Palma pianta

Palma pianta origini e caratteristiche

Quando si parla di una pianta di palma ci si può riferire a oltre duemila specie diverse, appartenenti a più di duecento famiglie diverse. In generale, però, si può dire che il genere della palma appartiene alle Aracaceae, si tratta di arbusti oppure alberi dal tronco grosso e robusto, alto o basso, liscio o ruvido a seconda della specie. Le foglie di palma possono essere doppie oppure normali lunghe e appuntite; la maggior parte delle palme sono sempreverdi e perenni e hanno chiome abbastanza folte. Gran parte delle specie sono di origine africana o comunque di zone tropicali, ma oggi le palme si trovano anche alle nostre latitudini e ovunque nel resto del mondo. Vengono usate come alberi ornamentali per adornare viali, parchi pubblici e anche giardini privati perché sono piante esotiche e abbastanza facili da mantenere. Alcune specie, invece, sono coltivate perché alcune parti della piante vengono usate per produrre tessuti.
Palma pianta varietà

OUNONA Vasi di fiore pianta Fata Vaso da giardino con dolci della casa (argento)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 10€)


Palma pianta varietà

Un esemplare di palma nana Le varietà più diffuse della pianta di palma sono la palma nana, quella blu, quella da frutto, e quella cosiddetta delle Hawaii. La palma nana, originaria dell’Africa e del bacino del Mediterraneo, non supera mai i quattro metri di altezza, ha un tronco molto tozzo ed è quella che cresce allo stato selvatico più di tutte le altre. La palma blu è caratterizzata da uno sviluppo molto lungo, può raggiungere fino ai quindici metri di altezza ma impiega molti anni per farlo. Le palme da frutto più conosciute sono quella da dattero e quella da cocco. La prima ha dimensioni veramente imponenti, visto che normalmente può raggiungere fino i trenta metri di altezza: è molto coltivata, soprattutto nei paesi del Nord Africa, perché produce dei buonissimi frutti, i datteri per l’appunto. La palma da cocco è molto simile, ma si trova di più in zone tropicali e produce le buonissime noci di cocco. La palma delle Hawaii, originaria delle omonime isole, appartiene alle campanulaceae ed è in realtà una pianta grassa, molto diversa dalle altre palme. Di solito non supera mai i quattro metri di altezza ma oggi è molto raro vederla perché è una specie in via di estinzione.

  • Pianta di Palma da Cocco La palma da cocco appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmecee, al genere Cocos ed alla specie nucifera. È un albero di grosse dimensioni, avente un fusto colonnare e slanciato alto anche oltre ...
  • Palma da dattero La palma da dattero appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmacee, al genere Phoenix ed alla specie dactylifera. È un albero con un fusto, o stipite, molto slanciato, alto fino a 30 m e vistosame...
  • Pachypodium Tra le piante grasse diffuse in tutto il mondo per il loro potenziale decorativo, il pachypodium è forse quella di maggiore impatto, per via delle sue ampie dimensioni. La sua provenienza è rivelata g...
  • Una palma nana in natura La palma nana è una pianta sempreverde, caratterizzata da un apparato radicale robusto e da un fusto eretto alla cui cima si forma il caratteristico ciuffo di foglie. Il fusto forma, con il tempo, nuo...

100 / bag peruviani semi del giglio ~ peruviano Lily Mix (Alstroemeria) Fiore SEMI permanenti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Palma pianta fiori e frutti

Esemplari di palme da dattero Ogni pianta di palma produce fiori e frutti, ma ognuna lo fa in modo diverso. In generale, però, si può dire che i fiori di questi alberi sono racchiusi in un involucro giallo o bianco di forma ovale, comunemente chiamato spata; le palme sono piante dioiche, dunque i loro fiori sono soltanto maschili o soltanto femminili, elemento da non sottovalutare se si vuole operare una propagazione. A differenza di tante altre piante esotiche, la palma generalmente fiorisce in primavera, anche se molte varietà sono più tardive e fioriscono verso giugno. Tutte le palme producono frutti che sono quasi sempre delle capsule legnose contenenti una polpa o un succo, basti pensare al cocco e ai datteri, i frutti delle palme più consumati in tutto il mondo. Se si vuole piantare una palma nel proprio giardino e si vuole godere a pieno della sua bellezza e magari anche dei suoi frutti, bisogna tener presente le sue origini tropicali, dunque va messa a dimora in pieno sole.


Palma pianta coltivazione

Una palma da cocco Se si vive in una zona fredda, dove d’inverno c’è il rischio di gelate, bisogna scegliere in modo oculato la pianta di palma. La maggior parte delle palme, infatti, non sopravvive alle basse temperature o subisce grossi danni. Le uniche che tollerano abbastanza bene il freddo sono la palma nana e la palma blu. In generale, le palme hanno bisogno di un terreno ricco di sostanza organica e ben drenato, dunque è bene usare anche un po’ di sabbia per creare il substrato, soprattutto per le palme da frutto. Se il terreno è fertile al punto giusto, la palma non necessiterà di essere concimata; in primavera e in estate, però, dovrà essere annaffiata abbastanza regolarmente, ma senza mai esagerare. La maggior parte delle specie di palma crescono molto lentamente, dunque se acquistiamo un esemplare giovane lo si può tenere in vaso per qualche anno; solo durante i suoi primi tre o quattro anni di vita la palma ha bisogno di essere potata per dare una bella forma alla chioma, altrimenti basterà eliminare eventuali parti danneggiate. In quanto ai parassiti e alle malattie, per le palme bisogna fare attenzione alla cocciniglia, ai ragnetti rossi e ai marciumi radicali.



Guarda il Video
  • palme da giardino Le Arecaceae, più note con il nome comune di palme, sono monocotiledoni e cioè una famiglia vegetale appartenente alle A
    visita : palme da giardino
  • palma pianta Il nome botanico della palma è arecacea e fa parte delle arecales. È una grandissima famiglia di piante che comprende ol
    visita : palma pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO