Fragole rampicanti

Una pianta ornamentale e ricca di gustosi frutti

Le fragole rampicanti sono una varietà di piante che possono essere coltivate sia in piena terra che in un vaso. Si prestano perciò anche alla coltivazione in terrazzo oppure su un balcone, dove sprigionano tutta la loro bellezza come piante ornamentali. Benché vengano definite rampicanti però non dispongono di elementi propri che permettano loro di arrampicarsi autonomamente. Le piante hanno bisogno dell'intervento dell'uomo che dovrà guidarle su appositi sostegni e legarle, per permettere loro di svilupparsi correttamente in altezza. Una comune canna, un graticcio oppure una rete saranno utilissime per consentire alle fragole rampicanti di raggiungere velocemente fino ad un metro e mezzo di altezza. In alternativa possono essere messe a dimora in un contenitore sospeso, dove i tralci assumeranno un aspetto ricadente. In ogni caso il terreno dovrà essere leggero e ben drenato, poiché la pianta necessita di frequenti annaffiature alla base nella stagione estiva, ma teme il ristagno idrico che potrebbe causare marciume alle radici. Il terreno dovrà risultare sempre umido ma mai inzuppato.
Fragole mature

Gardman 09128 Pianta Fragole Rampicanti, Due Sacchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,16€


Dalla semina al raccolto

Piantine fragole Per ottenere piante sane e rigogliose occorre iniziare dalla cura del terreno. Questo dovrà essere soffice, ben drenato e particolarmente ricco di sostanze organiche. Gli elementi nutritivi del terreno andranno successivamente integrati con regolarità, per sopperire alla quantità di sostanze che viene nel tempo assorbita dalla pianta. Questa esigenza è ancor più avvertita per quegli esemplari che vengono coltivati all'interno di vasi. Prima di mettere a dimora le piantine di fragole rampicanti è consigliabile effettuare una ricca concimazione del terreno con letame maturo. In caso di coltivazione delle fragole rampicanti all'interno di vasi sarà opportuno ripetere l'operazione in autunno, aggiungendo stallatico maturo alla base delle piante. Ad inizio primavera, per ottimizzare il raccolto, basterà aggiungere una volta al mese del concime liquido a base di potassio e fosforo all'acqua, oppure del concime granulare a lenta cessione misto a cenere ai piedi della pianta.

  • Una pianta di fragole in vaso La fragola è una pianta erbacea che appartiene al genere Fragaria, Famiglia delle Rosacee. Di solito quando la nominiamo intendiamo riferirci alla sua parte edule. Quella parte che viene considerata u...
  • Il frutto della fragola La fragola ama i terreni con un pH che abbia un valore compreso fra 5,5 e 6,5 anche se tollera valori di pH anche di 7,5. Il suo fabbisogno idrico è moderato, ma necessita di irrigazioni costanti dura...
  • fragole mature Le fragole non si ottengono quasi mai a partire dal seme. Si possono creare nuove piantine a partire da una fragola madre, ottenendo una copia perfetta dell'originale. Oppure è possibile acquistare pr...
  • fragola La fragola (genere Fragaria, varie specie e ibridi) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Rosaceae, coltivata (spesso come annuale) per i suoi falsi frutti succosi e carnosi. I...

Nuovo arrivo! 200 pc / sacchetto di arrampicata semi rossi della fragola con la salubre GUSTO * NON-OGM fragola Monte Everest * * COMMESTIBILE frutta, #

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Caratteristiche della pianta

Raccolta fragole La moltiplicazione delle piante di fragole rampicanti avviene principalmente per divisione dei cespi. Questa tecnica consente di mantenere inalterate le caratteristiche genetiche delle piante originarie. La divisione dei cespi viene effettuata a fine inverno, quando le piante si preparano per il nuovo periodo vegetativo. In questo periodo è bene provvedere anche alla rimozione di eventuali tralci danneggiati dalle gelate, foglie secche e rametti che risultassero spezzati. Durante i mesi più freddi è consigliabile proteggere la massa radicale delle piante con una buona pacciamatura a base di paglia o agritessuto. In primavera le piante si riempiranno di delicati fiorellini bianchi, che si trasformeranno in gustosi frutti nel periodo compreso tra maggio e settembre. La raccolta delle fragole dovrà essere effettuata manualmente.


Fragole rampicanti: Malattie e parassiti

Pianta fragole malata Rispetto alla varietà comune delle piante di fragole striscianti, quelle rampicanti presentano minori possibilità di venire attaccate da malattie e parassiti, per la mancanza di contatto tra i tralci ed il terreno umido. Anche la migliore esposizione alla luce previene molte malattie. Tuttavia le fragole rampicanti possono essere attaccate da malattie fungine. Le più temute sono il mal bianco e la ruggine, caratterizzata dal tipico colore che assumono le foglie in questa occasione. Anche la presenza di afidi può danneggiare la pianta. L'intervento con prodotti fungicidi è sconsigliato, poiché le sostanze in esso contenute andrebbero a coinvolgere anche i frutti. La migliore difesa da queste malattie risulta essere una corretta pratica colturale. Per quanto riguarda invece gli attacchi delle lumache è possibile intervenire con la rimozione manuale dei fastidiosi animaletti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO