Fiore viola

Fiore viola significato

Ogni fiore ha un suo significato e anche la viola ne ha uno, anzi, più di uno. In realtà, esistono tantissime specie di viola: viola alba, viola africana, viola bertolonii, viola blanda, viola calcarata, viola cornuta, viola cucullata, viola etrusca, viola hederacea, viola labradorica, viola nebrodensis, viola dei Nebrodi, viola odorata, viola mammola, viola palmata, viola pedata, viola peduncolata, viola odorata, viola sororia, viola tricolor, viola ucriana, viola di Ucria e viola wittrockiana. La maggior parte di queste specie sono nate da ibridi creati dai botanici. Il significato di questo fiore, in generale, è legato alla sfera dell’amore, degli affetti, della memoria e delle persone care. Indica il ricordo di una persona amata ed è adatto da donare e bello da ricevere, perché attesta la stima e l’affetto che la persona che la dona prova per chi la riceve. In particolare, quella africana indica anche umiltà e modestia, quella gialla indica vicinanza nel momento delle disgrazie. La viola di colore gialla, inoltre, in Puglia viene detta di San Giuseppe perché ricorda il colore del mantello del Santo.
Un esemplare di viola

Gardman 02810 - Palla Topiaria Con Effetto Fiore Viola Diametro 30Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,82€


Fiore viola del pensiero

Viole del pensiero di vari coloriLa viola del pensiero è un fiore che significa molto per chi lo dona e per chi lo riceve. Nel linguaggio dei fiori, donare una viola del pensiero equivale a dire alla persona a cui la si dona "ti penso" oppure "sei sempre nei miei pensieri". Si tratta dunque di un fiore molto romantico e usato soprattutto dagli innamorati. Questa pianta è originaria dell’Europa, delle zone tropicali e dell’America, sia del nord che del sud. Ha dei fiori molto grandi e dai colori sgargianti che vanno dal nero al bianco, anche se quella più comune è di colore viola. I fiori sono però privi di profumo, hanno cinque petali con il centro scuro o giallo, ma sempre in contrasto con il resto del fiore. Alcune specie hanno delle venature scure sul fiore; le foglie sono verde scuro e di forma ovale. La fioritura delle viole avviene nei periodi più freschi dell’anno, ossia in autunno, in inverno e agli inizi della primavera.

    3 BULBI DI ALLIUM GIGANTEUM VIOLA FIORI GIGANTI

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


    Fiore viola coltivazione

    Viole del pensiero coltivate in vaso Le viole sono fiori ibridi perenni e hanno vita breve; di solito sono coltivate come piante annuali o biennali. Se si piantano in autunno, fioriranno in autunno e in primavera, dunque bisogna metterle in una zona assolata per far sì che le giovani piantine ricevano molta luce per crescere durante l’inverno. Se si piantano in primavera allora è meglio metterle in un’area a mezz’ombra, per evitare che i raggi del sole d’estate le brucino. Bisogna sempre evitare di metterle in zone in completa ombra perché senza luce non cresceranno bene e non fioriranno. Se si piantano nei vasi è possibile spostarle a seconda della stagione per farle stare più o meno al sole. Non temono il freddo, anzi, le basse temperature favoriscono la germinazione dei semi e la fioritura. Devono essere annaffiate molto spesso: il terreno deve essere sempre umido ma senza ristagni d’acqua. Prima di annaffiarle bisogna, insomma, lasciar asciugare il substrato. Ogni venti giorni circa bisogna fertilizzarle con concime per piante da fiore per favorire la fioritura.


    Viole del pensiero terreno e moltiplicazione

    Alcuni esemplari di viola del pensiero Le viole crescono in qualsiasi tipo di terreno. Tuttavia, se il terreno risulta troppo calcareo è meglio aggiungere della torba, con sabbia e terriccio, per ottenere un substrato ricco di materiale organico e ben drenato. La moltiplicazione della viola può avvenire sia per talea che per seme. Le talee vanno eseguite in primavera: bisogna far radicare i fusti in un miscuglio di torba e sabbia, il terriccio va poi inumidito per accogliere i semi, che andranno ricoperti con uno strato di sabbia per mantenere l’umidità. I semenzai di viole vanno poi coperti con un telo di plastica trasparente e mantenuti in un luogo freddo e buio, condizioni che aiutano la germinazione. È preferibile piantare le talee in vaso, perché se poste a dimora direttamente nel terreno la germinazione può non avvenire. Le piantine vanno messe a dimora solo dopo che hanno prodotto foglie, o in primavera o in autunno. Bisogna stare attenti a lumache, mosche bianche e afidi, insetti che prediligono le viole.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO