Aquilegia

Come innaffiare l'aquilegia

Innanzitutto, per irrigare correttamente l'aquilegia è bene controllare il livello di umidità del terreno. Non è necessario bagnare la pianta qualora il substrato risulti ancora umido dall'irrigazione precedente. Qualora si procedesse ad innaffiare l'aquilegia in presenza di un terriccio ancora umido, si rischierebbe solamente di sommergere le radici e di conseguenza causare la loro marcitura. Un altro importante fattore a cui prestare bene attenzione è la quantità di acqua che si fornisce alla nostra pianta. L'aquilegia ha bisogno di dosi molto ridotte di acqua durante la bagnatura ed è bene assolutamente evitare di eccedere. La pianta sopporta piuttosto bene dei brevi periodi di siccità quindi non è necessario in estate innaffiarla tutti i giorni. L'aquilegia non presenta delle necessità specifiche per quanto riguarda il tipo di acqua da utilizzare.
Aquilegia fiori

50x EU Akelei SEME AQUILEGIA VULGARIS fiori semi giardino pianta giardino piante mix #415

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,16€


Come curare l'aquilegia

Germoglio aquilegia L'esposizione ideale per l'aquilegia è in una zona a mezz'ombra. Se si colloca la pianta in un luogo semi-ombreggiato si otterranno delle fioriture più abbondanti. Per quanto riguarda le temperature, l'aquilegia riesce a resistere sia a climi molto rigidi (con temperature sotto lo zero) sia ad un caldo afoso. Grazie a questa sua buona resistenza, non ha bisogno di essere messa al riparo in inverno. Per quanto riguarda l'aquilegia da appartamento il rinvaso avviene a marzo, circa una volta ogni due anni. Per quanto riguarda le piante da esterno invece, il rinvaso viene effettuato alla fine dell'estate o all'inizio della primavera. Durante il rinvaso, il terriccio da utilizzare deve essere ricco di sostanze organiche. Al fine di creare un cespuglio piuttosto ricco, è consigliato disporre 3 o 4 piantine in un vaso di circa 20-25 cm di diametro.

  • giardinaggio Il giardinaggio è quell’arte che si occupa della cura e della coltivazione delle piante negli spazi esterni e interni, pubblici o privati. Non a caso, più che tecnica, si preferisce definirlo un’arte...
  • fiori lantana La natura è meravigliosa per molti, moltissimi aspetti, uno su tutti è chiaramente l’incredibile varietà con cui essa si mostra a noi: infatti se inglobiamo tutto il mondo che ci circonda nel mondo na...
  • lingua di suocera dai fiori rossi Quella che comunemente chiamiamo lingua di suocera è in realtà una pianta grassa il cui nome botanico è epiphyllum. Si tratta di una pianta esotica che presenta dei fusti appiattiti e sottili, con i b...
  • Le bacche della pyracantha navaho La pyracantha navaho è la versione nana della normale pyracantha, un arbusto sempreverde originario dell’Europa e di alcune zone dell’Asia. La specie madre può raggiungere fino i tre metri di altezza,...

30+ COLUMBINE WILLIAM GUINNESS FIORE SEMI AQUILEGIA/CERVO - CONIGLIO RESISTENTE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come concimare l'aquilegia

Fiore aquilegia Per concimare correttamente l'aquilegia è bene procedere a partire dal periodo primaverile e continuare fino a metà estate (luglio-agosto). Generalmente, è preferibile utilizzare un concime liquido che andrà diluito con l'acqua di irrigazione. Il tipo di fertilizzante maggiormente consigliato deve contenere le tre sostanze chimiche fondamentali quali: azoto, fosforo e potassio. In aggiunta a questi elementi essenziali è bene fornire all'aquilegia anche del rame, ferro, magnesio, zinco e manganese. Un accorgimento importante è quello di fornire alla pianta delle dosi di fertilizzante leggermente inferiori rispetto a quanto riportato sulla confezione. L'aquilegia si adatta piuttosto bene a qualsiasi tipo di terreno. E' importante però creare un substrato perfettamente drenante che può essere ottenuto mediante l'aggiunta di un po' di sabbia grossolana.


Aquilegia: Malattie e rimedi

Pianta giardino L'aquilegia può essere colpita da pochi tipi di parassiti ed insetti. Generalemente, viene colpita dagli afidi, anche conosciuti come pidocchi delle piante. Il rimedio migliore contro questi insetti consiste nell'uso immediato di antiparassitari specifici non appena viene riscontrata la loro presenza. Se le foglie presentano delle linee più chiare rispetto al solito colorito verde, sono state depositate delle larve sulla pianta che stanno scavando delle gallerie. In questo caso è bene utilizzare degli antiparassitari che agiscano per via endoterapica. Nel caso in cui l'aquilegia mostri delle macchie marroncine, siamo in presenza di un fungo chiamato "ruggine". Questo fungo è molto dannoso per la pianta ed è bene agire non appena vengono notati i primi sintomi usando un apposito antifungino.



COMMENTI SULL' ARTICOLO