Campanula

Allegria e semplicità in lilla

Le campanule sono i fiori ideali per chi vuole dare, senza troppi sforzi, un tocco di colore al giardino con qualcosa che catturi lo sguardo, ma che non si imponga necessariamente come protagonista o fulcro visivo all'interno dello spazio verde. Nei diversi toni del bianco, del rosa, dell'azzurro e del viola le campanule si mostrano come fiori dall'aspetto delicato e dai colori eleganti e non troppo intensi. La loro coltivazione è molto semplice, poiché sono piante per natura adatte alle nostre zone e che si possono trovare anche come vegetazione spontanea. Sono piante molto decorative, perchè dotate di una fioritura abbondante, anche se i fiori sono di dimensioni relativamente piccole e per questo possono essere considerate elementi di decoro del giardino senza che sovrastino l'eleganza e la bellezza delle altre coltivazioni in esso presenti. Le campanule possono essere coltivate in vaso, sia all'interno sia all'esterno dell'abitazione, per decorare anche i balconi di piccole dimensioni: lo sviluppo dell'arbusto può essere facilmente tenuto sotto controllo senza che diventi infestante o eccessivamente ingombrante. La campanula è una pianta che permette anche ampia possibilità di scelta: ne esistono circa 300 specie, differenti per caratteristiche e necessità climatiche, che possono essere selezionate quindi sia dal punto di vista estetico sia in base all'adattabilità della pianta al clima dell'ambiente nel quale verrà collocata.
Campanula

Smart Solar - Lampada a forma di campanula, confezione da 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,87€


Coltivazione

Campanula Il fatto che la campanula sia un arbusto originario dell'Europa e che le sue diverse cultivar si trovino come vegetazioni spontanee in diversi tipi di aree climatiche ed ambientali è segno della facilità di coltivazione di questo arbusto, anche se questo non significa che non abbia bisogno di cure e di attenzioni. Venire incontro alle esigenze della pianta significa garantirle una crescita più sana e una fioritura rigogliosa. La disposizione più indicata è quella che permette alla pianta di ricevere luce, ma non i raggi diretti del sole. Meglio una posizione semiombreggiata, con la possibilità di riparare la campanula nel caso l'inverno sia rigido. Per quanto riguarda il terreno non si tratta di una pianta esigente: non a caso, viene denominata anche “pioniera”, proprio perchè è in grado di attecchire e crescere anche sulle zone rocciose dove altre coltivazioni non arrivano, aprendo loro la strada. E' invece importante eseguire il rinvaso ogni due o tre anni circa, in base allo sviluppo delle radici, che tendono ad occupare tutto lo spazio a disposizione. Il rinvaso va effettuato in primavera, periodo utile anche per lo spargimento di concime, da aggiungere ogni due settimane circa all'acqua di annaffiatura. Il terriccio della campanula deve rimanere sempre umido, soprattutto nel periodo estivo, mentre vanno assolutamente evitati i ristagni idrici, che porterebbero alla morte della pianta facendone marci le radici.

  • il fiore di campanula perenne Riempite una terrina o dei singoli vasi con i semi di campanula perenne, spargendo i semi mescolati a della sabbia: questo vi permetterà di distribuirli in modo uniforme. Coprite con uno strato legger...
  • Infiorescenze di Campanula portenschlagiana Il genere della Campanula comprende più di trecento specie diverse, tra cui la cosiddetta Campanula portenschlagiana, appartenente alla famiglia delle Campanulaceae. Piante originarie del continente e...
  • Campanule fiore Le campanule sono un genere di piante perenni, annuali o biennali dalla caratteristica forma a campana. Complessivamente le specie sono più di trecento, di cui alcune raggiungono pochi centimetri d’al...
  • Settembrini Aster Frikartii Non tutte le piante che con i loro vivaci colori rallegrano il giardino iniziano ad appassire e spegnersi subito dopo il periodo estivo: le fioriture dei mesi più caldi cedono il passo a quelle dei se...

SOLEDI®- Scacciapensieri Campane a Vento a Forma di Farfalla Decorazione Casa Giardino Regalo per Bambini Amici 3 Colori da Scegliere (Viola)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€
(Risparmi 6€)


Moltiplicazione

Campanula La campanula si riproduce per seme o per talea, a seconda anche delle esigenze di chi compie le operazioni: se volete un risultato più rapido dovrete optare per la talea, mentre se volete seguire passo passo la nascita e la crescita della piantina la riproduzione per seme non comporta troppe difficoltà. La talea deve essere prelevata nel periodo primaverile ed è sufficiente che sia lunga una decina di cm, mentre il taglio deve essere netto. Dopo ave messo la talea in una polvere rizogena per favorire la radicazione, la nuova piantina così ottenuta potrà essere trasferita nel terreno e tenuta a temperatura costante intorno ai 15 gradi, coperta e protetta dai venti ma innaffiata leggermente ogni giorno e scoperta per un po' per far circolare l'aria. Le talee verranno così conservate finchè non avranno messo nuovi getti, mentre da quel momento potranno essere trattate a tutti gli effetti come una pianta adulta. Simile procedimento anche per la coltivazione per seme: essi dovranno venire interrati in pochi cm di terra e la vaschetta verrà poi coperta per mantenere costante la temperatura. Anche in questo caso ogni giorno si provvederà a far prendere aria e a inumidire il terreno. Man mano che le piantine germogliano e crescono potranno essere esposte alla luce e all'aria, fino al travaso e alla coltivazione come qualsiasi altra piantina ormai robusta.


Campanula: Parassiti e malattie

Campanula La campanula è una pianta resistente, ma questo non significa che essa non sia soggetta al rischio di malattie: in particolare, ambienti particolarmente umidi e afosi potrebbero causare la proliferazione di funghi e del ragnetto rosso, la cui presenza è riscontrabile per via delle macchie brune che compaiono sulle foglie. Per porre rimedio all'infestazione occorre eliminare ogni traccia del parassita tramite un batuffolo di cotone imbevuto di alcool, mentre in caso di infestazione già ampiamente diffusa sarà necessario invece provvedere all'utilizzo di specifici antiparassitari. In via preventiva occorre invece mantenere un ambiente non troppo umido e con un adeguato ricircolo dell'aria. Le foglie possono mostrare anche segni di sofferenza della pianta: se bruciacchiate avranno bisogno di una collocazione più ombreggiata, mentre una fioritura scarsa o assente e foglie afflosciate saranno segno di un'annaffiatura eccessiva: in questo caso ripristinando le condizioni ottimali di coltivazione della pianta si potrà riscontrare il miglioramento del suo stato di salute e di conseguenza del suo aspetto.


  • campanule pianta erbacea perenne a fiori viola originaria dell'Europa, del nord America e dell'Asia. Sviluppa densi ciuffi non mol
    visita : campanule
  • campanule viola Il platycodon grandiflorus è una erbacea perenne, vivace, proveniente dall’Asia orientale, in particolare dalla Cina, da
    visita : campanule viola

COMMENTI SULL' ARTICOLO