Cornus kousa

Come innaffiare il cornus kousa

Il cornus kousa possiede delle grandi radici che affondano nel terreno e delle radichette più piccole deputate all'assorbimento dell'acqua e delle sostanze nutritive. La dimensione di queste radici è piuttosto piccola e quindi è bene fornire al cornus kousa delle moderate quantità di acqua. Nel caso in cui si proceda abbondantemente si tenderà a causare l'asfissia e conseguente marcitura delle radici. E' possibile aumentare la quantità di acqua fornita nel caso di periodi di siccità elevata. Inoltre, è bene controllare l'umidità del terreno prima di procedere con un'irrigazione. Se il terreno dovesse risultare ancora bagnato dalla volta precedente, non è necessario irrigare nuovamente la pianta. Il cornus kousa non presenta particolari necessità per quanto riguarda il tipo di acqua da utilizzare nelle bagnature.
Cornus kousa fiore

Cornus kousa "China Girl" [Vaso Ø24cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38€


Come curare il cornus kousa

Fiori corniolo giapponese Il cornus kousa ha bisogno di esposizioni diverse a seconda della zona in cui ci si trova. Se ci troviamo nel Nord Italia è bene esporre la pianta al sole o in una zona semi-ombreggiata. Al contrario, al Sud è bene che il cornus kousa possa beneficiare di un luogo ombreggiato, specialmente durante le ore più calde della giornata. Per quanto riguarda le temperature, la pianta non sembra temere dei climi estremi e resiste bene sia a condizioni di freddo particolarmente rigido sia in presenza di un caldo afoso. Per quanto riguarda la potatura, è consigliato procedere sporadicamente per accorciare i rami troppo lunghi e sottili oppure rimuovendo quelli secchi. La moltiplicazione del cornus kousa avviene tramite margotta. Si procede interrando un ramo di circa 1 o 2 anni di età in primavera. Solitamente, già a settembre è possibile notare la nuova pianta radicata.

  • Cornus alba La pianta in esame proviene esclusivamente dal continente asiatico e, in specie, dalla regione siberiana e viene classificata nello specifico e contenuto gruppo familiare delle Cornaceae. Questo arbus...
  • giardinaggio Il giardinaggio è quell’arte che si occupa della cura e della coltivazione delle piante negli spazi esterni e interni, pubblici o privati. Non a caso, più che tecnica, si preferisce definirlo un’arte...
  • fiori lantana La natura è meravigliosa per molti, moltissimi aspetti, uno su tutti è chiaramente l’incredibile varietà con cui essa si mostra a noi: infatti se inglobiamo tutto il mondo che ci circonda nel mondo na...
  • lingua di suocera dai fiori rossi Quella che comunemente chiamiamo lingua di suocera è in realtà una pianta grassa il cui nome botanico è epiphyllum. Si tratta di una pianta esotica che presenta dei fusti appiattiti e sottili, con i b...

Kousa corniolo, semi cornus Kousa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come concimare il cornus kousa

Pianta cornus kousa Per quanto riguarda la concimazione del cornus kousa è necessario procedere una sola volta all'anno. E' consigliato fertilizzare la pianta a marzo ed utilizzare un concime oligominerale a lenta cessione. E' importante che questo fertilizzante contenga le tre sostanze chimiche fondamentali (azoto, fosforo e potassio) a livello bilanciato. Il terreno più adatto alla coltivazione del cornus kousa deve essere a pH neutro e piuttosto sciolto e profondo. Nel caso in cui il substrato dovesse risultare troppo denso e argilloso, lo sviluppo della pianta sarebbe nullo. E' fondamentale inoltre, che il terreno sia molto ben drenante. Il cornus kousa infatti assorbe molto lentamente l'acqua ed un substrato di questo tipo permette di evitare la formazione di ristagni idrici, cause primarie della marcitura radicale.


Cornus kousa: Malattie e rimedi

Frutti corniolo Tra le malattie principali del cornus kousa sono riscontrabili le patologie generate da una cattiva gestione e coltivazione della pianta. Ad esempio, quando si fornisce un'eccessiva quantità di acqua si rischia di causare i ristagni idrici. Questi ristagni sono la causa primaria dell'asfissia radicale e del conseguente marciume. Il marciume radicale potrebbe addirittura comportare la morte della pianta stessa. Inoltre, generando un ambiente particolarmente umido attorno al nostro cornus kousa, è possibile favorire l'attacco da parte di specie fungine. Questi microorganismi prediligono ambienti di questo tipo per il loro sviluppo. Generalmente, è possibile notare la loro presenza tramite macchie che compaiono sulle foglie. Nel caso in cui sia accertata l'infestazione da parte di specie fungine, è bene procedere mediante degli appositi prodotti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO