Mirtillo coltivazione

Preparare il terreno per la coltivazione del Mirtillo

La pianta di Mirtillo predilige terreni acidi (Ph tra 4/5), fertilizzati e ben sciolti. Individuata la parcella di terra da dedicare alla coltivazione, si procede con l' aratura profonda fino a 25 cm circa. In seguito si solcano i futuri filari con una vanga (distanziati di 1,5 metri tra loro) e si rimuove la terra. Nei solchi verrà posato uno strato di concime vegetale, uno strato di zolfo granulare per regolarizzare, casomai, il Ph precedentemente analizzato, infine il tutto sarà ricoperto con la sua stessa terra mista a torba acida. Con 4 picchetti si delimiterà la parcella che sarà lasciata a riposo fino alla stagione primaverile, per dare il tempo agli integratori di essere assimilati in modo naturale dal terreno. L' autunno, con il suo clima ancora mite e non eccessivamente umido favorisce il trattamento.
Parcella di terreno

PIANTE GRASSE VERE RARE Myrtillocactus Geometrizans Crestato CON FRUTTO COMMESTIBILE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 200€


Germinazione dei semi di Mirtillo gigante

Tra le varietà più diffuse di semi di Mirtillo, quella che meglio si adatta alla coltivazione è sicuramente il "Mirtillo gigante americano". La pianta cresce fino a 1,50 metri d' altezza, resiste benissimo alle intemperie e fruttifica con bacche grosse,succose e saporite. Tra gennaio e febbraio si preparerà il semenzaio utilizzando una casseruola di legno. Il contenitore sarà riempito quasi fino al colmo con terriccio misto a humus vegetale e si impianteranno i semi. Con una pellicola di plastica trasparente bucherellata verrà sigillato il contenitore e sarà posizionato in un luogo umido e non soleggiato. Dopo circa 15 giorni si inizieranno ad intravedere i germogli con 1 o 2 foglie. Quando le piantine raggiungeranno un' altezza minima di 10 cm, potranno essere estirpate delicatamente e poste a dimora nel terreno oramai pronto.

    Terriccio specifico per acidofile Premium - 3 sacchi 70 lt.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,5€


    La talea della pianta di Mirtillo.

    Talea di Mirtillo La pianta del Mirtillo, è adatta alla riproduzione con la tecnica della talea. Dalla pianta di Mirtillo già adulta (2/3 anni) si tagliano in obliquo, con un coltello affilato o con delle forbici pulite e disinfettate, dei rametti arbustivi sani. Tra le più comuni, la radicazione idroponica con la sola immersione in acqua, è quella che consente una maggiore percentuale di successo. La talea, a questo punto, avrà necessità di vivere in un posto caldo/umido, arieggiato e luminoso, ma mai esposta alla luce diretta del sole. Dopo circa 2 mesi avrà radicato in acqua e, all' altezza dei nodi del ramo, si apriranno i primi germogli verde chiaro. La crescita in acqua continuerà fino allo sviluppo delle foglie, a questo punto la talea di Mirtillo è pronta per essere messa a dimora.


    Mirtillo coltivazione: La raccolta del Mirtillo

    Bacche di Mirtillo La pianta di Mirtillo raggiunge l' adeguata maturazione dopo 2/3 anni e, dal terzo anno in poi, fruttifica con bacche abbondanti (da 1,5 kh a 5 kg per pianta), grandi, succose e saporite. La raccolta si effettua a mano nel periodo estivo, tra luglio e settembre, quando i frutti raggiungono un bel colore nero o rosso in tutta la sua struttura. Le bacche mature però sono anche un ottimo alimento per uccelli, insetti e parassiti, è pertanto consigliato apporre delle coperture durante le settimane critiche di sviluppo. Il Mirtillo è un frutto dal gusto combinato dolce/aspro, può essere consumato fresco subito dopo la raccolta o si prepararono marmellate, sciroppi, decotti e tisane. Le proprietà benefiche sono molteplici e agiscono sulla circolazione, sul fegato e sull' intestino.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO