Spiraea

Spiraea thunbergii

La spiraea thunbergii è una delle varietà più conosciute e più coltivate tra quelle della spiraea. Si tratta di arbusti dall’aspetto sottile e fragile, scarsamente ramificati, ma dall’aria elegante, soprattutto durante la fioritura: hanno un fogliame dentato e a punta, mentre i delicatissimi fiori sono piccoli e dai colori tenui, che vanno dal bianco al rosa in varie sfumature. Questa varietà produce anche dei piccoli frutti non commestibili. La fioritura di solito avviene a metà primavera. La thunbergii preferisce i terreni soffici e ben drenati, le posizioni soleggiate o appena ombrate; nonostante l’aspetto fragile, si tratta di un arbusto molto resistente alle basse temperature, fino ai 20 gradi sotto zero. Va potata solo dopo alcuni anni, nel periodo che segue la fioritura, e con il solo scopo di snellire la chioma e di favorire la crescita di nuovi germogli.
I bellissimi fiori della spiraea thunbergii

Spiraea japonica var.fireblight - Pot du 5Litres

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,38€


Spiraea origini e caratteristiche

Una siepe di spiraea La spiraea è una pianta che appartiene alle Rosaceae: le sue origini sono orientali, più precisamente cinesi. Ma secoli fa i giapponesi la scoprirono e iniziarono a coltivarla molto, a tal punto che oggi è una specie associata soprattutto al Giappone. In Europa arrivò solo alla fine del XIX secolo ed ebbe subito una rapida diffusione, grazie al suo aspetto delicato e aggraziato. Molte varietà hanno i rami penduli, elemento che le rende molto decorative: i fiori sono invece spesso raggruppati in mazzetti, che crescono abbondantemente sui rami. Normalmente questa pianta non supera mai i due metri di altezza: il suo portamento tende ad assumere una forma tonda, infatti spesso si sviluppa molto in larghezza. Le foglie possono essere strette e lunghe, a punta e di un colore verde chiaro lucido: il fogliame è molto bello e rigoglioso, infatti anche senza fiori questa pianta è molto gradevole.

  • La betulla appartenente alle latifoglie La betulla è una pianta appartenente alla famiglia degli alberi latifoglie, comunemente chiamati così per distinguerli dalle piante aghifoglie o dalle conifere. Il nome "latifoglie" infatti, sottoline...
  • I caratteristici fiori color porpora della magnolia liliflora nigra Il nome scientifico di questa pianta è magnolia x soulangeana: quella x tra i due termini indica che si tratta di un ibrido tra due diverse specie di origini cinesi, la magnolia denudata e la magnolia...
  • Due esemplari di camelia in vaso È pensiero comune che la camelia sia una semplice pianta da fiore, ma in realtà è un arbusto che può raggiungere anche i dieci metri di altezza. Elegante e maestosa, dai fiori variopinti, la camelia s...
  • Un bellissimo fiore di bocca di leone Il nome scientifico delle bocche di leone è Anthirrinum e la specie più diffusa nel mondo è la majus, quella che si incontra normalmente anche passeggiando in mezzo al verde. Si tratta di una pianta p...

Spiraea bumalda - Pot du 5Litres

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,38€


Spiraea coltivazione

Un ramo fiorito di spiraea La spiraea viene coltivata soprattutto a scopo ornamentale, magari vicino ad altre piante per creare dei contrasti di colori e profumi nei giardini. L'ideale sarebbe coltivarla accanto a piante dal fogliame più scuro, o dai fiori di colori più accesi, per creare un panorama vivace e colorato. Essendo una pianta molto resistente, viene spesso usata anche come arredo urbano ed è facile incontrarla nei viali delle grandi città europee. Viene usata anche per formare delle siepi decorative, anche se non molto alte. Normalmente preferisce posizioni luminose, poiché la luce favorisce fioriture abbondanti. Si adatta a tutti i terreni, anche se è meglio che siano ricchi di humus e soprattutto ben drenati. La spiraea resiste a tutte le temperature e, volendo, può anche diventare una pianta d’appartamento anche se, in questo caso, bisognerebbe rinvasarla ogni due anni circa e potarla per contenere la chioma.


Spiraea cure e moltiplicazione

I mazzetti di fiori bianchi di spiraea La spiraea è una pianta che raramente viene attaccata da malattie o parassiti: se ciò dovesse accadere, tuttavia, è opportuno intervenire subito perché altrimenti si mette a rischio la bellissima fioritura. Esistono diversi metodi per moltiplicare questa specie: si possono dividere i ceppi che spesso si formano alla base, oppure si possono operare delle talee, preferibilmente subito dopo la fioritura. Non tutti lo sanno, ma il nettare dei piccoli fiori della spiraea è commestibile, anche se ha un sapore amarognolo: viene infatti spesso usato per produrre forti liquori, soprattutto quelli che si bevono a fine pasto per digerire. Ma la spiraea è usata anche in ambito medico ed erboristico: da questa pianta si estrae infatti l’acido acetilsalicilico, usato per produrre le classiche aspirine o altri prodotti erboristici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO