Evonimo

Evonimo

Appartenenti alla famiglia delle Celestraceae, gli Evonimi, sono delle piante che possono avere un portamento arbustoso, rampicante, possono essere caduche o piccoli alberelli sempreverdi. A questo genere appartengono circa cento settanta specie che si sono diffuse un po’ ovunque. Il nome di queste piante deriva dalla lingua greca, precisamente dalle parole eu, bene, ònoma e nome, ed il loro significato è “pianta dal buon nome o pianta dalla buona reputazione”. Il significato del nome della pianta contrasta quelle che sono le proprietà benefiche dell’evonimo e infatti, nei tempi più antichi, si usava definire gli dei portatori del male con gli appellativi più dolci. Ciò veniva fatto per ringraziare gli dei e sperare in una loro clemenza. Queste piante si sviluppano in altezza ma non superano i tre metri di altezza, il loro fusto è spoglio a differenza della chioma che è molto folta. L’Evonimo è costituito da foglie ovali di colore verde che, durante il periodo autunnale, assumono una variazione di colore che passa dal verde al rossastro. Durante il periodo primaverile, periodo in cui le piante fioriscono, l’Evonimo, da vita ad una cascata di fiori di color verdastro o porpora. I frutti che si sviluppano da queste piante sono delle bacche di una colorazione scura o rosata.
foglie evonimo

Euonymus Livornese Pianta in vaso di Euonymus Livornese - 5 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Coltivazione

cespuglio evonimoPer quanto riguarda la coltivazione di queste piante possiamo dire che non richiedono molte cure ed attenzioni. Si adattano a crescere in qualsiasi posizione le poniamo, che sia una zona soleggiata oppure una zona ombreggiata. Sono piante che non temono il freddo e tanto meno il caldo, riescono a sopportare le alte temperature abbastanza bene. Si adattano facilmente a qualsiasi tipo di terreno utilizzato per le coltivazioni, anche se si tratta di un terreno povero e alcalino. Per far sì che la pianta si sviluppi nel migliore dei modi, potremmo utilizzare un terreno composto da argilla unita con una parte del terreno di foglie e un’altra parte di sabbia. La messa a dimora va eseguita durante il periodo primaverile e sono da preferire le posizioni ben illuminate, le piante hanno bisogno di alcune ore di sole diretto. Per quanto concerne le irrigazioni, gli Evonimi, vanno annaffiati regolarmente ogni settimana dall’inizio del periodo primaverile fino a metà del periodo autunnale. Durante i periodi di siccità, le piante, hanno bisogno particolarmente di essere annaffiate altrimenti rischiano di bruciarsi e danneggiarsi. Durante i periodi più freddi, le annaffiature, vanno diminuite fino al punto da essere sospese perché sostituite dall’acqua piovana. Si ricorda che, tra un’annaffiatura e quella successiva, il terreno deve essere ben asciutto.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Albizia Jullibrissin Seeds

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,07€


Altre cure

Come tante altre piante, anche queste, hanno bisogno di essere rinforzate attraverso la concimazione in modo tale da ottenere un ottimo sviluppo. Le concimazioni dell’Evonimo vanno effettuate durante il periodo invernale somministrando del fertilizzante granulare a cessione lenta o dello stallatico maturo. Con queste procedure si garantiscono alla pianta delle ottime germinazioni e dell’eccellenti fioriture durante il periodo primaverile. Durante la primavera, una volta al mese, è necessario diluire del fertilizzante liquido a base di potassio e di azoto nell’acqua che utilizzeremo per le annaffiature. Importantissimo per queste piante è garantire un buon drenaggio in modo tale da evitare la formazione di ristagni idrici dannosissimi per le piante. Gli Evonimi sono delle ottime vittime per gli attacchi parassitari, infatti bisogna osservare molto le nostre piante e, nel caso in cui notiamo qualche segnale “strano”, bisogna agire immediatamente. Il parassita più dannoso per queste piante è la cocciniglia e ci accorgiamo della sua presenza per la formazione di macchie scure sulla parte inferiore delle foglie. Per eliminare questi insetti pericolosissimi ci possiamo servire di antiparassitari specifici reperibili in un qualsiasi punto vendita che si occupa di giardinaggio. Altri parassiti che tendono ad attaccare queste piante sono gli acari, gli afidi ed i tripidi. Anche questi ultimi sono insetti dannosi per la pianta, il rischio che si corre è la trasmissione di batteri che provocano malattie nelle piante.


Le specie

Le specie più utilizzate di questo genere sono quattro: l’Evonimo fortunei, l’Evonimo europaeus, l’Evonimo japonicus e l’Evonimo alato. L’Evonimo fortunei è un arbusto sempreverde di piccole dimensioni del quale esistono molte varietà che si differenziano per il colore delle foglie. Molto utilizzato per la creazione di siepi e bordure. L’Evonimo europaeus è un arbusto a foglie caduche che, durante l’autunno, diventano di color rosso porpora. L’Evonimo japonicus è un arbusto con una crescita compatta e costituito da foglie tondeggianti molto spesse e resistenti. L’Evonimo alato è costituito anch’esso da foglie caduche, è di medie dimensioni ed è molto apprezzato per scopi decorativi. Le specie di cui abbiamo appena parlato sono utilizzate per la realizzazione di macchie verdi, siepi e bordure oppure per la coltivazione in vaso per esserle esposte su balconi e terrazzi.



  • evonimo L’evonimo (detto anche fusaggine) è uno degli arbusti più diffusi nei giardini: le specie a foglia persistente sono un c
    visita : evonimo

COMMENTI SULL' ARTICOLO