Geranio zonale

Geranio, caratteristiche e generalità

Il Geranio è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Geraniacee, in natura originaria dell'Africa Meridionale. Ne esistono di varie specie, forme e colore. I più comuni sono : il Geranio Zonale, il Geranio Edera, il Geranio Parigino ed il Geranio Imperiale. Il Geranio Zonale è caratterizzato da una crescita a forma di cespuglio, ha le foglie semi circolari di colore verde scuro ed infiorescenze molto colorate ( dal bianco, al rosa, al rosso ) sostenute da uno stelo alquanto fragile. Il Geranio Edera ed il Geranio Parigino sono molto simili riguardo la struttura, avendo un portamento simile all'edera e degli steli molto lunghi e sottili. Si differenziano principalmente dal colore delle foglie, verde nel caso del Geranio Edera, verde screziato giallo nel caso del Geranio Parigino. Anch'essi hanno fioriture che variano dal bianco al rosso, passando per il rosa. Infine il Geranio Imperiale, la cui particolarità sta nella fioritura, con infiorescenze molto abbondanti e nelle foglie, di forma particolare, dentate ai bordi.
Geranio Imperiale fiori

Closer to Nature Artificiale 38 centimetri gialla dorata Cascade Zonale Geranio Plug Plant - Artificial Bedding Plug Impianti e Display Selezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,46€
(Risparmi 0,14€)


Geranio Zonale, cura

Geranio Zonale in fioritura Essendo un pianta di origini Africane, il Geranio Zonale ama posizioni del giardino molto illuminate, anche a diretto contatto coi raggi solari, da monitorare comunque nelle giornate più calde. Sopporta bene temperature massime molto alte, fino a 30°C. Viceversa, non ama molto temperature al di sotto dei 15°C. Le innaffiature vanno effettuate con regolarità, soprattutto nel periodo primaverile-estivo, mantenendo il substrato umido. Nel periodo invernale invece, le innaffiature vanno effettuate più raramente, inumidendo il substrato e lasciandolo asciugare fra un'innaffiatura e l'altra. Il Geranio Zonale non ha un periodo fisso di fioritura ed in base alle zone e al clima può fiorire più volte l'anno. Per facilitarne la fioritura è buona norma eliminare i fiori che man mano vanno ad appassire.

  • Settembrini Aster Frikartii Non tutte le piante che con i loro vivaci colori rallegrano il giardino iniziano ad appassire e spegnersi subito dopo il periodo estivo: le fioriture dei mesi più caldi cedono il passo a quelle dei se...
  • Sarracenia La Sarracenia è una pianta carnivora molto particolare che trova diffusione naturale nelle aree del Nord America, prevalentemente tra Canada e Stati Uniti. La sua coltivazione è tuttavia possibile anc...
  • Lobelia La lobelia è una pianta annuale decorativa per giardini e balconi che può integrarsi in qualsiasi spazio, valorizzandolo senza diventarne una prepotente protagonista. Il suo sviluppo arbustivo permett...
  • Campanula Le campanule sono i fiori ideali per chi vuole dare, senza troppi sforzi, un tocco di colore al giardino con qualcosa che catturi lo sguardo, ma che non si imponga necessariamente come protagonista o ...

Oase 508652 Spruzzino, 1 litro, colore: Viola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Geranio Zonale, propagazione e tecniche di rinvaso

Geranio Talee Il Geranio Zonale si propaga per mezzo di talee. Verso la fine dell'estate, si prelevano dalla pianta dei fusti lunghi circa 10 cm, eliminando quasi tutte le foglie lungo il fusto e lasciandone solo qualcuna all'apice. Se si vuole, prima di procedere col rinvaso della talea, si può trattare la base con prodotti radicanti per facilitare il processo di radicazione ( trattamenti comunque non necessari ). Rinvasare la talea in piccoli vasi utilizzando come terriccio una composta di torba e sabbia, stando attenti a favorire il drenaggio dell'acqua per evitare ristagni idrici che farebbero marcire la talea. Sistemare la piantina in un luogo non troppo soleggiato e con una temperatura più o meno costante. Solitamente la talea radica dopo circa 1-2 mesi. Una volta radicata, è possibile trapiantarla in un vaso un pò più grande, utilizzando sempre terriccio composto da torba e sabbia. Una volta rinvasata, è possibile trattare la nuova pianta come una adulta.


Geranio zonale: Geranio Zonale, concimazione, malattie e parassiti

Geranio rosso Il Geranio Zonale può essere fertilizzato durante tutto l'arco dell'anno, ad intervalli di circa una volta a mese, diluendo fertilizzante liquido con la normale acqua di irrigazione. In ogni caso, non è obbligatorio e si può procedere alla fertilizzazione anche una volta ogni sei mesi o una volta l'anno. Il Geranio non si pota, vanno semplicemente eliminate le foglie che man mano si seccano. Per quanto riguarda le possibili malattie, esse sono collegate quasi sempre ad eccessive irrigazioni o a cattive esposizioni solari. Se le irrigazioni sono troppo costanti o se il substrato non garantisce un ottimo drenaggio idrico, le radici possono marcire. Se la pianta non riceve la giusta illuminazione, le foglie inizieranno ad ingiallire. Per quanto riguarda i parassiti, la pianta è soggetta ad attacchi di acari. I più frequenti sono da parte della cocciniglia, che causa macchie scure sulle foglie o presenza di batuffoli simili a cotone. Per eliminarle, ricorrere a trattamenti anti acari.


  • geranio zonale Il geranio zonale, o geranio eretto, è originario del Sud Africa ed è, insieme al geranio edera, il più diffuso sui balc
    visita : geranio zonale

COMMENTI SULL' ARTICOLO