Azalea cura

vedi anche: Azalea

Azalea cura caratteristiche

Per prendersi cura di un’azalea bisogna innanzitutto conoscerne le caratteristiche. Questa pianta fa parte del genere dei rhododendron, alla quale appartengono anche i comuni rododendri, arbusti sempreverdi di grosse dimensioni. La famiglia, invece, è quella delle ericacee. Anche l’azalea è un arbusto ma più piccolo, perché non supera infatti il metro di altezza. È molto ramificato e la sua chioma ha un andamento tondeggiante; le foglie sono di forma ovale, di colore verde scuro, dure e ruvide. In primavera l’azalea fiorisce producendo numerosi fiori a forma di trombetta che si riuniscono in piccoli gruppetti sulla cima dei rami. I colori originari dei fiori sono rosso, rosa e bianco ma oggi, grazie alle numerose ibridazioni effettuate nei decenni scorsi, esistono anche esemplari con fiori viola o lilla. L’azalea esiste in due varietà principali, quelle sempreverdi che non tollerano le basse temperature e sono dunque più adatte alla coltivazione in appartamento, e quelle a foglia caduca, che invece possono stare sempre all’esterno.
Un bellissimo esemplare di azalea dai fiori rosa

Verdemax 2499 Telo Ricambio per Serra 4 ripiani Azalea Big

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Azalea cura clima

Una grande pianta di azalea coltivata in vaso Prendersi cura di un’azalea significa anche garantirle le giuste condizioni climatiche. Il clima ideale per questa pianta è mite e temperato. Il nostro esemplare di azalea non avrà alcun tipo di problema se la temperatura si mantiene sempre tra i dieci e i venti gradi; se così non fosse, conviene scegliere un ibrido, visto che di solito sono più resistenti, oppure coltivare la pianta in vaso dentro casa, facendo attenzione, però, a non tenerla troppo vicino a fonti di calore come stufe e termosifoni e a correnti d’aria fredda. Se invece viviamo in zone molto fredde e coltiviamo l’azalea a terra, conviene coprire la pianta con un tessuto specifico oppure porre del materiale isolante intorno al vaso, affinché le intemperie non la danneggino. In estate l’azalea deve invece essere tenuta all’ombra o a mezzombra, ma comunque in un’area fresca e ventilata. È importante che l’ambiente sia sempre umido intorno alla pianta e che non riceva i raggi del sole diretti. Nelle altre stagioni, soprattutto prima della fioritura, l’azalea va invece tenuta al sole, affinché produca molti fiori.

    Callistemon Bianco Pianta in vaso di Callistemon Bianco - 40 Piante in vaso 7x7

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,39€


    Azalea cura terreno

    Un bellissima composizione di azalee di vari colori che adorna un giardino Per coltivare bene un’azalea bisogna prendersi cura molto bene del terreno. Le piante appartenenti alla famiglia delle ericacee, infatti, sono acidofile, ossia prediligono un terreno leggermente acido, con un ph medio di 5.5. Se il livello di ph è più alto di 5, infatti, la pianta non riesce ad assorbire dal terreno le sostanze di cui ha bisogno ed è vittima della clorosi, ossia dell’ingiallimento delle foglie. Per questo motivo, prima di piantare un’azalea bisogna preparare bene il substrato, che deve essere ricco di humus, ben drenato e acido al punto giusto. L’azalea non ha un apparato radicale molto esteso, per questo motivo non va piantata troppo in profondità; se la coltiviamo in vaso bisogna ricordarsi di fornire più acqua rispetto agli esemplari a terra e bisogna sempre usare un terreno acido. Per evitare che il livello di ph cambi, sulla superficie del terreno si può porre un sottile strato di materiale formato da corteccia e aghi di pino.


    Azalea cura irrigazione

    Uno splendido fiore di azalea Per aver cura di un’azalea bisogna provvedere a irrigazioni regolari e abbondanti nel periodo che va da marzo a ottobre. Tuttavia, il substrato non deve mai essere inzuppato d’acqua, perché i ristagni idrici potrebbero essere fatali a questa specie. In inverno, invece, le annaffiature possono essere meno regolari perché di solito è sufficiente l’acqua piovana. Bisogna sapere che le azalee sempreverdi hanno invece bisogno di essere annaffiate sempre, anche d’inverno, ma deve sempre valere la regola sui ristagni idrici, da evitare assolutamente. Durante un’estate particolarmente torrida, è sempre bene vaporizzare il fogliame dell’azalea, di qualsiasi tipo essa sia, con dell’acqua. Per svilupparsi al meglio e per produrre ogni anno fioriture abbondanti, l’azalea deve essere concimata con regolarità con prodotti specifici per piante acidofile. In particolare, bisogna somministrarle dei prodotti a base di chelati di ferro che combatteranno la clorosi.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO