Crassula arborescens

Informazioni generali sulla crassula arborescens

Appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, la crassula arborescens è una pianta succulenta e perenne, originaria dell'Africa meridionale, ma oramai diffusissima anche nel nostro continente, a decorare le nostre case. Il suo nome ha origini latine e sta ad indicare il fatto che si tratti di una pianta grassa (crassula), a portamento eretto e parecchio ramificata (arborescens). E' dotata di un fusto carnoso, che funziona essenzialmente come un serbatoio di acqua; le sue foglie, posizionate in maniera alternate lungo il fusto, sono anch'esse carnose, ricoperte da un sottile strato peloso, che garantisce una difesa efficace contro un'esposizione eccessiva ai raggi solari. A partire dal mese di maggio, sviluppa dei deliziosi fiori bianchi, di forma stellata e di piccole dimensioni. Può raggiungere anche un metro in altezza.
Crassula arborescens in giardino

ROSA DI JERICHO jerico gericho gerico salaginella lwpidophylla

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Tecniche colturali ed esposizione della crassula arborescens

Foglie di crassula arborescens La crassula arborescens è una pianta particolarmente facile da coltivare, per via della sua alta resistenza, pur non essendo allo stesso tempo una pianta rustica: per questo motivo è adatta anche al più inesperto dei giardinieri. Nonostante vegeti piuttosto bene anche a 27°C la temperatura estiva ideale per la coltivazione della crassula arborescens si attesta intorno ai 21°C; al contrario, in inverno si raccomanda di non far scendere la temperatura al di sotto dei 10°C, ma se questo dovesse accadere, è fondamentale che il terreno sia ben asciutto. Inoltre, la crassula arborescens è una pianta che ama l'aria fresca, soprattutto in estate, per cui potremo posizionarla davanti ad una finestra aperta. Necessita di molta luce, quindi sarà opportuno disporla in un luogo ben illuminato, a prescindere dal periodo dell'anno e con una esposizione ottimale a sud, piuttosto che a nord.

  • Foglie pianta aeonium Le piante succulente appartenenti al genere denominato Aeonium sono originarie del continente africano e delle isole Canarie. In generale, non richiedono particolari attenzioni per quanto riguarda le ...

Di vendita caldo 20pcs / lot misto Astrophytum Cactus Semi Succulente piante bonsai semi di giardino domestico di DIY Pianta in vaso di fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Tipologia di terreno e concimazione della crassula arborescens

Crassula arborescens in fiore La facilità con cui è possibile coltivare la crassula arborescens dipende anche dal fatto che questa pianta non necessita di un particolare tipo di terreno, pur esistendo una regola generale: sarà importante assicurarle un ottimo drenaggio, di modo che possa impedire la formazione di ristagni idrici, che la pianta mal tollererebbe. A questo scopo sarà opportuno preparare un substrato mescolando terriccio, torba e sabbia grossolana, evitando di pressare eccessivamente, proprio per permettere il drenaggio, senza il quale la pianta marcirebbe. La concimazione va effettuata tra l'inizio di aprile e la fine di agosto, durante il periodo della fioritura, utilizzando un fertilizzante liquido da diluire nell'acqua dell'innaffitura: il concime dovrà essere ricco di potassio, fosforo e magnesio, ma povero di azoto che farebbe seccare la pianta.


Crassula arborescens: Metodo di annaffiatura e potatura della crassula arborescens

Enorme crassula arborescens La regola generale nell'annaffiatura della crassula arborescens è di irrigare ogni volta che il terreno risulti asciutto, tanto in superficie quanto in profondità. Durante il periodo invernale, questa pianta non necessita di regolare innaffiatura, tanto che si può decidere di interromperla. Dovrà essere ripresa in primavera, facendosi molto abbondante in estate, cioè al coincidere con la fioritura, tanto che sarà necessario irrigare molto di frequente. In assoluto, la crassula arborescens predilige acqua piovana a temperatura ambiente. In alternativa, si può immergere il vaso in una bacinella piena d'acqua, in modo che le radici possano assumere tutta l'acqua di cui necessitano. La potatura non è strettamente necessaria, anche se si consiglia di intervenire per mantenere l'ornamentalità della pianta e la forma a cespuglio della pianta.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO