Viburno rosso

Viburno rosso origini e caratteristiche

Il viburno rosso è solo una delle tante varietà del viburno, un arbusto sempreverde originario di alcune zone dell’Asia e dell’Europa. Si tratta di una pianta che assume un portamento eretto e che ha una chioma tendenzialmente tondeggiante: può raggiungere al massimo i 4 metri di altezza ma ci vogliono alcuni anni affinché si sviluppi pienamente raggiungendo tali dimensioni, cosa che non sempre accade. Le sue foglie sono di forma ovale e a punta, un po’ dure, lisce o ruvide a seconda del genere, e solitamente di colore verde scuro. Il viburno rosso, invece, ha le foglie di un colore rossastro. I fusti sono molto resistenti e abbastanza ramificati. È una pianta molto decorativa perché fiorisce in primavera, producendo dei graziosi fiorellini raggruppati in mazzetti a forma di campana, e poi produce anche delle bacche rosse che durano molto a lungo.
Fiori e bacche del viburno rosso

CESOIE TELESCOPICHE DA 56 CM - Affilate e facili da usare - Cesoie da giardino in acciaio resistenti agli urti e alla ruggine - Forbici professionali per lavori di giardinaggio, potature e rifiniture - SODDISFAZIONE GARANTITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,14€


Viburno rosso varietà

Il tipico fogliame del viburno rosso Esistono tantissime varietà di viburno. Una delle più diffuse è l’acerifolium, che è appunto il viburno rosso: è una specie molto rustica, ha i rami eretti ma non è di grandi dimensioni, di solito non supera i due metri. Le sue foglie, a differenza delle altre varietà, hanno tre lobi e assumono un colore rossastro, che nella stagione fredda diventa violaceo. I fiori sono bianchi mentre le bacche rosso scuro. Il viburno betulifolium ha foglie dentate di un verde molto scuro, mentre i fiori sono sempre bianchi e le bacche rosse; il dilatatum è più grande e dalla forma più omogenea, oltre ad avere le bacche di un rosso più chiaro e brillante; il grandifolium ha foglie molto più lunghe delle altre specie e diventano porpora in autunno; l’opulus è la varietà che raggiunge i 4 metri di altezza e ha fiori molto profumati; infine, esistono la varietà rhytidophyllum, che ha un portamento ad albero, e poi il tinus, che ha la particolarità di avere le bacche di colore blu.

    Corbezzolo Pianta in vaso di Corbezzoli-3 pezzi Piante in vaso 7x7 frutti frutta arbutus unedo h 20 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


    Viburno rosso coltivazione

    Una piccola siepe di viburno Il viburno rosso è una pianta largamente diffusa nei giardini e anche nei parchi pubblici per due motivi fondamentali: grazie ai suoi fiori e ai suoi frutti è molto bella da vedere, e poi grazie alla sua rusticità, è molto semplice da coltivare, nonchè molto resistente alle intemperie. È un genere che ama le posizioni soleggiate o, al massimo, a mezzombra; la luce favorisce lo sviluppo dei fiori e delle bacche. Tuttavia, è preferibile mettere a dimora il viburno in una zona riparata dal vento, perché le correnti fredde potrebbero rovinare i boccioli, soprattutto quelli che fioriscono proprio a inizio primavera. Questa pianta è molto usata per creare aiuole o siepi: in tal caso, gli esemplari vanno piantati a una certa distanza gli uni dagli altri, visto che il viburno ha una chioma che può diventare abbastanza imponente.


    Viburno rosso cure e manutenzione

    Una siepe stradale di viburno rossoIl viburno rosso non ha bisogno di essere potato frequentemente. Bisogna intervenire solo se si notano rami danneggiati, oppure per contenere e dare una forma alla chioma. In ogni caso, la potatura va effettuata con strumenti ben puliti e nel periodo che segue la fioritura. Alcune specie, però, fioriscono in inverno, dunque in tal caso la potatura va operata in primavera. Il viburno rosso è molto resistente e tollera anche la siccità: solitamente gli bastano le acque piovane, dunque va annaffiato solo durante i periodi molto caldi. Durante la stagione fredda, invece, bisogna somministrare alla pianta del concime ricco di sostanza organica, da applicare alla base dei fusti. Per moltiplicare il viburno si possono effettuare delle talee estive, da piantare poi in un terriccio formato da torba e sabbia nella stessa quantità.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO