Geranio imperiale

Geranio imperiale origini e caratteristiche

Il geranio, appartenente alla famiglia dei Pelargonium, è uno dei fiori più diffusi al mondo, soprattutto come pianta ornamentale per balconi e terrazzi. La sua zona di origine è il sud dell’Africa anche se oggi si trova ovunque. Il geranio imperiale è solo una delle tantissime varietà di geranio esistenti al mondo. A differenza di altre, come quello rampicante, quello zonale, quello pendulo o quello edera, il geranio imperiale raggiunge un altezza superiore: ha fusti molto lunghi e ha un portamento eretto, il fogliame è più fitto e i fiori molto più grandi e numerosi. Anche le infiorescenze sono molto particolari, non solo per le loro dimensioni, ma anche per i loro colori: ne esistono di tutte le sfumature, bianco, rosa, giallo, rosso, viola e persino striato a due colori. Nelle piante giovani è opportuno inserire un sostegno che aiuti la pianta ad assumere una forma dritta e verticale.
Un esemplare di geranio imperiale striato fiorito

Brandani Lanterna Fiore Media Metallo Vetro Colore Panna

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€


Geranio imperiale coltivazione

Gerani imperiali coltivati in vasche su un balcone Come tutti i gerani, anche quello imperiale preferisce un’esposizione diretta ai raggi del sole, tuttavia cresce bene anche a mezzombra. Se la luce non è sufficiente, la pianta produrrà tante foglie e pochi fiori, a volte anche nessuno. Il geranio imperiale può essere piantato anche a terra ma, di solito, viene usato come pianta decorativa e dunque viene coltivato in vasi o vasche. Per i gerani comuni sono sufficienti vasi normali, ma per l’imperiale serve un vaso di diametro maggiore poiché la pianta è molto più grande rispetto alle sorelle della stessa specie. Se si vogliono coltivare, ad esempio, gerani imperiali di diverso colore per formare una barriera colorata sui propri balconi, allora conviene scegliere delle grandi vasche di una lunghezza adeguata per ospitare più piante. Tra un esemplare e l’altro va lasciato un certo spazio perché la varietà imperiale è molto folta dunque la sua chioma può raggiungere una certa dimensione.

    Ashleigh Burwood & fragranza pompelmo & geranio 3 sacchetti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,7€


    Geranio imperiale cure e manutenzione

    Gerani imperiali di vari coloriIn un qualsiasi vivaio è possibile acquistare terricci specifici per i gerani imperiali. L’importante è che nel composto ci siano torba e argilla, per far sì che nei mesi estivi la pianta trattenga dell’acqua. Ogni quattro mesi circa, il geranio va concimato con una miscela di humus e concime a lenta cessione. La regolarità della concimazione è fondamentale per ottenere una fioritura abbondante e duratura. I gerani sopportano bene la siccità, mentre non tollerano il ristagno idrico: per questo motivo bisogna assolutamente evitare di annaffiarli troppo spesso e in grandi quantità. Da giugno a settembre vanno irrigati ogni giorno, in modesta quantità e preferibilmente la mattina presto. In inverno basta annaffiarli anche una sola volta a settimana ma, in ogni caso, solo quando il terreno è ben asciutto.


    Geranio imperiale moltiplicazione

    Un fiore di geranio imperiale Ogni venti giorni circa sul geranio imperiale va applicato un prodotto insetticida per prevenire gli attacchi dei parassiti tipici di questa pianta, come acari e afidi. Questi insetti sono soliti accumularsi sulle foglie, provocandone l’ingiallimento e poi la caduta. In primavera e in autunno il nemico è invece la ruggine, ossia delle macchie sulle foglie, che si possono combattere con prodotti a base di zolfo. All’inizio della primavera il geranio imperiale va potato, togliendo solo le parti vecchie o rovinate; la moltiplicazione di questa pianta può avvenire per talea così da riprodurre esattamente una copia della pianta madre. Va asportata la parte apicale del geranio per un massimo di 15 centimetri: poi bisogna togliere le foglie alla base e infine piantare la talea in un terriccio debitamente preparato e drenato. Dopo circa un mese la nuova piantina potrà essere tolta e piantata da un’altra parte, se necessario; in questo primo periodo il terreno va mantenuto umido, ma senza ristagni, e le foglie vanno inumidite.



    • geranio imperiale Il geranio imperiale noto anche col nome di Pelargonium grandiflorum è originario dell’Africa australe. Si tratta di una
      visita : geranio imperiale

    COMMENTI SULL' ARTICOLO