Bocca di leone

Fiori in natura

Tutti sanno che i fiori sono tra gli elementi naturali più belli ed affascinanti; non a caso, questo piccolo ma fondamentale elemento naturale vegetale è entrato a far parte prepotentemente di tutte le culture mondiali, tant’è che nemmeno una di esse non lo considera in qualche modo importante per l’essere umano. Ci sono infatti le culture più antiche, tradizionaliste e quasi “tribali” per cui gli elementi naturali sono amici, compagni di vita e figli della stessa natura che loro amano e rispettano, temendola senza sfruttarla; stiamo parlando di popolazioni come i Nativi Americani o i Nativi dell’Oceania, tradizionalmente molto legati alla natura: i fiori per essi sono un simbolo quasi mistico della straordinaria potenza della natura, racchiusa in un corpo così piccolo ed apparentemente delicato. Potremmo anche noi interpretare in questo modo il tutto, anche perché è qualcosa di insito in noi il fatto di essere affascinati dai fiori: la loro funzione nel mondo vegetale è importantissima (sono gli “addetti” alla riproduzione della specie), ma per noi essi sono degli incantevoli messaggeri di emozioni, silenziosi ma potentissimi in quanto capaci di comunicare le emozioni più profonde ed intime, che spesso nemmeno le parole possono comunicare così bene.
infiorescenza bocca di leone

1bag = 100pcs semi bocca di leone GIAPPONESE d'oro regalo semi di fiori di pesce come mini vaso decorazione della casa e giardino bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Spontaneità in terra

tutti i coloriSapete cosa è che ci colpisce dei fiori? E’ difficile dirlo, così tanto che anche gli innumerevoli studi scientifici a riguardo non sono riusciti a sintetizzarlo, ma hanno solo potuto risalire al perché dell’effetto davvero straordinario che i fiori hanno sul nostro umore: è un qualcosa di genetico, ovvero dentro di noi portiamo le tracce di milioni di anni vissuti a contatto con la natura e ciò provoca oggi un inconscio senso di piacere, pace e serenità ogni qualvolta ci imbattiamo in un fiorellino oppure in un paesaggio naturale. La cosa che spesso ci sorprende di più, anche più che un dono floreale inaspettato, è il trovare in un posto insolito un fiorellino spontaneo, magari spuntato dal nulla; sapete quando troviamo quelle piante che spuntano nelle giunture delle pietre che formano i vecchi muri? Hanno solitamente dei fiori luminosi e colorati, ed il fatto che nascono da un posto così contrario ai canoni di un giardino classico è un messaggio: la natura ha una forza straordinaria e sorprendente anche per noi che ci riteniamo tanto evoluti da dominare il mondo, mentre un fiorellino arrampicato su un vecchio muro ci dimostra come la potenza della vita sia ben altra cosa …

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

PICCANTE! Antirrhinum majus semi di bocca di leone comune semi di fiori 200PCS fiori colorati Garden Home Bonsai Piantare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 84,45€


La bocca di leone

La specie floreale di cui parliamo in questo articolo c’entra strettamente con quanto abbiamo appena detto nel paragrafo precedente: nella stragrande maggioranza delle volte quel fiorellino che spunta da un muro è un fiore di bocca di leone, una specie floreale molto comune e caratterizzata dalla particolare forma del fiore che ricorda la bocca di un animale o comunque un apertura. In passato è stata denominata bocca di leone probabilmente per una suggestione popolare, ma sta di fatto che questa denominazione è rimasta nel corso degli anni ed ha accompagnato il mito di questa potentissima specie floreale. Ecco, forse è proprio questa forza di vita interiore che ha fatto associare al leone questo fiore: si tratta infatti di una specie che fa della crescita spontanea una delle sue caratteristiche di crescita principali, ed infatti la possiamo ritrovare sulle mura di vecchi giardini, ai bordi delle strade ed in ogni giardino curato o non curato che sia. La pianta “bocca di leone” ha come caratteristiche morfologiche una forma erbacea che non le permette di raggiungere nemmeno il metro di altezza (la media reale è intorno ai cinquanta centimetri) nella sua vita annuale o biennale, a seconda della specie.


Bocca di leone: Come si presenta

Nonostante la bocca di leone sia un fiore che tutti conosciamo perché di certo lo abbiamo visto almeno una volta in giro, è bene conoscere le sue principali caratteristiche; detto del fatto che può avere un ciclo di vita annuale o biennale, la pianta si presenta con una radice a fittone (ovvero che si sviluppa più in profondità che in larghezza, con un tratto centrale più grande e poche diramazioni) in terra e con uno stelo legnoso inizialmente, ma che poi si sviluppa in rametti verdi ma abbastanza turgidi e resistenti. Nella fase di durata biennale, la pianta secca del tutto e quindi diventa tutto legnoso ma restano dei piccoli germogli quasi come per miracolo e da lì spunterà la pianta nella nuova stagione di crescita. Il pezzo forte della pianta sono di certo i fiori: essi si sviluppano su una infiorescenza dalla forma a piramide molto allungata verso l’alto e si presentano numerosi e grandi, oltre che dotati di un colore davvero sgargiante, qualche sia la tonalità: rosso, rosa, viola, lilla, blu, bianco, giallo ed altre mille sfumature che sono quasi sempre a tinta unita. In realtà la bocca di leone ha anche un frutto che quando la pianta secca libera i numerosissimi semi che contiene e contribuisce allo sviluppo spontaneo e molto numeroso di questa specie vegetale originaria proprio del Mediterraneo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO