Azalea coltivazione

vedi anche: Azalea

L'azalea

L'azalea appartiene alla famiglia di piante delle Ericaceae, originarie dell'Europa, dell'Asia e dell'America. Esistono circa 500 specie diverse di piante, che presentano caratteristiche arbustive con una dimensione variabile fra i 40 e i 90 cm, con fusti sottili e semilegnosi, densamente ramificati. Le chiome mostrano foglie lanceolate di colore verde scuro lucido superiormente verde chiaro inferiormente e fiori di molti colori che variano fra il bianco, il rosso, il rosa e il magenta. I fiori a seconda delle specie possono variare la forma e il modo in cui sono raggruppati. Presentando una massa radicale contenuta sono molto adatte alla coltivazione in vaso, anche se in appartamento è necessario controllare adeguatamente la temperatura e l'umidità, dal momento che le azalee temono temperature elevate e carenza di umidità.
Azalea

TERRA PER ACIDOFILE CONFEZIONE DA 20 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Terreni ideali per le azalee

Azalea in giardino Le azalee crescono spontaneamente nelle zone boscose e umide in alta montagna, vicino a corsi d'acqua che garantiscano l'adeguata umidità e una temperatura fresca. Le azalee sono piante a carattere arbustivo di dimensione ridotta, perfette per la coltivazione in appartamento, presentano foglie caduche, dalla forma ovale, pelose e coriacee, il fiore ha forma di calice, mentre il frutto è una capsula marrone contenente moltissimi semi. Essendo piante rustiche resistono a temperature rigide, anche al di sotto dello zero, ma vanno posizionate in luoghi ombreggiati. Per le coltivazioni in casa è necessario assicurare una buona luminosità e una corretta umidità nebulizzando adeguatamente le foglie, le piante andrebbero tenute lontane da fonti di calore e dalla luce del sole.

  • azalee fiorite Si possono coltivare in vaso e su piena terra. Si possono tenere in appartamento e all’aperto. Si possono regalare o tenere per sé, ammirandone le stupende fioriture. Stiamo parlando delle azalee, pia...
  • Illustrazione botanica dell'azalea mollis Rododendri e azalee sono piante fiorite dai vivaci colori molto diffuse nei nostri giardini. Entrambe appartengono al genere del Rhododendron, che è diffuso in Europa ed in Asia. Le varietà di questa ...
  • fiore di azalea Le piante di azalea erano sconosciute alle popolazioni europee almeno fino al millesettecento. E' nel XVIII secolo che in Europa scoppiò una vera e propria caccia alle piante esotiche più belle. Tutte...
  • Il fiore dell'azalea L'azalea ha un significato legato al concetto dell'amore puro, soprattutto in Occidente. Ma questo per quanto riguarda l'azalea nel suo colore più classico perchè in base alla variante cromatica assum...

Lauroceraso Laurocerasus Pianta in vaso di Lauroceraso Laurocerasus - 5 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Coltivazione delle azalee

Azalea arancione Le azalee prediligono un terreno ricco di humus e di sostanze organiche, con una adeguata acidità, sicuramente non calcareo e con un ottimo drenaggio che eviti pericolosi ristagni d'acqua. Il terreno deve essere soffice e leggero in grado da garantire alle radici di potersi espandere facilmente. In caso di terreno argilloso sarebbe opportuno aggiungere della sabbia. E' possibile riprodurre le azalee come la maggior parte delle piante per seme, per talea, per margotta o per propaggine. Le talee e le propaggini andrebbero effettuate rispettivamente verso la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno. La messa a dimora delle nuove piantine dovrebbe avvenire ad inizio autunno in presenza di un clima mite e di un terreno umido. Il fondo del vaso andrebbe ricoperto di ghiaia per migliorare il drenaggio.


Azalea coltivazione: Cura delle azalee

Giardino di azalee L'irrigazione dovrebbe avvenire con regolarità durante il periodo vegetativo, per le tipologie a foglia caduca, lungo tutto l'anno per quelle sempreverdi, utilizzando possibilmente acqua priva di calcare. Il terreno andrebbe tenuto sempre umido, evitando i ristagni, controllandolo quindi periodicamente. Essendo una pianta a crescita lenta, la potatura andrebbe effettuata in modo controllato, eliminando i rami troppo lunghi, quelli secchi, quelli spezzati o quelli ammalati. La concimatura è importante e deve essere effettuata periodicamente. Aggiungendo concimi a base di azoto si favorisce la ripresa vegetativa, a base di fosforo si favorisce la fioritura. Posizionando del fogliame, della paglia o del fieno si potrebbe ottenere un'ottima pacciamatura contro le piante infestanti e gli sbalzi termici.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO