Mirtillo rosso coltivazione

L'irrigazione

La vivace pianta trae la sua origine principalmente dai continenti europeo ed americano e viene classificata nel fitto e variegato raggruppamento familiare delle Ericaceae. Questo arbustivo sempreverde si distingue per il lucido fogliame, per la tenue infiorescenza rosacea e in special modo per i frutti sferici e rosseggianti, usualmente impiegati nell'industria alimentare e farmaceutica. Andrà generosamente e frequentemente innaffiato per larga parte dell'annualità, con massimizzazione dell'opera nelle stagioni primaverile ed estiva e limitata riduzione nei periodi freddi e rigidi. La terra di coltura del Mirtillo rosso, in definitiva, dovrà presentarsi persistentemente madida e inumidita, evitando nondimeno di giungere ad esagerazioni. L'eccesso di bagnature, difatti, rischierà di compromettere o indebolire il sistema delle radici.
Mirtillo rosso

Vaso per piante da giardino verticali, colore: nero, in feltro, Living-Decorazione da parete con fiori, erbe per coltivare fragole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,59€


La coltivazione

Mirtillo fiore Il Mirtillo rosso troverà facile sistemazione in aree aperte e verdeggianti, oppure potrà essere alloggiato in recipienti ad abbellimento di ogni spazio dell'abitazione. Avrà imprescindibile bisogno di una terra pregna di sostanze organiche e soprattutto caratterizzata da discreta acidità, da conseguirsi anche attraverso l'utilizzo di sostanze biologiche o chimiche. Il variopinto arbustivo dovrà essere sottoposto a periodiche e semplificate opere di potatura, consistenti sostanzialmente nello scorcio e modellamento delle ramificazioni e nell'eliminazione dei rami vecchi e logori e delle infiorescenze o delle bacche ormai avvizzite. Ove posto in recipiente, il sempreverde andrà assoggettato ad operazioni di rinvaso al fine precipuo di assecondarne lo sviluppo radicale, con utilizzo di un contenitore maggiormente capiente e dimensionato.

  • bacche Mirtillo Il mirtillo appartiene alla famiglia delle Ericacee ed al genere Vaccinum; le specie più importanti sono: il mirtillo nero (Vaccinum myrtillus), il mirtillo rosso europeo (Vaccinum vitis idaea), il mi...
  • pianta mirtilli Appartenente alla famiglia delle Ericacee, il mirtillo, è un piccolo arbusto del genere Vaccinum. E’ tipico delle zone di montagna e cresce ad altitudini comprese tra 500 e 2500 metri. Il nome botanic...
  • Messa a dimora L'aspetto più importante da valutare è il tipo di suolo a disposizione dal momento che l'arbusto, per crescere sano, necessita di un terreno acido (pH tra 4.5 e 5.5). Le piante vengono messe a dimora ...
  • Pianta di mirtilli La pianta di mirtilli si presenta come arbusti o piccoli alberelli. E' caratterizzata da foglie molto robuste e di colore verde scuro. La fioritura, che avviene da maggio a luglio, si caratterizza di ...

10pcs / bag da giardino piante organiche arachidi semi, semi di ortaggi e anche i semi della frutta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


La fertilizzazione

Frutti mirtilli Anche qualora venga collocata in recipiente, la pianta arbustiva non denoterà marcati bisogni di essere concimata, ai fini del conseguimento dei nutrienti indispensabili. La fertilizzazione sarà effettuata, quindi, con frequenze limitate e misurate, da concentrarsi nel periodo vegetativo. Sarà consigliabile l'impiego di fertilizzanti di natura solida, pellettati a rilascio differito e graduale nel tempo, massimamente se di composizione organica a base letamica. Il concime sarà specifico per piante acidofile e contenere una presenza pronunciata di componenti azotate e soprattutto potassiche, a cui si uniranno utili microelementi, quali il ferro. Molto in uso per il sempreverde in esame risultano specifici terricci, che includono al loro interno idonei concimi, elementi torbacei e varie sostanze organiche.


Mirtillo rosso coltivazione: Esposizione e malattie

Frutti bosco piante L'ornativa pianta perenne adorerà un habitat discretamente illuminato ed assolato, con moderata esposizione diretta alle radiazioni solari in ambito estivo, ma si adeguerà alla perfezione anche ad ambienti parzialmente ombrosi. Potrà tollerare condizioni climatiche discretamente rigide, ma andrà adeguatamente protetto da bruschi o esagerati flussi d'aria, potenzialmente assai perniciosi per il fogliame e le radici. Questo affascinante arbustivo, infine, non raramente sarà attaccato da larve di falene o insetti, come i moscerini. Nel frangente, occorrerà utilizzare con rapidità uno specifico insetticida, onde evitare gravi danneggiamenti alle pregiate bacche. Saranno possibili, inoltre, anche insidie scaturenti da patologie fungine, che dovranno essere debellate attraverso anticrittogamici biologici.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO