Coltivare aloe

Coltivare una pianta di aloe vera in vaso

Per coltivare una pianta di aloe vera in vaso si può semplicemente acquistarla in vivaio, chiedendo possibilmente che sia in un terreno biologico e che biologicamente sia stata cresciuta, perché vogliamo il suo contenuto sia del tutto naturale. Altrimenti, questa pianta può essere moltiplicata in due modi: per talea (nel caso in cui se ne abbia già un'altra) o per seme. La semina deve avvenire idealmente a marzo, in terreni per terre grasse e a temperatura di circa 20°C L'aloe infatti cresce spontanea in climi temperati, dove le temperature si mantengono tra i 20°C e i 30°C. Quando il vaso diventa stretto bisogna procedere con il rinvaso, meglio se in primavera: il vaso ideale per un'aloe è largo più che alto, poiché le radici non crescono molto in profondità. Per regolarsi, si consideri che il diametro deve essere elmeno la metà della lunghezza delle foglie.
Aloe barbadensis miller, o Aloe Vera

Plant Theatre - Bonsai Trio, Kit per la coltivazione di 3 bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Propagare l'aloe per talea

Rimozione di una foglia per farne una talea Propagare l'aloe per talea è, in teoria, una procedura semplice. In pratica, il minimo errore può inficiare l'intera operazione. La propagazione per talea prevede, in breve, l'asportazione di una porzione di pianta con tanto di radici, che viene ripiantata in un altro terreno e cresceà autonomamente, diventando una pianta adulta.Per fare ciò bisogna avere una lama estremamente affilata e disinfettata. Con questa rimuoveremo una foglie più esterne della nostra aloe, facendo attenzione che una porzione di radice le rimanga attaccata. La ferita della pianta si rimarginerà naturalmente, mentre è necessario far riposare la foglia al buio per una settimana perché la sua ferita si rimargini. A questo punto possiamo piantarla in un nuovo vaso, con un terreno misto di torba e sabbia. Dopo circa un anno, potremo considerara la talea una vera e propria pianta.

  • Lavello da giardino Per tutti gli amanti del verde, il giardino è ancor prima che decorativo un luogo da vivere appieno, nel quale trascorrere il proprio tempo libero e del quale prendersi cura. Ma prendersi cura del gia...
  • Esempio di vaso di legno fatto a mano I vasi in legno rappresentano una validissima alternativa a quelli interamente realizzati con la plastica o il cemento. Naturalmente ha delle caratteristiche diverse, ed è proprio questo che andremo a...
  • Mobili da giardino Il web si ritaglia ogni giorno spazio crescente nella quotidianità, divenendo strumento utile ed affidabile per compiere moltissime azioni differenti. Anche l’acquisto tramite il web si sta sempre più...
  • vaso da finestra. Il giardino di casa è per tantissime persone un angolo caratteristico di relax, solitudine, tranquillità e pace. Per questi motivi nella nostra cultura moderna, fatta di una società con ritmi compulsi...

Foglie fresche di Aloe arborescens 1 kg da pianta madre certificata Bio anni 6/7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Cura di una pianta di aloe

Una coltivazione di aloe vera La cura di una pianta di aloe è così semplice che si rischia di commettere errori per eccesso di zelo. Innanzitutto, bisogna innaffiare molto raramente, e facendo attenzione a non bagnare le foglie ma solo il terreno: questa pianta infatti è a suo agio in terreni siccitosi e ben drenati. Per questo, il vaso ideale è dotato di numerosi fori per lo scolo dell'acqua. Si tratta inoltre di una pianta tipica dei cloimi temperati, dunque sopravvive bene se esposta al sole e a una temperatura tra i 20°C e i 30°C: nei mesi invernali, dunque, è bene portarla in casa. Per quanto riguarda la potatura, questa pianta non ne ha bisogno. Si tratta tuttavia di una pianta che non cresce in altezza, dunque quando nascono nuove foglie queste si propagano verticalmente spingendo le altre all'esterno, che avranno una posizione orizzontale e possono arrivare a seccare. In questo caso è necessario rimuoverle, ma con estrema delicatezza e con una lama disinfettata. Anche per questo può essere utile occasionalmente rimuovere qualche foglia per creare delle talee.


Coltivare aloe: Estrarre il gel dall'aloe vera

Estrazione del gel dall'aloe Per estrarre il gel dall'aloe vera dovremo prima di tutto staccare una foglia dalla pianta: questo procedimento è lo stesso di quando stacchiamo una foglia per la propagazione tramite talea. Scegliamo una delle foglie più esterne, pratichiamo una leggera incisione alla radice adoperando un coltello affilato e ben disinfettato. Tirando, la foglia dovrebbe venire via spontaneamente. A questo punto l'operazione è semplice: rimuoviamo i bordi della foglia, ossia la parte con le spine, e poi la parte piana della foglia. A questo punto quello che ci troviamo davanti è il gel, e dobbiamo semplicemente raschiarlo via con un coltello o un cucchiaio. Questo gel può essere conservato in frigo fino a due settimane, dopodiché si nota un cambiamento di colore e di odore, perché inizierà a marcire.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO