Nasturzio nano

L'annaffiatura del nasturzio nano

Il nasturzio nano predilige climi miti, risentendo delle temperature eccessive di inverni troppo rigidi o di estati torride. La pianta ha bisogno di annaffiatura regolare, fino a due o tre volte la settimana, ma facendo attenzione a che non si creino ristagni, per questo è consigliabile, prima di procedere all'operazione verificare se il terreno è asciutto premendo appena con i polpastrelli vicino alla base del nasturzio: se si ha la sensazione che il terreno pochi millimetri sotto la superficie sia asciutto, provvedere all'annaffiatura, altrimenti aspettare uno o due giorni per procedere. La pianta di origini peruviane ha la particolarità di avere le foglie idrorepellenti. Infatti se si versa dell'acqua su di esse questa resta sotto forma di goccioline, che con un breve tocco convergeranno all'interno del piccolo scudo.
Foglia nasturzio

Euonymus Livornese Pianta in vaso di Euonymus Livornese - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,99€


La coltivazione e le cure

Nasturzio fiori Sebbene in alcune zone sia possibile coltivarla in maniere perenne, la maggiore diffusione del Nasturzio è su base annuale. I modi per moltiplicare questa bella pianta sono diversi: tramite i semi che si raccolgono dopo la fioritura, da talea o per propaggine, interrando il tralcio. A seconda della temperatura e del luogo di destinazione del Nasturzio nano, interno/esterno, si sceglie il periodo in cui interrare i semi: maggio-giugno per l'esterno; febbraio-marzo in serra o all'interno dell'appartamento, col riguardo di non mettere i vasi in un luogo troppo ventilato. È bene tenere presente che la pianta richiede almeno due o tre ore di sole diretto (ma non nelle ore più calde) per avere una bella fioritura; quindi è opportuno, se all'interno, porla vicino a una finestra illuminata dal sole.

  • Foto del Crescione Il crescione, chiamato anche nasturzio o crescione d’acqua, appartiene alla famiglia delle Crucifere, al genere Nasturtium ed alla specie officinalis. È una pianta erbacea perenne, acquatica, alta 50-...
  • Fiori nasturzio Le irrigazioni degli esemplari di Nasturzio variano in base al contesto geografico in cui vengono coltivati. Infatti, nelle zone settentrionali le annaffiature sono necessarie a partire dalla primaver...

Abaobao - Forbici da giardino, elettriche, senza fili, con batteria al Litio ricaricabile, taglia-rami, uva, olive, per potatura di bonsai, giardino, alberi, fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 127€


Il terreno e la concimazione

Terra concimata Il Nasturzio necessita di un terreno di tipo drenante, ma anche non particolarmente fertile poiché la crescita delle foglie finirebbero per prevalere sui fiori. È una pianta che non richiede molte cure, ma comunque alcune accortezze, in particolare nella concimazione: i microelementi di cui necessita maggiormente sono infatti azoto, fosforo e potassio, ma non nelle stesse quantità per ogni fase di vita della pianta. Nel primo periodo di crescita è consigliabile infatti un concime con un titolo più alto di Azoto, mentre durante le fasi di fioritura è bene usare un concime più alto di Potassio. Per una fioritura più ricca invece si può diluire del fertilizzante per piante fiorite nell'acqua dell'annaffiatura, dimezzando le dosi indicate nel prodotto e per periodi non troppo vicini (ogni due o tre settimane).


Nasturzio nano: Consigli pratici

Infestazione foglie Se coltivate all'esterno le piante di Nasturzio nano possono essere preservate dalle gelate invernali e quindi dalla morte con una buona pacciamatura; d'estate invece l'ombra di un albero può preservarle dalla stessa fine causata dal sole a picco. Se in autunno le foglie iniziano a perdere di vigore e colore, per le piante annuali significa l'inizio del periodo del riposo invernale: ma è anche il segnale che la pianta non ha più bisogno di acqua (almeno fino alla prossima primavera). Nella bella stagione i rischi maggiori sono dati dalle infestazioni di piccoli insetti come i pidocchi che puntano alle foglie più tenere e ai boccioli. Si può intervenire manualmente dotandosi di molta pazienza oppure si può ricorrere a prodotti sistemici che entrano nel circolo linfatico della pianta, debellando l'infestazione.


  • nasturzio nano Il Nasturzio nano va bagnato solo quando il terreno é secco perché predilige il terriccio povero e non eccessivamente ba
    visita : nasturzio nano

COMMENTI SULL' ARTICOLO