tenda Coltivazione Indoor (80 x 80 x 160 cm, stabili aste in acciaio, due aste sul soffitto, per lampade o filtri, accesso per cavi e aerazione)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 109,99€


Coltivazione delle fragole

Coltivazione sospesa per la raccolta delle fragole.La coltivazione delle fragole prevede poco impegno e massima produzione. Si può coltivare già in primavera e ottenere i primi frutti l’estate successiva alla semina. Altre varietà prevedono una coltivazione nel periodo freddo e una raccolta in estate, ma producono un frutto più saporito. La coltivazione delle fragole prevede un’esposizione al sole e terreno sabbioso, ricco di sostanze nutritive. Bisogna inoltre lavorare il terreno per liberarlo dalle erbacce, ricoprendolo con un composto organico. Vanno poi piantate in singole file, con le piantine a circa 20-25 cm l’una dall’altra. Create un buco abbastanza profondo per rendere parallele la pianta e la terra, infine premere bene la piantina nella sua collocazione, per unire al meglio le radici al terreno. Bisogna innaffiare costantemente le piante, ed aumentare l’apporto idrico nei periodi più caldi. Sarebbe preferibile innaffiare la mattina presto, per permettere un’evaporazione costante durante l’arco della giornata. È raccomandabile evitare anche di bagnare le foglie e il frutto, cercare di innaffiare alla radice della pianta.


La raccolta delle fragole

Il periodo migliore per la raccolta delle fragole è nel periodo più caldo della primavera, e può continuare per tutta l’estate. Bisogna selezionare le fragole più mature, che hanno un colorito più rosso. Prima di iniziare la raccolta bisogna munirsi di cestini corretti per la conservazione, perché sono un frutto molto delicato e si rischia di ammaccarlo durante la raccolta. Il cestino adatto per la raccolta deve prevedere il ricircolo dell’aria per mantenerle sempre areate. Bisogna prendere il frutto dallo stelo e strapparlo con delicatezza dalla pianta, apportando una leggera torsione che stacchi il peduncolo dalla pianta. Se qualche foglia si strappa durante la raccolta, non temete, non avete rovinato la pianta. Le fragole possono essere conservate per due, tre giorni, in frigorifero, nella parte meno fredda dello stesso. Non si devono lavare mai prima della decisione di consumarle, altrimenti roviniamo il frutto. Quando decidiamo di gustarci quel succulento frutto che abbiamo prodotto, laviamolo attentamente. È un frutto che cresce a stretto contatto con il terreno, quindi può essere portatore di germi.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO