Visciole

Quanto annaffiare

Alle varietà di ciliegie classiche e dolci, della specie Prunus avium, si affiancano altre tipologie di ciliegie definite acide, quelle del Prunus cerasus. Queste ciliegie si differenziano da quelle dolci soprattutto per il sapore, legato al loro particolare grado di acidità. Nel caso di coltivazione del Visciolo, è possibile ottenere una buona raccolta di ciliegie anche solo dopo tre anni dalla messa a dimora della giovane pianta, le varietà del Prunus cerasus fruttificano piuttosto velocemente. Per annaffiare la pianta delle Visciole è buona regola somministrare le giuste dosi di acqua, possibilmente la mattina presto o nel tardo pomeriggio al calar del sole. È consigliabile bagnare il Visciolo in modo da evitare ristagni idrici, causa di patologie fungine delle quali può facilmente ammalarsi. Del Prunus cerasus si distinguono anche altre due varietà di ciliegie acide, il Marasco e l'Amareno.
Visciole mature

Grow bag, Meiwo 5 confezioni piante vasi con manici robusti in nylon, ideale per piantare fiori, verdure, fragole, nursery Garden

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,32€


Coltivazione

Pianta visciolo Il Visciolo è una varietà di ciliegie acide che fruttifica piuttosto velocemente, purché si lasci crescere spontaneamente la pianta. Limitando le potature nei primi due anni, sui rami si formeranno numerose gemme da fiore che a partire da maggio del terzo anno, inizieranno a fruttificare. Coltivare le Visciole è semplice, la loro pianta è resistente e non necessita di cure particolari. Basterà mettere a dimora il giovane Visciolo in un luogo soleggiato, interrando le radici in terriccio fertile, misto a stallatico maturo. È buona regola affiancare alla pianta un tutore, per aiutare le radici a consolidarsi e a correggere l'andamento di crescita del fusto. Dato che la produzione di Visciole aumenta piuttosto velocemente, alla quinta stagione è consigliabile procedere con leggere potature di diradamento dei rami, per garantire ai frutti della successiva stagione, la corretta esposizione alla luce del sole.

  • Ciliegio in fiore Il ciliegio appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Cerasus; le specie più importanti sono il ciliegio dolce, il più coltivato, e quello ac...
  • fioriciliegio1 Tutti i fiori usati a scopo ornamentale sono bellissimi, ma quello di ciliegio ha qualcosa in più, un fascino particolare indescrivibile , che vale la pena ammirare nei parchi pubblici o nei giardini ...
  • ciliegio innestato La tecnica dell’innesto è una tecnica importantissima nell’ambito del giardinaggio, e dev’essere conosciuta ed abbastanza padroneggiata per toglierci qualche piccola ma bella soddisfazione anche nel n...

CONCIME NATURALE MAXICROP A BASE DI ESTRATTO D'ALGA PER AROMATICHE E PICCOLI FRUTTI IN CONFEZIONE DA 500 ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,5€


Come concimare

Amareno fiorito Il Visciolo come le altre varietà del Prunus cerasus, produce molte gemme da fiore già sui rami di un anno, sui quali dopo due stagioni, si formeranno i mazzetti di maggio, i gruppi di Visciole disposte a ciuffo. È una pianta che ama il sole, resiste al freddo e tollera anche lunghi periodi di siccità, dunque si adatta facilmente a qualsiasi clima, ne sono conferma i tantissimi esemplari selvatici. In caso di coltivazione, sia per la raccolta delle ciliegie acide che per il suo valore ornamentale, è buona regola concimare il Visciolo almeno una volta all'anno, in primavera oppure in autunno. Per eseguire l'operazione dopo la fioritura, è necessario utilizzare letame maturo o stallatico, per favorire la crescita delle Visciole e apportare nutrimento immediato, nella fase della formazione dei frutti. Mentre in autunno, per concimare il Visciolo è consigliabile somministrare fertilizzanti a base di azoto organico a lenta cessione.


Visciole: Malattie e rimedi

Foglie malate ciliegio Le malattie del Visciolo sono le stesse avversità che colpiscono le piante delle ciliegie dolci. Sono frequenti le infestazioni degli afidi e della mosca del ciliegio, ma a differenza delle varietà del Prunus avium sulle quali si rivelano spesso devastanti, sul Visciolo e sulle altre piante di ciliegie acide, gli attacchi si risolvono naturalmente, senza l'utilizzo di insetticidi. Le malattie della pianta delle Visciole più temibili sono quelle legate agli attacchi di funghi parassiti che possono addirittura provocare la morte della pianta. Il Visciolo malato si mostra con cancri rameali, le foglie si macchiano di rosso e i frutti si presentano ingialliti e con strani rigonfiamenti. Per intervenire è necessario somministrare gli specifici fitofarmaci due volte nel corso dell'anno, in autunno nella fase della caduta delle foglie e in primavera alla ripresa vegetativa della pianta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO