Migliori vasi per piante grasse

Le piante grasse: la provenienza, l'aspetto, le numerose specie

Le piante succulente, comunemente chiamate grasse, prendono tale nome dalla grossezza e carnosità che ne caratterizzano fusto, foglie e radici. Tale particolarità è dovuta allo speciale tipo di tessuto che le compone, il parenchima acquifero, che ha la capacità di assorbire la poca acqua a disposizione nelle regioni d'origine, fungendo da serbatoio, e rilasciandola nel momento del bisogno, nei lunghi periodi di siccità tipici dei luoghi aridi e secchi in cui le piante grasse si sono adattate a vivere. Ve ne sono migliaia di specie, suddivise in diverse famiglie botaniche, anche molto diverse tra loro per forma, dimensioni, colori, ma tutte molto originali ed esotiche. Anche la forma si è determinata nell'evoluzione per la sopravvivenza, ed infatti per ridurre al minimo respirazione e traspirazione queste piante assumono le forme più strane piatte, a sfera, a rosetta, e le dimensioni sono in genere ridotte. Alcune specie hanno addirittura trasformato le foglie in spine, affidando quindi la funzione clorofilliana al fusto.
Vaso di terracotta molto decorativo

Ultra 10 x 10 x 10 Premium cubo di terrario di vetro di qualità con un bordo di taglio perfetto per Moss e piante o decorazioni (10 x 10 x 10)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22€


Tipologie di vasi: diversi materiali, forme, dimensioni

Vasi di piante grasse di plastica Quando si decide di coltivare una pianta in vaso è importante scegliere quello giusto, la scelta può essere in parte dettata dai gusti personali o dalle esigenze di estetica dell'ambiente in cui andrà collocato, ma dovrebbe dipendere soprattutto dalle dimensioni e dalla specie della pianta. In commercio ne esistono di diversi materiali, ognuno con caratteristiche che lo rendono più adatto ad una determinata pianta o ambiente. Ne esistono di materiali pesanti come coccio, cemento, pietra, legno o leggeri come plastica, resina, polistirolo. I vantaggi di un vaso in coccio, oltre alla bellezza, sono il fatto che lascia traspirare il terriccio, che si asciuga quindi abbastanza rapidamente rendendo più difficile il ristagno d'acqua, e non trattiene il calore. Ha lo svantaggio di essere pesante, di rendere più difficoltosa l'operazione di rinvaso, e di assorbire e quindi rilasciare alla pianta eventuali prodotti chimici utilizzati per la pulizia. I vasi di plastica sono più leggeri e resistenti, ma trattengono il calore e non lasciano traspirare bene la pianta, l'acqua pertanto ci mette di più ad asciugare.

  • Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l...
  • Divano per esterni Il giardino è uno spazio verde non solo del quale prendersi cura, ma anche dal quale farsi accogliere per trascorrere nel confort e nel relax il proprio tempo libero, in una dimensione tranquilla e ri...
  • Tavolo da giardino in legno Per un amante degli spazi all'aria aperta, il giardino non è solo un colorato angolo decorativo che introduce all'abitazione, ma è parte integrante dell'ambiente domestico nel quale vivere la propria ...
  • Ombrellone da giardino Con una spesa contenuta e poche semplici operazioni, è possibile ricreare zone d'ombra in qualsiasi giardino e in qualsiasi momento della giornata, grazie alle infinite varietà di ombrelloni presenti ...

Newcomdigi Pianta Gancio Portavasi da Esterno Portapiante Porta Pianta da Interno Portafiori con Anello Metallico Plant Hanger Decorazioni di Giardino e Balcone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 19€)


Come scegliere i vasi per piante grasse più adatti

Vasi per piante grasse di legno Nella scelta dei vasi per piante grasse più adatti è necessario considerare le dimensioni della pianta ed il tipo di radici, solo quelle multiple e ingarbugliate si adattano ad ogni vaso, ma il più delle volte è opportuno scegliere un vaso piuttosto alto, considerando anche lo strato di drenaggio che va creato sul fondo. Il vaso non deve essere né troppo piccolo, anche se le piante grasse li tollerano più di altre, né troppo grande, perché ciò significa più terra e quindi più acqua trattenuta. Le succulente temono soprattutto l'eccesso di umidità, perciò il materiale più adatto per i vasi per piante grasse è il coccio che, come detto, permette al terriccio di traspirare. E' inoltre possibile utilizzare un sottovaso in cui posizionare sabbia o terra da bagnare al posto del terriccio, in modo che il vaso assorba la poca umidità dal substrato e la trasmetta alla pianta, in modo quindi costante. I vasi di plastica in genere non sono adatti alle piante grasse, dato che, specialmente quelli neri, trattengono il calore e lo trasmettono alla pianta, e ciò può favorire parassiti e funghi.


Migliori vasi per piante grasse: Le esigenze colturali di una pianta grassa coltivata in vaso

Vasi per piante grasse di pietra Le succulente sono in genere caratterizzate da una crescita contenuta, pertanto non soffrono e non hanno particolari problemi coltivate in vaso. E' necessario scegliere un buon terriccio, possibilmente specifico per piante grasse, e mantenerlo ben drenato per evitare i temuti ristagni d'acqua, responsabili del marciume e di un indebolimento generale delle piante. Il rinvaso non si rende necessario con frequenza, tuttavia, quando le radici cominciano a fuoriuscire dal fondo, significa che la pianta soffre la mancanza di spazio ed è il momento di rinvasarla. Se le radici sono troppo lunghe, se ne possono tagliare le estremità, lasciandole asciugare prima di annaffiare. Anche se adattatesi a vivere su terreni aridi e poveri, per le piante grasse coltivate in vaso si rende necessaria un'integrazione degli elementi nutritivi, poiché ad un certo punto quelli presenti nel terriccio si esauriscono. Il momento migliore per la concimazione è alla ripresa vegetativa, di solito all'inizio della primavera.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO