Cactus di Natale

Caratteristiche principali dei cactus di Natale

I cactus di Natale sono piante succulente arrivate nel continente europeo direttamente dal Brasile. Appartengono al genere della Schlumbergera e sono suddivise in sei differenti specie. Sono caratterizzate da fusti corti ma ben ramificati. Possono avere un portamento eretto oppure ricadente e i loro rami si suddividono in segmenti color verde scuro e leggermente arrotondati alle estremità. Se questi cactus vengono piantati in una zona ombreggiata, la loro colorazione diviene più tenue. I fiori appaiono con i primi freddi invernali e continuano a decorare i cactus fino agli inizi della primavera. Sono carnosi e hanno pistilli rossi o rosa ben evidenti. Nel corso degli anni sono state selezionate varietà ibride con fiori voluminosi resistenti alle intemperie.
Pianta di cactus di Natale

3dRose FL _ 169906 _ 1 Amore, pace, gioia e di agrifoglio di Natale Cactus con una colomba giardino Bandiera, 12 da 46 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Metodo di propagazione

Varietà di cactus di Natale Il cactus di Natale è caratterizzato da fusti succulenti appiattiti. Ogni singolo segmento può dar vita ad una nuova piantina. E' da considerare però il fatto che le piante disponibili presso i vivai sono quasi sempre ibride e che mettendo a dimora i vari pezzetti dei rami non si otterrà un cactus con le medesime caratteristiche della pianta madre. Nella loro zona di origine vengono impollinate dai colibrì, piccoli uccelli non presenti in Italia. Per tale ragione la riproduzione viene effettuata con le talee di fusto. A primavera vengono prelevati alcuni fusti e i segmenti che li compongono vengono separati gli uni dagli altri. Successivamente vengono interrati per un quarto della loro lunghezza in un terreno molto ricco di sostanze nutritive.

  • cactus1 Tante volte sentiamo dire l’espressione “ testa di cactus” per indicare, gentilmente, una persona irresponsabile, stupida o immatura. Ma quando esterniamo con questa espressione stiamo anche citando ...
  • cereo1 E’ una pianta grassa molto simile al cactus, anche se cresce molto di più in altezza. Ricca di varietà dai fiori variamente colorati, questa pianta trova la sua ideale collocazione sia in vaso che a p...
  • fico d'India con frutti La natura è una straordinaria entità che è riuscita a creare tutto ciò che vediamo intorno a noi e, ma tante persone se lo dimenticano troppo in fretta, noi stessi inclusi; tutto ciò che l’uomo si van...
  • corretto posizionamento Il mondo naturale è uno straordinario esempio di quanta potenza la Natura (come ente supremo riconosciuto da tutti) abbia e possa esprimere; non dobbiamo trascurare che la natura è la vera artefice di...

BloemBagz Erbario: Vaso per erbe aromatiche piccolo con 3 tasche Colore: Tequila Sunrise

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€


Parassiti e malattie

Fiore dei cactus di Natale I cactus di Natale temono i ristagni idrici. A causa di un'eccessiva umidità possono iniziare a marcire prima le radici e poi i fusti. Appena la pianta inizia ad avere fusti meno turgidi e la loro colorazione da verde diviene gialla, è opportuno correre ai ripari.Tagliate i fusti sani e utilizzateli come talee per dar vita a nuove piantine. La pianta madre non sarà più recuperabile ma otterrete altri cactus di Natale.Anche la siccità prolungata può essere un problema grave per queste succulente. Se notate che il loro aspetto inizia a cambiare e i fusti divengono sempre più grinzosi, annaffiatele abbondantemente.Fra i parassiti più dannosi ci sono senza dubbio gli afidi che compaiono agli inizi della primavera annidandosi proprio sui fiori ancora presenti.


Cactus di Natale: Consigli per la coltivazione

Varità di cactus di Natale I cactus di Natale, a differenza di quanto si possa essere portati a pensare, non devono essere esposti alla luce diretta del sole. In natura vivono nella foresta amazzonica e la luce che gli arriva è quella che attraversa le fronde degli alberi. Preferiscono un terreno ricco di sostanze nutritive e umido purché sia ben drenato.Per ottenere fioriture prospere è consigliabile aggiungere ogni 15 giorni all'acqua delle innaffiature un po' di concime liquido seguendo rigorosamente le indicazioni fornite dal produttore. Evitate di mantenere tutto l'anno queste piante in casa perché con il tempo diminuiranno la loro produzione di fiori e diverranno meno vitali.Ogni tanto lasciatele sul terrazzo o in giardino per almeno cinque o sei giorni consecutivi soprattutto durante la primavera e l'autunno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO