Tagete

Tagete

Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, il Tagete, è una pianta erbacee perenne ed annuale. Questa famiglia comprende circa 20.000 specie e, il genere Tagetes, comprende circa una 50ina di specie. Ha avuto origini in America centrale e nell’America del sud e, in Italia, è molto diffusa e conosciuta come pianta di facile coltivazione. Per quanto riguardano le dimensioni di queste piante, essi, hanno un’altezza che varia tra i 20 centimetri e gli 80 centimetri; alcune specie raggiungono anche altezze pari ai 3 metri. Sono piante che presentano un fusto cespuglioso e ramificato e le foglie sono lanceolate e pennate e sono di colore verde scuro lucido. I fiori che producono sono riuniti ad infiorescenze a capolino, sono semplici o doppie e sono simili a delle margherite. La colorazione varia dal giallo all’arancio e, annusandoli, non emanano un profumo molto gradevole. Generalmente, i tagete, sono piante che vengono coltivati nei giardini di casa per creare delle bordure, delle macchie colorate e delle aiuole. Inoltre sono molto apprezzate anche per abbellire gli appartamenti, i balconi e i terrazzi se coltivate in vaso.
fiori tagete

2 Buste semi Tagete nano giallo e arancio a fiore doppio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Coltivazione

tagete arancioneQuesti tipi di piante sono considerate piante di facile coltivazione dato che non richiedono particolari cure. Sono delle piante annuali (alcune anche perenni) e quindi ogni anno, dopo il periodo di fioritura, vanno lasciate seccare. I Tageti vanno posizionati in luoghi in cui arriva abbastanza luce ma non amano essere esposti ai raggi diretti del sole. La luminosità è un fattore importante per queste piante, crescere in un ambiente poco luminoso significa non far sviluppare la pianta nel migliore dei modi e non ottenere delle fioriture con colori vivaci e brillanti. Sono piante che preferiscono crescere in zone in cui il clima è mite ed, inoltre, non sopportano il freddo. Il consiglio è quello di evitare di porre la piantina in luoghi ove le temperature sono al di sotto dei 10°C. Il Tagete non ha esigenze in fatto di terreno, il terriccio deve essere composto da terra, torba e sabbia e deve essere leggero. Importante per queste piante è che il terreno sia ben drenato perché non amano la formazione di ristagni idrici. Per quanto riguarda le annaffiature, durante il periodo estivo, devono essere moderate e costanti mentre, nel periodo invernale, vanno diminuite. Si consiglia di utilizzare dell’acqua a temperatura ambiente e di non lasciare il terreno completamente asciutto tra un’annaffiatura e quella successiva.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Il Kit Fiori Gourmet di Plant Theatre – 6 varietà di fiori commestibili da coltivare – regalo ottimale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Messa a dimora, rinvaso, concimazione

La messa a dimora dei tageti avviene alla fine del mese di maggio estraendo la pianta dal vaso facendo in modo da non rovinare l’apparato radicale. Dopo aver rimosso la terra in eccesso, si scava una buca abbastanza profonda e si sistema la pianta. Una volta effettuato ciò, la buca, va ricoperta e la pianta va annaffiata. Per quanto concerne il rinvaso va eseguito durante il periodo primaverile solo quando ci rendiamo conto che il vaso attuale è diventato troppo piccolo perla nostra piantina. Per la scelta del vaso va preso uno leggermente più grande di quello precedente e si consiglia di scegliere uno in terracotta in modo tale che la pianta respira. Per aiutare la nostra pianta a svilupparsi al meglio possiamo darle una mano somministrandole dei concimi adatti ad essa. I Tageti vanno concimati durante la fioritura con un fertilizzante specifico per le piante da fiori. Il fertilizzante deve essere diluito nell’acqua utilizzata per le annaffiature ed il trattamento va ripetuto ogni due settimane. Il concime ideale per questi tipi di piante deve contenere elementi come Azoto, Fosforo e Potassio.


Altre attenzioni

La fioritura di queste piante avviene da giugno a settembre ma, alcune specie, sono in grado di mantenere le loro fioriture fino al mese di novembre. Il Tagete non ha bisogno di essere potato ma vanno rimosse solo le parti secche e danneggiate della pianta. Si ricorda che gli attrezzi utilizzati per effettuare i tagli devono essere puliti e disinfettati sia prima che dopo l’uso altrimenti si rischia di provocare infezioni alla pianta. Sono piante abbastanza resistenti sia alle malattie che agli attacchi da parte dei parassiti. Due sono le cose che temono: i ristagni idrici e gli afidi. Con la formazione di ristagni idrici si potrebbero sviluppare delle malattie fungine che porterebbero all’indebolimento della pianta. Per combattere queste malattie va somministrato del fungicida alla piantina. Per quanto riguarda gli afidi, essi, attaccano la pianta danneggiando le foglie e rovinando i fiori. Per eliminare in modo naturale il parassita è possibile “lavare” la pianta con una spugna. Nel caso in cui la situazione è più grave e questo metodo non risolve il problema si passa all’utilizzo di sostanze antiparassitarie specifiche. Le piante di tagete non hanno un odore molto gradevole, anzi è penetrante e pungente, infatti la pianta è conosciuta anche con il nome “puzzola”. Oltre al loro odore poco piacevole, il Tagete, ha una particolarità: le sue radici emettono delle sostanze con proprietà nematocida. Questo è il motivo per il quale vengono coltivati insieme ad alcune piante, le sostanze che producono allontanano gli animali dal terreno.



  • tagete Genere di 50 specie di piante erbacee, annuali e perenni, di cui si coltivano, nelle bordure e nelle aiuole, alcune spec
    visita : tagete

COMMENTI SULL' ARTICOLO