Solanum

Quando irrigare il solanum

Tra le varietà più diffuse di Solanum coltivate in casa c'è il Solanum capsicastrum: ha foglie lanceolate, lunghe fino a 8 cm, con margini ondulati, fittamente disposte lungo i molti corti rami. I fiori appaiono all'ascella delle foglie, di solito a due o tre: sono bianchi con un nucleo centrale di stami giallo-arancione. Le bratte rimangono verdi, ma le bacche diventano gradatamente rosso-arancione man mano che maturano e rimangono belle per quasi tutti i mesi invernali. Per quanto riguarda l'irrigazione, è necessario bagnare abbondantemente la pianta, ma non lasciare che l'acqua ristagni nel vaso. Se si vuol conservare una pianta per un'altra stagione, è necessario concederle un breve periodo di riposo per quattro o cinque settimane prima di metterla all'aperto. Durante questo periodo si innaffia soltanto quanto basta per impedire al terriccio di seccare. Coltivare per più anni il Solanum è consigliabile soltanto per gli appassionati di giardinaggio, altrimenti è meglio eliminare le piante quando sono cadute le bacche.
Solanum bacche

Elaeagnus x ebbingei "Gilt Edge" [Vaso Ø18cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,2€


Regole base per la coltivazione

Solanum fiori Il genere Solanum comprende circa 1500 specie di piante erbacee, arbusti e piante rampicanti, di cui soltanto due sono coltivate comunemente in casa. Queste due specie sono entrambe arbusti bassi, che diventano alti e larghi fino a 40 cm. Sui loro rami radi spuntano piccole foglie verde scuro e fiori stellati estivi. I fiori danno origine a bacche molto decorative, di lunga durata, non commestibili. Esiste una varietà dalle foglie variegate, Solanum variegatum, con foglie spruzzate di giallo-crema oppure bordate di bianco-crema. Durante l'autunno e i mesi invernali bisogna tenere queste piante a una temperatura non superiore a 16°C e badare che abbiano molta umidità; ambienti caldi e aria secca, infatti, accorgerebbero notevolmente la vita delle bacche. Al contrario, le piante possono sopportare anche temperature intorno allo zero; si consiglia di collocarle su strati di ghiaia umida per avere condizioni ambientali ideali. Durante l'estate, mentre sono all'aperto, gli esemplari vivono bene a normale temperatura estiva. Se il tempo è asciutto si vaporizzano ogni giorno gli esemplari tenuti all'aperto.

  • giardinaggio Il giardinaggio è quell’arte che si occupa della cura e della coltivazione delle piante negli spazi esterni e interni, pubblici o privati. Non a caso, più che tecnica, si preferisce definirlo un’arte...
  • fiori lantana La natura è meravigliosa per molti, moltissimi aspetti, uno su tutti è chiaramente l’incredibile varietà con cui essa si mostra a noi: infatti se inglobiamo tutto il mondo che ci circonda nel mondo na...
  • lingua di suocera dai fiori rossi Quella che comunemente chiamiamo lingua di suocera è in realtà una pianta grassa il cui nome botanico è epiphyllum. Si tratta di una pianta esotica che presenta dei fusti appiattiti e sottili, con i b...
  • Le bacche della pyracantha navaho La pyracantha navaho è la versione nana della normale pyracantha, un arbusto sempreverde originario dell’Europa e di alcune zone dell’Asia. La specie madre può raggiungere fino i tre metri di altezza,...

Super alimenti - set regalo di semi con 5 piante super sane per un'alimentazione consapevole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,2€


Il terreno ideale e come concimare

Bacche solano Le piante di Solanum si comprano, di solito, nel tardo autunno o all'inizio dell'inverno, nel momento in cui le bacche diventano rosso-arancione. Dopo alcuni mesi, quando le bacche si sono raggrinzite e cadono, nella maggior parte dei casi le piante vengono eliminate. Questo è uno spreco, perché si può cercare di coltivarle ancora. Con cure adatte, infatti, gli esemplari fioriranno e faranno frutti ancora nell'anno seguente, a patto che si possano tenere all'aperto durante i mesi estivi. Per quanto riguarda la concimazione, bisogna somministrare un fertilizzante liquido ogni due settimane, tranne che durante il breve periodo di riposo. Le piante che hanno superato l’inverno devono essere rinvasate in primavera in contenitori di una misura superiore prima di metterle all'aperto. Si riempie il vaso con terriccio di buona qualità e bisogna tenere a mente che queste piante non si coltivano in genere per una terza stagione.


Solanum: Come far sviluppare le piante al meglio

Fiori stellati pianta solano Per uno sviluppo ottimale si devono collocare le piante con i frutti dell'estate al sole all'inizio dell'inverno. Le piante che si vogliono conservare per un altro anno vanno tenute all'aperto, ma riparate dal sole di mezzogiorno, per tutta la tarda primavera e per l'intera estate. Nella tarda primavera, prima di mettere la pianta adulta all'aperto, è necessario potarla drasticamente, tagliando via due terzi della vegetazione dell'anno precedente. A questo punto si cimano appena una volta i nuovi germogli, affinché la pianta si sviluppi a cespuglio. Quando è il momento ci si deve ricordare di portare le piante in casa prima di correre il rischio di una gelata per evitare che subiscano danni. Bisogna fare attenzione a parassiti come gli acari e gli afidi, perché possono infestare gli esemplari: la soluzione può essere la messa a punto di un trattamento specifico a base di insetticida oppure utilizzare un preparato naturale fatto di aglio e acqua.


Guarda il Video
  • solanum Il genere solanum conta migliaia di specie, diffuse in natura in Italia, europa, Asia , Africa America; molte specie del
    visita : solanum
  • solanum pianta La pianta solanum è molto diffusa in svariate zone del mondo, praticamente in tutti i continenti. Non ha un'origine prec
    visita : solanum pianta
  • pianta solanum Questa pianta ha bisogno di irrigazioni costanti durante la primavera e l'estate; è necessario procedere quotidianamente
    visita : pianta solanum

COMMENTI SULL' ARTICOLO